Cerca

La 'fiducia' del sindaco

Renzi non rottama Letta:
via libera a un bis
coi dissidenti Pdl

Renzi non rottama Letta:
via libera a un bis
coi dissidenti Pdl

Il primo patto tra loro era stato quello 'della focaccia'. A svelarlo era stato lo stesso Enrico letta pochi giorni dopo essere salito al 'soglio' di Palazzo Chigi. Raccontò, l'allora neopremier, di un incontro tra lui e il sindaco di Firenze Matteo renzi che aveva avuto luogo in un albergo della Capitale poche ore prima che Giorgio Napolitano chiamasse Enrico a fare il governo. In quell'occasione, Renzi e letta si promisero di non mettersi vicendevolmente i bastoni tra le ruote. Un patto, quello, che sembra riproporsi oggi, terminato il pranzo tra i due esponenti democratici. In attesa di sapere cos'hanno mangiato e di poter così dare un nome all'intesa, si apprende che Letta ha incassato il via libera del 'rottamatore' a un governo-bis con l'appoggio dei dissidenti Pdl. Il colloquio durato un'ora e mezza, fanno sapere fonti di Palazzo Chigi, avrebbe lasciato solo sullo sfondo il futuro congresso Pd. atto tra Enrico Letta e Matteo Renzi. Nel pranzo di oggi a palazzo Chigi, il premier ha ottenuto dal sindaco di Firenze il via libera al tentativo di formare un governo con l'appoggio dei dissidenti del Pdl. Un'ora e mezzo di colloquio cordiale in un clima sereno, hanno fatto sapere da Palazzo Chigi, con il congresso che e' rimasto solo sullo sfondo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    02 Ottobre 2013 - 13:01

    E l'amico fiorentino mica è fesso, finchè c'è un governo Letta o simile, lui può sperare nel congresso, se il governo cade lui è fottuto, perchè mai e poi mai i compagnucci di merende, così virtuosi e moralisti, ma ipocritamente incollati col culo alla poltrona, concederanno mai a Renzi di giocarsi le sue carte in un congresso che sarà, ahimè, rinviato sine die a causa, affermeranno con il viso atteggiato a dignitosa sofferenza e ferma determinazione, della grave situazione del paese. E abbiamo fatto fessi ancora una volta gli elettori di sx che accusano quelli di dx di essere banans ma che, evidentemente, non si sono mai guardati allo specchio perchè essi sono l'emblema della "bananità", acritici, ideologizzati, presuntuosi e antidemocratici.

    Report

    Rispondi

  • enniga

    02 Ottobre 2013 - 11:11

    mi auguro un rimpasto: via la kienge e la bonino. enrico

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    01 Ottobre 2013 - 19:07

    letta è la carta igienica della democrazia cristiana, renzi quella di casa renzi...

    Report

    Rispondi

  • luna79

    01 Ottobre 2013 - 17:05

    da alfano non me lo sarei mai aspettata ma tanto a nuove elezioni lo fanno fuori subito

    Report

    Rispondi

blog