Cerca

Oltre la decadenza

Berlusconi: vinco le Europee
Ecco cosa farà nei prossimi mesi

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi nella giornata più lunga e più nera della sua storia politica e anche umana ha ancora la forza di un leone. Combattivo e determinato. Silvio guarda avanti. Nonostante tutto, nonostante il voto in Senato che lo ha portato alla decadenza, nonostante senza lo scudo parlamentare sia più esposto agli attacchi giudiziari, Silvio Belrusconi vuole andare avnati. Comtinuerà a fare politica. Lo farà laeder. Dal palco, durante la manifestazione organizzata da Forza Italia davanti a Palazzo Grazioli, ha dato la carica ai suoi, ha promesso: "Andremo avanti"

Il programma - Ormai la testa è già alle prossime elezioni,  vale a dire alle Europee della prossima primavera perché da lì partirà la riscossa con una  sfida aperta a Matteo Renzi e ai cinque stelle di Beppe Grillo. Provo   grande amarezza e dolore, ma resto in piedi, sono sempre io il leader  e dovranno ancora vedersela con me, non sono certo un uomo finito,   ha detto ai suoi l’ex premier. Ha in testa le Europeee e alla folla in via del Plebiscito ha dato appuntamento alla prossima settimana: "Vi do appuntamento l'otto dicembre, data della prima convention di Forza Italia. Lì festeggeremo la creazione dei primi mille club ed è da lì che dobbiamo ripartire". Prima le Europee, poi quel lavoro di "consolidamento" del partito sul terrtorio, il ricambio della classe dirigente con uno "svecchiamento" del partito e poi ancora le elezioni politiche. Ieri continuava a rimbalzare la voca di una discesa in campo di sua figlia Marina visto che lui, per sei anni, non potrà candidarsi. 

Il futuro E già à lancia i punti del programma. Senza parlare direttamente della sua vicenda e del "ruolo" di Napolitano, Berlusconi dice che il partito si batterà per l'elezione diretta del Capo dello Stato. "Dobbiamo riprenderci il diritto di eleggere il presidente della Republica". Eccolo il primo  impegno insieme alla lott ai piccoli partiti, Nuovo centrodestra in testa. "Dobbiamo convincere i moderati ad imparare a votare, non devono frazioneare il voto, devono votare solo per Forza Italia". Il suo comizio nel giorno della decadenza ha il sapore e il tono di un nuovo inizio, di una campagna elettorale piuttoste che il saluto di um leader nel giorno del tramonto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • direttoreemilio

    28 Novembre 2013 - 22:10

    Ha ragione Le olgettine saranno diventate piú vecchie e le senatrici e deputate, non saranno piú tanto fresche quindi lui sceglierá le prossime Ruby, Pascale Santa, Carfagne e tante altre belle minorenni, pure arabe non solo italiane.

    Report

    Rispondi

  • LaToga

    28 Novembre 2013 - 17:05

    veramente simpatico fino all'ultimo. Per vincere le europee deve chiedere permesso a Bossi, Alfano, Crosetto, Casini...tutti insieme di nuovo? Sotto l'egida di uno che scappa dai carabinieri? E poi lo sappiamo tutti che i patti con l'europa li ha sempre firmati il nano compreso il fiscal compact insieme a Tremonti poche settimane prima di lasciare spazio a Monti. Si candidi al Cremlino, ha più possibilità.

    Report

    Rispondi

  • guidoboc

    28 Novembre 2013 - 15:03

    ti possono seppellire, gia' con la Pezzopane ,il vostro futuro sara' migliore!

    Report

    Rispondi

  • blu521

    28 Novembre 2013 - 14:02

    E chi lo candida? Per l'Italia non è candidabile, quindi dovrebbe essere un altro Stato della Comunità con una legislazione più permissiva della nostra. E dove esiste questo Stato? Magistratura rossa dappertutto? Il nano extraparlamentare farebbe bene a tenere a freno la fantasia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog