Cerca

L'affondo

Forza Italia contro i Senatori a vita: "Non hanno i requisiti indicati dalla Costituzione"

Abbado, Cattaneo, Piano e Rubbia

Abbado, Cattaneo, Piano e Rubbia

Forza Italia dichiara guerra ai Senatori a vita nominati da Giorgio Napolitano lo scorso agosto. In Giunta delle elezioni di Palazzo Madama, i senatori forzisti Elisabetta Casellati e Lucio Malan hanno posto la questione sulla sussistenza dei requisiti previsti per la convalida dei Senatori a vita, e hanno chiesto un rinvio per l'acquisizione della documentazione necessaria. "Pur rispettando il Capo dello Stato e i quattro nominati - spiegano -, dalle carte trasmesse alla Giunta non sono emersi elementi sufficienti ad identificare gli altissimi meriti scientifici della prof. Cattaneo né gli altissimi meriti sociali attribuiti a tutti e quattro (oltre alla Cattaneo, Renzo Piano, Carlo Rubbia e Claudio Abbado, ndr).

Il precedente - Il quartetto, che senza indugi ha recentemente votato la decadenza di Silvio Berlusconi nel corso di una delle pochissime sedute a cui hanno partecipato, era stato nominato da Napolitano lo scorso agosto: il Capo dello Stato aveva estratto dal suo cilindro il premio Nobel per la Fisica, la celebre archistar, la neurobiologa della ricerca sulle staminali e il direttore d'orchestra. Cattaneo, Piano, Rubbia e Abbado, nel giorno della decadenza del Cav, erano già finiti nel mirino di Forza Italia. Il 27 novembre, infatti, Sandro Bondi e Maurizio Gasparri avevano puntato il dito: "Solo oggi sono tutti presenti, chi è venuto solo oggi a Palazzo Madama a partecipare a questa gogna non fa onore al suo incarico".

M5S e Lega con Fi - Con il Pdl, e contro i nominati da Re Giorgio, si schierano i grillini, che dichiarano: "Voteremo contro la convalida dei quattro senatori a vita", perché "a parte i rilievi sui meriti di queste persone, riteniamo che i parlamentari debbano lavorare, cosa che evidentemente questi signori non hanno mai fatto, visto che si degnano di essere presenti in Senato solo in particolari situazioni, molto politiche, e per fare da stampella al governo". Ad allargare il fronte anche la Lega Nord, da cui arriva pollice verso nei confronti di Abbado, Cattaneo, Piano e Rubbia. Parla Erika Stefani, componente della Giunta delle elezioni del Senato, che rincara: "Per noi la figura del senatore a vita dovrebbe essere abolita e, fino a quando questo non accadrà non dovrebbero avere alcuna indennità".  

Il commento di Gasparri - Dopo la richiesta di chiarimenti avanzata in Commissione, un commento alla vicenda è arrivato ancora da Gasparri. "Quelle dei Senatori a vita sono scelte opinabili sotto il profilo del pluralismo delle provenienze - ha spiegato -. Non so se i Senatori a vita recentemente nominati abbiano o meno i requisiti per l'alto incarico. Il Capo dello Stato avrà fatto riflessioni e verifiche, e ci sono casi in cui riconoscimenti prestigiosi conseguiti risolvono il quesito. Ma faccio due osservazioni - prosegue Gasparri -. Da un lato si sono escluse significative aree culturali al momento di scelte che sono apparse opinabili sotto il profilo del pluralismo delle provenienze. Resta poi la intollerabile condotta di Renzo Piano - ha chiosato -, che a differenza degli altri senatori a vita è venuto in Aula solo per il voto sulla decadenza di Berlusconi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cane sciolto

    28 Marzo 2014 - 13:01

    Sono pienamente d'accordo.

    Report

    Rispondi

  • milkoshka

    05 Dicembre 2013 - 15:03

    stavolta hanno ragione i forzitalioti, quando dicono che i quattro senatori a vita non hanno meriti sufficienti: infatti uno e' solamente un premio nobel, un altro e' considerato tra i migliori tre architetti del mondo (ma non l'unico), il terzo e' si' un buon direttore d'orchestra, ma ogni tanto ai suoi concerti esce qualche nota stonata, la quarta e' una ricercatrice che e' apprezzata all'estero ma in italia non la conosce nessuno. e poi hanno un grandissimo demerito: nessuno di loro ha mai partecipato alle cene eleganti di harcore...

    Report

    Rispondi

  • milkoshka

    05 Dicembre 2013 - 15:03

    stavolta hanno ragione i forzitalioti, quando dicono che i quattro senatori a vita non hanno meriti sufficienti: infatti uno e' solamente un premio nobel, un altro e' considerato tra i migliori tre architetti del mondo (ma non l'unico), il terzo e' si' un buon direttore d'orchestra, ma ogni tanto ai suoi concerti esce qualche nota stonata, la quarta e' una ricercatrice che e' apprezzata all'estero ma in italia non la conosce nessuno. e poi hanno un grandissimo demerito: nessuno di loro ha mai partecipato alle cene eleganti di harcore...

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    05 Dicembre 2013 - 08:08

    ..ha si forse uno!! quello di aver dato una spinta verso il fallimento a questo paese....aiutati da tutti gli altri ovviamente

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog