Cerca

DIABETE SOTTO CONTROLLO

180 giorni di controllo continuo
L’innovazione che migliora la vita

Lanciato in occasione del congresso nazionale della Società italiana di diabetologia (Sid) Eversense XL, il dispositivo di Roche diabetes care che rivoluziona la gestione del paziente

25 Maggio 2018

0
180 giorni di controllo continuoL’innovazione che migliora la vita

Si è chiuso negli scorsi giorni, a Rimini, il congresso nazionale della Società italiana di diabetologia (Sid), evento che ha visto il coinvolgimento di numerosi esperti che ogni giorno lottano per arrestare una patologia, il diabete, i cui numeri sembrano crescere in modo ormai esponenziale. È proprio in questa importante occasione che Roche diabetes care Italy, azienda impegnata in prima linea per arginare lo ‘tsunami-diabete’, ha annunciato l’arrivo di una novità in grado di cambiare la vita dei pazienti: si tratta di Eversense XL, il primo sensore impiantabile per il monitoraggio continuo della glicemia (Cgm), progettato per la rilevazione continua dei valori di glucosio nel sangue fino a 180 giorni.

La nuova frontiera della gestione. “Ad oggi, sono oltre 100 i centri in tutta Italia qualificati per poter impiantare Eversense e circa 700 i pazienti che lo hanno provato. – ha commentato Massimo Balestri, amministratore delegato di Roche diabetes care Italy – è, quindi, con grande soddisfazione che oggi presentiamo Eversense XL. Le persone con diabete eleggibili all’utilizzo di questo sistema potranno tenere sotto controllo i valori glicemici in qualsiasi situazione, in modo completamente automatico e fino a 180 giorni”. Gli oltre tre milioni di italiani che hanno ricevuto una diagnosi di diabete condividono un obiettivo primario: raggiungere un controllo metabolico ottimale, ovvero mantenere la glicemia entro il target prestabilito, riducendo il rischio di episodi di ipo- o iperglicemia senza che questo incida significativamente sulla propria qualità di vita. Per molti di loro, oggi, si consolida una nuova frontiera, quella del controllo glicemico continuo: misurazioni non più a spot, ma letture automatiche dei valori, con un’analisi accurata dell’andamento della glicemia e delle sue fluttuazioni grazie a un piccolo sensore impiantato sotto la cute. “Eversense XL, fornisce alle persone affette da diabete preziose informazioni aggiuntive alla sola misurazione capillare dei valori di glucosio effettuata tramite glucometro in modo da ottimizzare  il monitoraggio della glicemia, cuore della gestione personalizzata del diabete – ha affermato Elena Acmet, medical manager dell’azienda – in particolare, questo sistema è innovativo sotto diversi aspetti: innanzitutto è il primo sensore completamente impiantabile a disposizione delle persone con diabete. Il sensore ha una durata fino a 180 giorni, e permette un accurato monitoraggio glicemico realmente continuativo per tutto il periodo di utilizzo. I dati raccolti, inoltre, vengono visualizzati sullo smartphone in modo molto semplice ed intuitivo, perché siano informazioni fruibili per migliorare la gestione del proprio diabete. Infine, Eversense XL è dotato di allarmi predittivi che permettono di anticipare la gestione e ridurre i rischi associati al mancato controllo di episodi gravi di ipo/iperglicemia”.

La patologia diabetica. Il diabete è considerato una crescente emergenza epidemiologica globale e costituisce una delle patologie a più elevato impatto sociale ed economico. Rappresenta una delle malattie cronico-degenerative più diffuse in Italia, ne soffrono oltre 4 milioni di persone, circa l’8 per cento della popolazione - più del doppio di 30 anni fa - e il trend è in costante aumento. Secondo i dati dell’Italian diabetes & obesity barometer dell’associazione ‘Ricerca & diabete Sid’ in Italia tra i diabetici il tasso di mortalità è del 30,3 per cento per 100 mila abitanti; la malattia riduce di 5-10 anni l’aspettativa di vita, e un paziente su 6 riferisce un grave episodio di ipoglicemia; il 60-80 per cento delle morti per malattie cardiovascolari viene associato al diabete; il 29 per cento dei diabetici riferisce di stare male o molto male a causa della malattia: ogni 52 minuti un diabetico subisce un’amputazione e ogni 4 ore un diabetico entra in dialisi. “Il buon controllo glicemico è fondamentale per la prevenzione delle complicanze del diabete e degli scompensi metabolici acuti per questo le persone con diabete necessitano di un’attenta e costante misurazione della glicemia attraverso sistemi che devono essere precisi e affidabili –ha spiegato Elisabetta Lovati, dirigente medico di primo livello, specialista in endocrinologia e diabetologa al policlinico San Matteo di Pavia – Oggi, grazie alla tecnologia che continua a fare straordinari passi in avanti, abbiamo a nostra disposizione molti strumenti in grado di misurare in modo accurato i livelli di glicemia e di migliorare la qualità di vita dei pazienti. Eversense XL, sicuramente, è uno di questi con l’ulteriore vantaggio di possedere allarmi predittivi e quindi, anticipare le ipo e le iper-glicemie e di essere attivo fino a 6 mesi”.

Il dispositivo. Eversense XL è prodotto da Senseonics, e distribuito in esclusiva da Roche diabetes care Italy. E’ costituito da un sensore sottocutaneo che non necessita di alcun ago per collegarlo al trasmettitore ricaricabile. Il trasmettitore, viene applicato con un cerotto ed è interamente rimovibile in modo semplice e senza rischi: una caratteristica che lo rende compatibile con qualsiasi tipo di attività, da una cena fuori o una banale passeggiata ad un’attività sportiva agonistica. Il sistema Eversense invia allarmi, avvisi e notifiche relativi ai valori del glucosio visibili in qualsiasi momento sull’app dello smartphone. Il paziente, quindi, può vedere la curva della sua glicemia e viene avvertito prima che i livelli di glucosio raggiungano valori troppo elevati o troppo bassi attraverso suoni e vibrazioni che cambiano a seconda del tipo di allarme. Eversense XL viene inserito durante una seduta ambulatoriale di pochi minuti e il sensore viene impiantato a livello sottocutaneo sulla parte superiore del braccio. È sufficiente un’incisione millimetrica per l’inserzione del sensore e l’impianto è eseguito in anestesia locale. “Roche diabetes care è leader mondiale nella gestione della malattia diabetica elavora costantemente a favore dell’innovazione nel monitoraggio e trattamento del diabete. Questo approccio, che ci ha spinto a promuovere Eversense XL, nasce dall’attenzione a 360° che l’azienda pone ai bisogni reali dei pazienti – ha concluso Balestri – nell’intento di ridurre il peso della malattia per le persone che ne soffrono e le loro famiglie, e nel contempo di contribuire alla sostenibilità del sistema salute”. (MATILDE SCUDERI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media