Cerca

I programmi da giugno ad agosto

Le vacanze su Mediaset: nuovo format per Signorini e tanto "Crime"

Dopo il flop di La notte degli chef il direttore di Chi torna, in prime time, con un nuovo show

Alfonso Signorini

Alfonso Signorini

di Francesca D’Angelo

Sarà una lunga estate. Se infatti la crisi economica aveva infierito sui palinsesti primaverili, depauperandoli in termini di novità e sperimentazione, non andrà meglio da giugno in poi, quando si entrerà nel famigerato «periodo fuori garanzia». Termine, quest’ultimo, che gli addetti ai lavori usano per indicare quei mesi, come dicembre o i tre estivi, dove le reti non devono assicurare ai propri inserzionisti il raggiungimento di un dato obiettivo d’ascolto. Da qui, la diffusa tendenza ad abusare di repliche. Quest’anno più che mai. Stando infatti ai listini pubblicati dalla concessionaria di Mediaset Publitalia, le produzioni inedite si potranno contare su una mano. Anzi, su tre dita. Su Canale 5, infatti, le principali novità evidenziate dalla concessionaria sono appena tre: la fiction Pupetta Maresca – La ragazza con la pistola, interpretata da Manuela Arcuri; la soap pomeridiana Il segreto, e il ritorno di Alfonso Signorini. Il direttore di Chi condurrà, infatti, un nuovo show per il prime time di Canale 5, al via tra giugno e luglio, probabilmente al lunedì sera. Mediaset ha voluto dunque concedere una seconda possibilità al giornalista che, come si ricorderà, aveva debuttato prima, con successo, in seconda serata con Kalispera e poi in prime time con il catastrofico La notte degli chef, archiviato per flop. 

Tutto il resto della programmazione di Canale 5 è un’unica, grande replica. Game compresi. Da giugno, nella fascia preserale torna infatti in replica il successo della stagione Avanti un altro! con il mattatore Paolo Bonolis, seguito ad agosto dalle puntate già viste di The Money Drop, condotto da Gerry Scotti. In prime time, invece, tornano i protagonisti della prima stagione della soap Le tre rose di Eva (la seconda è attesa per settembre), la banda di Zelig circus con Svisti e mai Visti e addirittura Panariello con la replica del suo varietà Panariello non esiste. Dal 17 giugno, inoltre, parte in access prime time Paperissima Sprint. Il tutto, ovviamente, condito da una buona dose di film già noti.

Analogo discorso per Italia1, che ripropone il programma Archimede. La scienza secondo Italia1 e – udite, udite – l’immortale Matricole e meteore. Di nuovo c’è giusto il MotoGp e una docufiction (per la verità già trasmessa sul canale pay di Sky History Channel) Mankind, dedicata alla storia dell’umanità. Non va meglio a Rete4: persino Salvo Sottile, con il suo Quarto grado, chiude i battenti da metà giugno. Le uniche novità del canale sono seriali: il telefilm Longmire e il femminile Rizzoli & Isles. 

Se le generaliste vanno in vacanza, lo stesso non si può però dire per l’offerta tematica e semigeneralista del Biscione. Proprio in estate, vedrà infatti la luce il nuovo canale gratuito di Mediaset: Top Crime. Un nome, un programma. Il canale, on air dal 1 giugno, sarà infatti interamente dedicato ai telefilm crime, in diretta concorrenza con il già esistente Giallo. Top Crime punta però a un pubblico di donne over 34 anni. Tra i titoli in palinsesto: 24, Giudice Amy, Chase, Monk, Psych, Lie to me e Damages. Il lancio di Top Crime si aggiunge, tra l’altro, al neo acquisto Radio Italia Tv: il canale della celebre radio di musica italiana entra, a partire dal 5 maggio, nella sfera d’azione della concessionaria Mediaset. Quanto al resto del bouquet digitale, con l’estate Mediaset intende potenziare La5 e Italia2, sperimentando sit com e programmi inediti. Per esempio, su La 5 andrà in onda la docufiction Vite in apnea. Protagonisti,  team di ragazze del nuoto sincronizzato e di ragazzi dediti alla pallanuoto con in comune la stessa piscina dove allenarsi. 

Prevista anche la sit com Bye Bye Cinderella, sui paradossi femminili. Quanto a Italia2, prosegue la prima tv del suggestivo telefilm Grimm, insieme a un manipolo di nuovi programmi, come il reality Face off  e Operation Repo. Nel primo un team di truccatori cinematografici si sfida in una guerra di maschere horror e di fantascienza. In Operation Repo, invece, vediamo all’opera gli specialisti del recupero crediti. Singolare anche la sit com sugli appassionati di videogiochi Gamers. Col caldo, insomma, la sperimentazione trasloca dalle reti ammiraglie a quelle «terze» del digitale terrestre, i cui budget sono, per definizione, a misura di crisi... Non resta che aggiornare il telecomando.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog