Cerca

Lazio

Roma: Arioli (V Municipio), fermare prostituzione a Tor Sapienza ricorrendo a esercito

10 Marzo 2014

2

Roma, 10 mar. (Adnkronos) - "Mandate l'esercito a Tor Sapienza". E' questo il grido di allarme lanciato da Luca Arioli, consigliere del V Municipio di Roma Capitale, dopo le segnalazioni arrivate dai cittadini che con tanto di video hanno documentato e ripreso atti sessuali, direttamente visibili dalle loro finestre, protagonisti prostitute ed i loro clienti.

"Il fenomeno sta assumendo proporzioni tali - ha detto Arioli - da diventare seriamente preoccupante. Il Municipio da solo non riesce a contrastarlo, per questo motivo è necessario che intervenga il Campidoglio in qualunque modo, anche ricorrendo all'esercito se ciò servisse a risolvere la situazione".

"Occorre che si prendano contromisure serie - ha concluso Arioli - anche sostenendo la proposta di legge presentata dalle Deputate Pd e dall'On. Alessandra Mussolini, al fine di adeguare Roma alle altre città europee come Amsterdam, Bruxelles e Berlino. Ciò per mettere fine una volta per tutte al degrado e consentire all'erario di ricevere anche un introito con il pagamento delle tasse".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bustifabrizio

    27 Dicembre 2014 - 07:57

    Basterebbe riaprire le case chiuse e legalizzarla la prostituzione come avviene in altri paesi. Non mi pare che ci vuole uno scienziato per capire e comprendere come risolvere questo problema. E sai quanti soldi incasserebbe lo Stato in un anno.

    Report

    Rispondi

  • bustifabrizio

    27 Dicembre 2014 - 07:52

    D'accordo su tutto. Ma questa prostituzione illegale sembra un caso irrisolvibile e non si sa mai chi comanda in questo paese e la situazione è diventata incontrollata senza una via d'uscita e il degrado aumenta sempre di più. Cosa aspettano le istituzioni a legalizzarla la prostituzione togliendole dalle strade sarebbe più igienico e fargli pagare le tasse come le pagano tutti i cittadini.

    Report

    Rispondi

Coronavirus, controlli a Casalpusterlengo: ritardi nei treni a Milano

Coronavirus, Beppe Sala: "Rispettate le regole e niente corse ai supermercati per accaparrarsi cibo"
Coronavirus, Franco Bechis contro Giuseppe Conte & Co: "Cosa diceva il premier, chi sono i veri sciacalli"
Coronavirus, la risposta dei ragazzi veneti alla giornalista: "Paura? No, noi abbiamo l'alcol. Ci proteggerà"

media