Cerca

lombardia/milano

Milano: da lunedì assegnazione alloggi pubblici avverrà online

13 Settembre 2019

0

Milano, 13 set. (AdnKronos) - Il nuovo Regolamento regionale della Lombardia consentirà, da lunedì 16 settembre, a Milano di assegnare le case popolari attraverso la piattaforma informatica regionale. I cittadini potranno scegliere l'alloggio più idoneo alle proprie esigenze e presentare la domanda in via telematica. Sarà così archiviata definitivamente la vecchia procedura cartacea e la graduatoria. Infatti, le domande saranno indirizzate direttamente all'ufficio responsabile dell'assegnazione. Alla chiusura dell'avviso sarà prodotta in automatico una graduatoria degli assegnatari in ordine decrescente e in base all'indice di disagio con il relativo punteggio.

Per presentare la domanda sarà sufficiente collegarsi all'indirizzo www.serviziabitativi.servizirl.it dove il richiedente tramite il tasto 'cittadino' potrà raggiungere la pagina dedicata agli avvisi degli alloggi pubblici. Con la procedura di autenticazione Spid (Sistema pubblico di identità digitale) o Cns (Carta nazionale dei Servizi) e codice Pin, l'utente ha la possibilità di entrare nella piattaforma, visualizzare l'elenco degli alloggi disponibili - presenti negli avvisi aperti - e presentare la domanda. Il richiedente potrà scegliere fino a cinque alloggi. L'abbinamento di questi con il nucleo familiare richiedente viene fatto in automatico dalla piattaforma nel momento in cui viene presentata la domanda e non dopo l'approvazione della graduatoria. Saranno assegnati 457 alloggi di cui 240 sono di proprietà Aler e 217 del Comune di Milano. L'avviso rimarrà aperto fino al 2 dicembre 2019.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Bagno di folla per Matteo Salvini al suo arrivo a Pontida

Salvini duro con la signora che ha rifiutato l'affitto alla ragazza foggiana: "Una cretina"
Matteo Salvini sicuro su Pontida: "Sarà la più partecipata di sempre. Vogliamo unire il Paese"
"I Conte tornano". Camera con Vista, i retroscena dalla settimana del bis

media