Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giulio Tremonti, spread alle stelle? "Ecco il ruolo delle banche"

Matteo Legnani
  • a
  • a
  • a

Dipinge uno scenario drammatico, l'ex ministro dell'Economia del governo Berlusconi, Giulio Tremonti. Parlando di spread alla presenza del consigliere del ministro Savona, Antonio Rinaldi, Tremonti, ripreso da Il Giornale, spiega che "crescerà perchè è legato alle banche e ai loro guai: con lo spread, perdono valore i titoli nelle mani degli istituti di credito, che sono così costretti a ricapitalizzare; non potendo farlo, chiudono il credito alle imprese in una fase economica già difficile. Inoltre, con la Borsa che va giù, è più facile che le nostre imprese siano comprate dagli investitori esteri. Il problema è che Paolo Savona è rimasto agli anni '90" ha spiegato Tremonti. E Rinaldi: "Rischiamo di diventare un outlet, ma se alle prossime elezioni vincono i sovranisti, l'Europa cambierà". Chiosa di Tremonti: "Sì, ma i sovranisti tedeschi sono quelli che vogliono metterlo in quel posto a noi". Leggi anche: Giulio Tremonti: "Il problema non sono i mercati, ma..."

Dai blog