Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alan Friedman: "Lo spread costa agli italiani 15 miliardi di interessi sul debito. Politica incendiaria"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Ad Alan Friedman questa manovra non piace e dopo le ultime giornate nere registrate in Borsa attacca il governo: "Spread a quasi 309, e se continuasse così costerebbe agli italiani circa 15 miliardi di interessi in più sul debito pubblico nei prossimi due anni", calcola. "Questo è un danno agli italiani e non è stato causato da Soros o dal Fmi o Bankitalia ma da una retorica incendiaria e irresponsabile", scrive su Twitter con un chiaro riferimento a Matteo Salvini e a Luigi Di Maio.  Leggi anche: Italia, il ribaltone dei fondi sovrani: possono salvare il governo. Ma la Bce... "Ma smettila di far terrorismo", gli risponde uno, "d'altronde tu sputi su Trump che anche lui ha vinto le elezioni americane. Salvini e i 5 Stelle in Italia si sono uniti per formar il governo i numeri ci sono". E un altro: "Comunque meno dei clandestini. Per compensare vanno espulsi 5000 immigrati ogni punto di spread in più. Gli interessi sul debito almeno non provocano problemi di ordine pubblico né sovraffollamento delle carceri".   Spread a quasi 309, e se continuasse così costerebbe agli italiani circa €15mld di interessi in più sul debito pubblico nei prossimi due anni. Questo è un danno agli italiani e non è stato causato da Soros o dal Fmi o #Bankitalia ma da una retorica incendiaria e irresponsabile.— Alan Friedman (@alanfriedmanit) 12 ottobre 2018

Dai blog