Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Emmanuel Macron, immigrati: "I populisti sono come la lebbra"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Un attacco nascosto a Matteo Salvini e al governo giallo-verde. Dopo aver definito gli italiani "vomitevoli" per la decisione di bloccare i porti alla nave Aquarius con a bordo seicento migranti, Emmanuel Macron ha definito i nazionalismi in Europa la "lebbra che cresce" e si è scagliato contro "il nazionalismo che rinasce, la frontiera chiusa che alcuni propongono" e anche chi "tradisce l'asilo stesso", sottolineando però al tempo stesso che non si può "accogliere tutti". Leggi anche: Salvini orgoglio italiano, deride in pubblico Macron: "La verità? È solo un..." Insomma, Macron ha rivendicato la sua politica migratoria e ha lanciato un appello a un anno dalle elezioni europee del 2019: "Vi chiedo di non cedere, in questi tempi difficili che viviamo, il vostro amore per l'Europa". Poi ha proseguito: "Ve lo dico con grande serietà. Molti la detestano (l'Europa ndr.), ma la detestano da molto tempo, e li vedete crescere, come una lebbra, un po' ovunque in Europa, in Paesi in cui pensavamo che fosse impossibile vederla ricomparire. E degli amici vicini, dicono il peggio e noi ci abituiamo", ha detto indignato. "Lo dico a tutti coloro i quali danno lezioni. Spiegatemi che bisogna accogliere tutti. Ma guardate la società francese e le sue fratture! Guardate quello che facciamo anche, e non dobbiamo vergognarcene", ha concluso Macron.  

Dai blog