Cerca

La vendetta

Pierre Moscovici, l'ultimo drastico avvertimento all'Italia: "Non può fare quel che vuole"

5 Novembre 2018

5
Pierre Moscovici, l'ultimo drastico avvertimento all'Italia: "Non può fare quel che vuole"

Nel giorno della riunione dell'Eurogruppo, il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici, ha attaccato di nuovo il governo Lega-M5s con un'intervista a France info: "L'Italia deve rispettare le regole comuni perché non si può fare ciò che si vuole quansi si appartiene alla zona euro".

Il commissario francese è tornato a criticare la manovra economica italiana, già drasticamente bocciata da Bruxelles nei giorni scorsi: "Che il governo italiano voglia mettere in opera un piano contro la povertà e degli investimenti in infrastrutture lo capisco perfettamente e non lo discuto. Ma non si può fare ciò che si vuole quando si appartiene alla zona euro, perché i governi e gli Stati hanno firmato insieme dei trattati, il Patto di stabilità, che impone delle regole comuni. Tutti le hanno rispettate, se all'improvviso qualcuno dice che queste regole non valgono, parla non solo al popolo ma anche ad altri".

A Bruxelles, il ministro dell'Economia Giovanni Tria troverà un comitato d'accoglienza più ostile del solito, con la regia di Moscovici sempre più convinto a chiedere una revisione del Documento programmatico di bilancio: "I ministri delle Finanze diranno che il passo della Commissione è un passo di rispetto dello Stato di diritto e di rispetto di una regola che non è stupida, perché assicura che il debito pubblico non aumenti troppo".

L'ipotesi sanzioni contro l'Italia non è affato escluso, anche se Moscovici prova a tendere la mano a Roma: "Noon sono mai stato un partigiano di una sanzione, sono a favore del dialogo. Sono per un dialogo ininterrotto, continuo, vigoroso per l'Italia".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francesco calabrò

    05 Novembre 2018 - 16:04

    Moscovici noto nelle parole e sono sicuro che lo pensano milioni di italiani che dimostri di essere un politico senza scrupoli e demagogico sciorinando falsità e sei anche nel campo economico un prevenuto senza alcuna competenza in quanto ancora la manovra era in fase di definizione e subito tu e Junker sconsideratamente l'avete bocciata. E' lampante il vostro interesse personale e non comunitario

    Report

    Rispondi

  • Oscar1954

    05 Novembre 2018 - 16:04

    E mi sembra abbia perfettamente ragioni. I patti sottoscritti vanno rispettati. Eventualmente si puo' chiedere ai propri partner di ottenere una deroga agli impegni assunti.

    Report

    Rispondi

    • cofoma

      06 Novembre 2018 - 17:05

      I patti e regole, i primi a non rispettarli sono la francia e la germania,. Questi vogliono solo i nostri soldi

      Report

      Rispondi

  • alberto_r

    05 Novembre 2018 - 14:02

    cominciate a portare gli euro fuori dall'Italia che e' meglio , le chiacchiere stanno a zero.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media