Cerca

esteri

Google, cambio al timone di Alphabet

Larry Page e Sergey Brin hanno annunciato le loro dimissioni rispettivamente da ceo e presidente. Arriva Sundar Pichai

4 Dicembre 2019

0
Google, cambio al timone di Alphabet
Larry Page e Sergey Brin hanno annunciato le loro dimissioni rispettivamente da ceo e presidente. Arriva Sundar Pichai

Washington, 4 dic. (Adnkronos) - Larry Page e Sergey Brin hanno annunciato le loro dimissioni rispettivamente da ceo e presidente di Alphabet, la holding che controlla Google, ma resteranno membri del board della società. Il posto dei due fondatori del noto motore di ricerca, riporta la 'Bbc', sarà preso da Sundar Pichai, già ceo di Google.

In una lettera congiunta, Page e Brin hanno annunciato che resteranno "coinvolti attivamente come membri del board, azionisti e co-fondatori", sottolineando come sia arrivato il momento di "assumere il ruolo di genitori orgogliosi, offrendo consigli e amore ma non assillo quotidiano".

"Non siamo mai stati quelli aggrappati a ruoli dirigenziali quando pensiamo che ci sia un modo migliore per gestire l'azienda. E Alphabet e Google non hanno più bisogno di due amministratori delegati e di un presidente", hanno scritto nella lettera, evidenziando come "non ci sia persona migliore" di Pichai per guidare l'azienda.

Nato in India 47 anni fa, dove ha studiato ingegneria, Pichai ha continuato gli studi negli Stati Uniti presso la Stanford University e la University of Pennsylvania prima di entrare in Google nel 2004. In una dichiarazione ha affermato di essere "entusiasta" della nomina e ha reso omaggio a Page e Brin.

"I fondatori hanno dato a tutti noi una possibilità incredibile di avere un impatto sul mondo - ha affermato Pichai - Grazie a loro, abbiamo una missione senza tempo, valori duraturi e una cultura della collaborazione e della ricerca che rende entusiasmante andare a lavorare ogni giorno".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Liliana Segre, a Milano la marcia di solidarietà dei sindaci: "L'odio non ha futuro"

Matteo Salvini, messaggio ai giallorossi: "Il mio obiettivo è tornare al governo"
Zingaretti, l'amara ammissione sulla verifica di governo: "Dobbiamo ridare la fiducia agli italiani"
Mes, Giuseppe Conte: "Non temo il confronto con il Parlamento"

media