Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Donald Trump, i democratici presentano l'impeachment per incitazione all'insurrezione. Ma Alan Dershowitz: "Non possono farlo"

  • a
  • a
  • a

I deputati democratici hanno depositato la risoluzione contenente la richiesta di impeachment contro Donald Trump, accusato di “incitazione all’insurrezione” in relazione a quanto verificatosi a Capitol Hill lo scorso 6 gennaio, quando migliaia di manifestanti hanno assaltato il Congresso, provocando anche cinque morti. “Il presidente Trump ha messo gravemente in pericolo la sicurezza degli Stati Uniti e delle sue istituzioni di governo e ha minacciato l’integrità del sistema democratico”, si legge nell’unico articolo presente nel testo. Il voto alla Camera si dovrebbe tenere entro questa settimana, la richiesta ufficiale è che il presidente sia rimosso e condannato per tradimento e abuso d’ufficio.

Non solo, perché i democratici chiedono anche l’interdizione dai pubblici uffici: in pratica vogliono completamente annientare “The Donald” dal punto di vista politico per non correre il rischio che possa rappresentare una minaccia in futuro. Secondo Alan Dershowitz, che difese Trump nel primo processo per impeachment, la risoluzione depositata dai democratici non ha alcun senso: “Difenderei di nuovo il primo emendamento dai tentativi di trasformare la Costituzione in un’arma tra fazioni nel breve periodo - ha dichiarato al Corsera - è semplicemente sbagliato. Che si tratti di Obama, Jefferson, Lincoln o dell’ex presidente Trump, il Congresso non ha il potere di mettere sotto impeachment un privato cittadino. La Costituzione è chiara: l’impeachment si applica a presidenti in carica”. 

Dai blog