Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gina Lollobrigida e Piazzolla a Live Non è la D'Urso: "Rigau è un mascalzone, spero vada in prigione"

Francesco Fredella
  • a
  • a
  • a

Gina Lollobrigida torna a parlare. E’ lucida più che mai. Lei, un’attrice formidabile amata in tutto il mondo- è  paladina dei diritti gay. Dopo l’apertura di Papa Francesco (le sue dichiarazioni hanno spaccato la Chiesa), anche la Lollo si schiera a favore delle unioni civili. “Non ci credevo, aspettavo di avere notizie certe. E’ stato un passo importante del Papa”, dice la Lollo. Che torna a parlare del matrimonio con Rigau (che continua a dire di averla sposata). “Non c’è mai stato”, tuona la Lollo al Live Non è la D'Urso. Gina è in perfetta forma. Lucida, lo ripetiamo. 

 

 

 

Intanto, Rigau (l’uomo che sostiene di averla sposata per Procura) - come racconta la d’Urso in diretta - è stato invitato al Live. Ma non si è presentato. “Riagu, il 16 settembre, ha cercato di iscrivere il matrimonio al registro civile di Barcellona. Gli avvocati dovrebbero dire a Rigau di non importunate Gina. Il matrimonio è stato sciolto dal Papa”, dice Piazzolla (il factotum dell’attrice, rinviato a giudizio con l’accusa di circonvenzione di incapace). “C’è la documentazione, Rigau ha tentato di nuovo”. E la Lollo tuona: “E’ un mascalzone. Non vedo l’ora che vada in prigione”. 

Dai blog