Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto Roberto Roversi: un poeta al servizio di Lucio Dalla

A 89 è scomparso lo scrittore e intellettuale divenuto celebre al grande pubblico per aver collaborato con il cantautore negli Anni 70 con tre album fondamentali per la musica leggera italiana

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Si è spento ad 89 anni a Bologna il poeta Roberto Roversi. L'intellettuale, ex partigiano, scrittore e già direttore di Lotta continua, aveva composto anche molte canzoni, alcune delle quali interpretate da Lucio Dalla e il gruppo bolognese degli Stadio. E proprio alla collaborazione con il compaesano Dalla è legata la fama popolare di Roversi, grazie al trittico di album realizzati in coppia negli anni Settanta: Il giorno aveva cinque teste (1973), Anidride solforosa (1975) e Automobili (1976).  Le reazioni - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano appresa la triste notizia, in un messaggio ha espresso la sua commossa partecipazione al lutto del mondo della cultura e della città di Bologna per la perdita di un poeta, scrittore e intellettuale profondamente legato alla sua terra, sensibile interprete delle inquietudini e delle trasformazioni della nostra società. "E' l'ennesimo lutto del modo della cultura bolognese - ha commentato il sindaco di Bologna Virginio Merola -: se ne va uno dei più grandi intellettuali che questa città abbia avuto". "Una grande perdita", ha proseguito il sindaco, ricordando Roversi come "partigiano, uomo di cultura, persona che della scrittura ha saputo fare un'arte interpretandola in ogni suo aspetto". "Ci lascia un grande scrittore, un grande artista di Bologna, un  intellettuale a tutto tondo che ha attraversato la storia del '900", ha ricordato all'Adnkronos l'assessore alla Cultura del Comune di Bologna Alberto Ronchi.        

Dai blog