Cerca

Berlusconi: riforma giustizia

Chiederemo anche al popolo

16 Ottobre 2009

17
Berlusconi: riforma giustizia
 «Non è cosa facile, non sono facili le scelte sulla strada da seguire: io sono per esempio per una riforma costituzionale». Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi risponde così a chi gli chiede una scadenza per la più volte annunciata riforma della giustizia. Berlusconi punta ad una riforma «che prenda il toro per le corna e faccia del nostro Paese una democrazia vera, non soggetta al potere di un ordine che non ha legittimizzazione elettorale». Per il presidente del Consiglio «c'è quindi un grande lavoro da fare». E a chi gli chiede se ricercherà larghe intese in Parlamento replica: «Faremo come sarà possibile fare». Berlusconi ricorda che la legge elettorale prevede anche l'intervento degli elettori attraverso il referendum. La parola, puntualizza «del popolo, perchè credo che un cambiamento così debba essere fatto anche attraverso il ricorso al popolo».

Berlusconi è poi tornato sulla bocciatura del lodo Alfano da parte della Corte Costituzionale: «Una decisione assolutamente non condivisibile» ha affermato. «Praticamente la Corte - ha spiegato il premier - ha detto ai pm rossi di Milano: 'riaprite la caccia all'uomo nei confronti del premier'».

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    11 Novembre 2009 - 19:07

    SULLA GIUSTZIA...COSA AGGIUNGERE ?? Qualche annetto fa hanno strombazzato sulla G(?)iustizia ...poi s'è saputo che trattavasi di...carriere dei giudici. Ora si ritorna a riparlarne..ma per accorciare i tempi dei processi. Mentre la gente è delusa dalla "largheza delle maglie" e dalla assenza di certezza della pena. Per non parlare delle famigle delle vittime. Basta guardare un qualsiasi telegionale !! Ma che ne parliamo a fare ? Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • allengiuliano

    19 Ottobre 2009 - 18:06

    Sono sicuro che chiedendo ai cittadini non servirebbero le elezioni/referendum, di sicuro la cosa sarebbe approvata per alzata di mano!!! Tanto è la fiducia in quella classe di giudici che non fanno niente e guadagnano molto, lasciando la giustizia italiana alla pari con quella del Burundi o peggio!

    Report

    Rispondi

  • serroc

    19 Ottobre 2009 - 18:06

    Ritengo che quanto avviene sia per la giustizia per i gruppi industriali e di informazione come pure le banche abbiano tutti interessi personali o di lobby da difendere. Certamente nessun interesse a difesa e alla programmazione sociale e politica per i cittadini. e' disgustoso

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media