Cerca

Mafia, Alfano bacchetta i magistrati

"Meno tv, lavorino di più in procura"

9 Dicembre 2009

20
Mafia, Alfano bacchetta i magistrati
Il ministro per la Giustizia punta l'indice contro una certa magistratura. Quella che alla toga e all'aula di tribunale preferisce micorofoni e studi televisivi. Durante una conferenza stampa al Senato insieme al ministro dell'Interno Maroni e ai leader del Pdl per illustrare i risultati del governo Berlusconi nella lotta alla criminalità organizzata, Alfano ha sollecitato i magistrati a stare lontani dalla ribalta dei mass media: « Lavorando di più in procura e senza le luci delle telecamere si arresta qualche latitante in più, con qualche convegno in meno e qualche latitante in più si fa il bene del Paese». Una proposta cui si sente di rispondere il procuratore di Napoli Giovandomenico Lepore: «Per quanto mi riguarda contano i risultati che sta producendo la procura, soprattutto negli ultimi tempi. In tv non ci vado proprio, sono rimasto ancora alla radio».


Gasparri, siamo i docenti dell'antimafia- Maurizio Gasparri certe cose le chiarisce subito. E sull'azione del governo nel contrastare la mafia non ha dubbi. 
«Mai nessun governo prima d'ora ha messo in campo un'azione di contrasto così intensa contro la mafia e la criminalità organizzata: noi siamo docenti dell'antimafia, altri della sinistra sono latitanti dell'antimafia». Il presidente dei senatori del PdL ha rinnovato la sua polemica contro la lettura politica delle vicende di mafia che definisce "santorismo", insiste sulla necessità del carcere duro per i capi cosca. «I governi di centrodestra hanno sempre rafforzato e inasprito il carcere duro conil41 bis», ha detto Gasparri. «Se poi dovessi ragionare come i D'Avanzo e i Santoro - ha chiosato - allora dovrei dire che il centrosinistra non si è impegnato abbastanza contro la mafia? Che Prodi e D'Alema hanno spalleggiato la mafia avendo dimenticato di prorogare il 41 bis giunto a scadenza? Non l'ho pensato e non lo penso». Gasparri ha poi ricordato come alla fine del '99 «la sinistra si era dimenticata di predisporre la proroga di quel provvedimento». «È stato il sottoscritto - ha proseguito - a riproporre la norma. Io feci la proposta e soltanto sei mesi dopio arrivò quella del centrosinistra». «Il 41 bis - ha aggiunto il deputato Pdl - èstato prorogato nell'inerzia del governo Prodi e D'Alema. Non sono un santorista e non ragiono come D'Avanzo, altrimenti dovrei avere sospetti sull'azione di quei governi. Nel 2002 il 41 bis è stato reso permanente e grazie al centrodestra quella norma è stata ulteriormente inasprita. Alcuni di noi - ha concluso Gasparri - sono docenti dell'antimafia, alcuni della sinistra sono latitanti dell'antimafia».

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allengiuliano

    12 Dicembre 2009 - 11:11

    parole furono così giuste! Non si può dire ai magistrati che la terra è bassa e piegarsi è fatica. Già scaldano poco le sedie dove dovrebbero lavorare!

    Report

    Rispondi

  • gitex

    10 Dicembre 2009 - 14:02

    guarda che dove sono nato io non c'era (e non c'è) il culto di indirizzare i figli a fare lavori in cui "lavori poco, hai tante ferie e guadagni tanto"; mi hanno inculcato che nella vita bisogna lavorare onestamente per guadagnarsi la pagnotta; senza ideologie o furberie di sorta. Purtroppo non per per tutti così. Il fatto poi che alcuni magistrati hanno dato la vita "per permettermi di scrivere" (???) dico che tanti muratori sono morti per permettermi di avere un tetto sopra la testa. E sopra la tua. Tutte cose, queste, che non hanno nulla a che vedere col fatto che i magistrati lavorino 4,2 ora al giorno o che godano di una sacco di privilegi ben descritti nel libro di Livadiotti che a sinistra, non so perchè, non vogliono leggere.

    Report

    Rispondi

  • marino43

    09 Dicembre 2009 - 18:06

    Ehhhh..però crosta, lei come tanti altri, non ha risposto alle mie domande!!! Il punto è tutto lì!! Se qualcuno di voi mi vuole convincere che questo governo e saprattutto l'innominabile ha fatto tanto per il popolo...beh!! me lo deve dire...non bastano gli spot antikomunisti...o antiProdiani . I fatti sono fatti e alle domande si divrebbe rispondere.. altrimenti, come dicono a Roma e a dx... è fuffa!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media