Cerca

Diario

Troppi morti in mare: serve conoscenza, rispetto e attenzione

21 Agosto 2019

1
Troppi morti in mare: serve conoscenza, rispetto e attenzione

Il fatto che l’Italia sia da sempre circondata da tre parti dal mare, non autorizza a trattare il medesimo con sufficienza. In questo mese di agosto sono molte, troppe le persone morte in mare per proprie leggerezze o talvolta per fatalità. Sono purtroppo morti in mare anche giovanissimi stranieri che si erano buttati in acqua pur consapevoli di non sapere nuotare. Il mare, ripeto, richiede conoscenza, attenzione e rispetto. Ricordiamo comunque che di Federica Pellegrini e di Filippo Magnini non ce ne sono molti in giro e anche loro, come mi raccontò una volta Federica Pellegrini, hanno molto rispetto per il mare, non lo considerano un compagno di strada. In questi ultimi giorni di vacanza fate attenzione.

di Maurizio Costanzo

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frank44fausto

    23 Agosto 2019 - 14:02

    Basterebbe che le Ong fossero fermate in partenza.

    Report

    Rispondi

Venezia, ecco come sarà il Mose una volta completato: immagini sorprendenti

Salvini ironizza su Zingaretti: "Dopo la riproposta dello Ius soli si è preso i 'vaffa' pure dagli alleati"
Che tempo che fa, David Grossmann con Liliana Segre: "So cosa ha passato"
Maltempo, Alto Adige in ginocchio sotto la neve: valanghe come colate di lava, interi villaggi devastati

media