Cerca

diario

Un bambino dimenticato sul treno? I genitori dovrebbero chiedersi perché

9 Settembre 2019

0
Un bambino dimenticato sul treno? I genitori dovrebbero chiedersi perché

Si parla e si scrive spesso di rapporti difficili all’interno delle famiglie, ma non avevo mai letto di una coppia di giovani genitori che ha dimenticato in treno il figlio di due anni. Per fortuna tutto è andato per il meglio sulla Rimini-Bologna, in quanto l’intervento del capo-treno è stato determinante. Mi faccio solo una domanda: cosa avrà provato, quel bambino di due anni, nel vedere che il padre e la madre erano scomparsi e lui era rimasto solo? Quel trauma, chi si preoccuperà di farglielo superare? Non voglio dire niente sui due genitori, perché il fatto si commenta da solo. Comunque, la domanda che si devono fare i genitori, è perché può essere loro accaduto un fatto del genere.

                                                                                                                                                        di Maurizio Costanzo

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Giorgia Meloni ad Atreju: "Matteo Renzi è campione mondiale di faccia di bronzo"

Scontri tra black bloc, gilet gialli e polizia alla marcia per il clima a Parigi, fiamme sugli Champs-Elysées
Matteo Salvini, chiesta archiviazione per la Gregoretti: "Vediamo se il tribunale dei ministri ribalta tutto"
Clima, Greta Thunberg all'Onu: "Noi giovani uniti e inarrestabili" 

media