Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Papa Francesco: "I migranti non sono una minaccia e gli Stati devono proteggerli"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Accoglienza. E' la parola d'ordina di Papa Francesco che lancia un nuovo monito sui migranti in occasione dell'udienza ai partecipanti all'Assemblea Plenaria della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali che si svolge dal 1° al 3 maggio 2019, presso la Casina Pio IV in Vaticano, sul tema Nation, State, State Nation. "Il migrante non è una minaccia alla cultura, ai costumi e ai valori della nazione che accoglie. Anche lui ha un dovere, quello di integrarsi nella nazione che lo riceve. Integrare", continua Bergoglio, "non vuol dire assimilare, ma condividere il genere di vita della sua nuova patria, pur rimanendo sé stesso come persona, portatore di una propria vicenda biografica. In questo modo, il migrante potrà presentarsi ed essere riconosciuto come un'opportunità per arricchire il popolo che lo integra". Ed è "compito dell'autorità pubblica proteggere i migranti e regolare con la virtù della prudenza i flussi migratori", ammonisce Papa Francesco, "come pure promuovere l'accoglienza in modo che le popolazioni locali siano formate e incoraggiate a partecipare consapevolmente al processo integrativo dei migranti che vengono accolti".

Dai blog