Cerca

Disco rotto

Papa Francesco, tempismo troppo sospetto: "Aprire porte e frontiere". Ma scorda qualcosa

7 Agosto 2019

13
Papa Francesco

Alla prima udienza generale dopo le brevi vacanze, Papa Francesco non cambia il ritornello. Subito dopo il sì al decreto sicurezza-bis, il Pontefice torna a parlare di solidarietà ed accoglienza. E ogni riferimento non è puramente casuale. Lo ha fatto in aula Nervi, dove erano presenti 6mila fedeli provenienti da tutto il mondo. Tra loro dei bambini profughi, ai quali ha detto: "Con affetto saluto i bambini profughi ospiti della Cooperativa Auxilium".

Dunque, il Papa ha rimarcato che la "chiesa, che vede chi è in difficoltà, non chiude gli occhi, sa guardare l'umanità in faccia per creare relazioni significative, ponti di amicizia e di solidarietà al posto di barriere". E ancora, ha parlato di una "Chiesa senza frontiere, che si sente madre di tutti e che sa prendere per mano e accompagnare per sollevare". "Non dimentichiamo: la mano tesa sempre! È la mano di Gesù che aiuta gli altri ad alzarsi", ha aggiunto Bergoglio. Accoglienza e mano tesa, insomma, anche se le porte aperte in Vaticano ancora faticano a vedersi...

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • michele pizzuti

    07 Agosto 2019 - 22:10

    possibile che non ci sia un commento che si richiami al dovere dell'accoglienza, nei modi che volete, ma sempre accoglienza. Vi basta chiudervi dietro il muro di "apri prima il vaticano" (a parte che nelle parrocchie i profughi ci sono), "pensa alla pedofilia" (a parte che lo fa, "pensa ai fatti tuoi" (questo dovrebbe fare il capo della chiesa?). Cosa vi ispira il Rosario del Capitano?

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    07 Agosto 2019 - 20:08

    Ma fa parte del Bindemberg?

    Report

    Rispondi

  • levantino

    07 Agosto 2019 - 15:03

    Si faccia i c****suoi. Preti pedofili,per non dire altro. Faccia un poco di ordine in Vaticano,senza cercare gli altri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Consultazioni al Quirinale, Matteo Salvini attraversa i corridoi per arrivare da Sergio Mattarella

Silvio Berlusconi: "Non vi dico come Merkel e Macron commentavano Lega e M5s"
Giorgia Meloni al Colle: "Mattarella oggi può scegliere tra due possibilità"
Nicola Zingaretti: "Per un nuovo governo il Pd ha principi inderogabili"

media