Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luca Sacchi, le chat inquietanti con Anastasiya Kylemnyk: "Sei con uno dei tuoi amanti?", "Cogli*** mammone"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Dalle ultime chat tra Anastasiya Kylemnyk e Luca Sacchi emerge che il loro rapporto era tutt'altro che sereno. Poco prima dell'omicidio la coppia continuava a litigare, lui accusava lei di tradirlo con diversi amanti mentre lei gli rinfacciava di essere un "cogli***" e un "mammone". Tra i messaggi, pubblicati da Il Messaggero, si legge: "Basta, da ora in avanti faccio quello che voglio", scriveva Anastasiya un mese prima che il proiettile sparato da Valerio Del Grosso uccidesse il bodybuilder. "Stai con uno dei tuoi amanti?" chiedeva lui. E lei passava al contrattacco: "Quindi tu starai sempre dalla parte di tua madre e mai dalla mia, giusto? Se ti dice: scegli o me o lei, tu dirai mammina, vero?". Il 9 settembre Anastasiya chiede a Luca: "Ti va ancora di stare con me? Ti va di amarmi? Non è un gioco o una domanda scontata". Sacchi risponde di sì e lei: "Tu vuoi stare con una come me?", "Una come te?", chiede Luca, e lei ripete: "Una come me". E Luca: "Dopo la sbroccata di prima ho paura, ma comunque sì, voglio stare con te, tu?". Anastasiya si irrita: "E già questa risposta ad una come me, sono sincera, non mi piace per niente, mi fa solo allontanare e penso alle cose che ti ho detto prima. Forse, davvero, potremmo essere degli ottimi amici che si vogliono bene, forse è questo che ci aspetta".   Leggi anche: "Ma se la lascio, che fine fa?". Luca Sacchi, le ultime e inquietanti parole sulla sua Anastasiya L'11 settembre lei scrive: "Sei perfetto in tutto, perché sai frenarmi e invogliarmi allo stesso tempo". Due giorni dopo cambia idea: "Non mi rompere, mi hai stufato. Non perché voglio che tu lo sappia, ma d'ora in avanti, te l'avevo già detto, faccio quello che voglio e non una relazione di costrizioni". E ancora: "Ma che ca*** vuoi dire che io ti tratto come fai te? Che ti perc*** davanti agli altri. O che per caso ti mando a casa col rischio che succede qualcosa e io me ne vado perché ho sonno o perché mamma si preoccupa. Penso sempre in primis a te, in cambio ho un cogli*** che mi dice che la mia vita fa schifo e mi sfogo con lui. Sappi che la mia vita ha cominciato a fare schifo da quando ci sei tu".  Infine, Luca: "Non mi sono fidato troppo perché eri un po' fatta e avevo paura di qualsiasi cosa". Lei: "Vaffanc***". Lui: "Hai fatto proprio una cazz*** grossa come una casa e ti giuro mi ha dato proprio fastidio. Ancora non ho risolto, per un motivo o per l'altro. Certe volte mi scordo, altre non se po' fa'".

Dai blog