Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, neonato ricoverato a Bergamo. “Valutiamo di allargare la zona rossa”

  • a
  • a
  • a

Allarme a Bergamo per un neonato di poche settimane di vita che è risultato positivo al coronavirus.. "Non è intubato. Il piccolo era già in un percorso assistenziale post nascita che viene considerato normale rispetto alle condizioni cliniche"., ha spiegato il presidente dell'Iss, Silvio Brusaferro, in conferenza stampa dalla Protezione Civile. 

«Da noi c'è un bimbo di un anno, abbiamo fatto un tampone per scrupolo perché aveva delle difficoltà respiratorie». È quanto invece dicono all'Adnkronos dall'ospedale bergamasco Papa Giovanni XXIII, parlando di "un ricovero recentissimo, di ieri sera o addirittura stamattina (3 marzo ndr). Il piccolo non è intubato, respira da solo - precisano -. Le sue condizioni non destano particolare preoccupazione".  Intanto l'Istituto superiore della Sanità sta pensando di allargare l'estensione della zona rossa. "Stiamo valutando l'opportunità di estenderla sulla base di alcuni criteri epidemiologici, geografici e di fattibilità della misura", ha spiegato il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro parlando riferendosi all'area del bergamasco. "Stiamo analizzando con la Lombardia con grande attenzione su nuovi casi per comuni della cintura bergamasca - ha concluso - e stiamo vedendo con i dati d'incidenza e in base ai tassi di riproduzione del virus".

Dai blog