Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il professore Massimo Galli: "Più test e nuova stretta sui divieti o l'epidemia continuerà a correre"

  • a
  • a
  • a

Per il professore Massimo Galli, primario infettivologo del Sacco di Milano, sono due le armi principali per sconfiggere il Covid-19: "Il distanziamento sociale. E va bene, questo l' abbiamo fatto. Ma se non tracciamo i contatti, quando mai fermiamo l' epidemia?".. Lo rivela in una intervista al Messaggero in edicola oggi.  "Uno studio, pubblicato il 28 febbraio sulla rivista The Lancet, rileva che considerando un tasso netto di riproduzione del 2.5, l' isolamento dell' 80% delle persone che sono entrate in contatto con un paziente affetto da coronavirus permetterebbe di controllare il 90% dei focolai. Un altro parametro fondamentale è il tempo che intercorre tra insorgenza dei sintomi e isolamento: pur con l' isolamento dell' 80% dei contatti, in questo modello matematico la probabilità di controllare il focolaio scende dall' 89% al 31% se la quarantena avviene in ritardo, cioè circa otto giorni dopo i primi sintomi. Non solo. Il tasso netto di riproduzione del virus è tra 2 e 3 e secondo il modello sarebbe necessario rintracciare più del 70% dei contatti dei pazienti per controllare il focolaio. Infine la chiusura dei negozi, di bar e ristoranti è decisamente importante, ma la definizione delle attività che possono essere continuate va subito specificati", precisa il professore.

 

 



 

Dai blog