Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus creato in laboratorio? Secondo video del Tgr Leonardo, febbraio 2020: "Stesso genoma, ipotesi non troppo fantasiosa"

  • a
  • a
  • a

Si infittisce sempre di più il "mistero" sulle origini del coronavirus. Ad aumentare i dubbi ci pensa il Tgr Leonardo. Dopo il primo e ben noto servizio, ne spunta un secondo, questa volta risalente al 17 febbraio 2020. "Il coronavirus sarebbe uscito dal laboratorio di Wuhan" dice la conduttrice prima di lanciare il video. "A pochi metri di distanza dal mercato dove si dice essere partito il virus, c'è il laboratorio di Wuhan per il controllo e la prevenzione delle malattie". "È qui - prosegue la giornalista Elena Cestino - che vengono tenuti gli animali proprio per studiare le malattie, come i 600 pipistrelli presenti".

 

 

La giornalista riporta il rapporto di due biologi della South Cina University. Lo studio parla di un ricercatore attaccato da uno dei pipistrelli e venuto in contatto con il sangue e l'urina dell'animale. Avvenimento che avrebbe costretto lo studioso a mettersi in quarantena. Ma non finisce qui: il servizio parla anche di una zecca che potrebbe portare il virus dal pipistrello all'uomo. "L'ipotesi non sembra troppo fantasiosa" conclude la Cestino che afferma: "Nel rapporto dei due biologi si legge anche che le sequenze del genoma dei pazienti coincideva tra l'89 e il 96 per cento con quelle del coronavirus". Insomma, tutto farebbe pensare, anche se i professionisti del mestiere lo smentiscono, a un incidente.

 

 

Dai blog