Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il coronavirus rallenta in Lombardia. Giulio Gallera: "La terapia intensiva si sta svuotando, le mascherine saranno una costante"

  • a
  • a
  • a

I numeri confermano il trend: in Lombardia il contagio da coronavirus sta rallentando, anche se è troppo presto per cantar vittoria. Di sicuro le ultime quattro settimane hanno richiesto uno sforzo enorme al sistema sanitario ed alla popolazione, ma iniziano ad arrivare i primi segnali positivi: i nuovi casi sono 1.154 (in totale 42.162), circa 400 in meno rispetto a 24 ore fa, ma soprattutto si è più che dimezzato il dato dei nuovi ricoverati (+202, 11.815 in totale) e sono stati solo 2 i nuovi pazienti in terapia intensiva (a fronte di 90 di media al giorno che la stanno lasciando). Giulio Gallera esulta anche per il dato dei dimessi (10.337, +1.082 rispetto a ieri), anche se il bilancio dei morti rimane duro (6.818, +458). L’assessore regionale al Welfare guarda al futuro con fiducia, ma lancia un monito sulla centralità che avranno le mascherine nella vita di tutti: “Arriveranno, abituiamoci a proteggerci con ogni cosa. Le mascherine dovranno essere una costante nei prossimi mesi”. 

Dai blog