Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Massimo Galli a Cartabianca: "Coronavirus e contagi, Natale come Ferragosto. Scordiamoci cenoni e famiglie allargate"

  • a
  • a
  • a

Il Natale 2020 sarà ricordato come il nuovo Ferragosto, la settimana in cui il coronavirus ha ripreso a galoppare sottotraccia? Lo pensa Massimo Galli, che ospite di Bianca Berlinguer a Cartabianca disegna uno scenario da incubo per dicembre. Secondo molti, l'obiettivo del governo è ancora quello di concedere agli italiani delle feste "serene", sia pur limitate. C'è chi parla di una "finestra" tra due lockdown, quello di novembre, imminente, e quello di gennaio, subito dopo Capodanno. 

"Rischio di lockdown generalizzato? Mi auguro di no ma temo di sì - ammette Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, in collegamento con il talk di Raitre -. Anche nella migliore delle ipotesi non possiamo trasformare il prossimo Natale nel Ferragosto scorso. Scordiamoci i grandi cenoni con le famiglie allargate". Insomma, addi sogni.  "Nel periodo estivo sarebbe servita una riprogrammazione degli ospedali - sottolinea ancora il professore -. Questa è una responsabilità delle regioni e in parte del governo. Il personale sanitario è scoraggiato e provato". E i frutti, amarissimi, li raccoglieremo nelle prossime settimane

Dai blog