Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, bollettino 24 gennaio: calano tutti i dati, ma spuntano 30 morti di Rsa in più dopo "verifiche interne"

  • a
  • a
  • a

Il bollettino di domenica 24 gennaio rilasciato dal ministero della Salute risente come sempre dell’effetto fine settimana, quando i numeri che generalmente tendono a scendere. Dall’aggiornamento quotidiano si evince che la situazione epidemiologica dell’Italia continua a essere stabile, seppur con qualche sbalzo importante del dato sui decessi che risente di eventuali ritardi nella comunicazione. Il bollettino di oggi dà conto di 11.629 contagiati, 10.885 guariti e 299 morti su 216.111 tamponi analizzati: sono circa 70mila in meno di ieri, ecco perché casi e decessi sono minori rispetto a ieri, quando il tasso di positività era però più basso del 5,4% di oggi. Da segnalare inoltre che, in seguito a una verifica interna dei dati sulle morti attribuibili al Covid, la provincia autonoma di Trento ha fatto sapere che oggi sono stati contagiati 30 decessi avvenuti in due Rsa nei mesi di novembre e dicembre 2020. Per quanto riguarda gli ospedali, il trend si conferma piuttosto stabile, anche se il saldo dei ricoveri in terapia intensiva è tornato a far registrare il segno “più”: è pari a +14 con 120 nuovi ingressi, mentre quello dei ricoveri in reparti Covid è -94 (21.309 posti letto attualmente occupati, 2.400 in rianimazione). Nel frattempo la campagna di vaccinazione è arrivata a 1.370.449 persone che hanno ricevuto la dose. 

Dai blog