Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Omissione di soccorso a un cane, pensionato multato per 389 euro

default_image

Merito della riforma del codice della strada. L'uomo ha investito un bastardino, che dopo poche ore è morto

carlotta mariani
  • a
  • a
  • a

La riforma del codice stradale ha coinvolto anche i migliori amici dell'uomo. Dal 13 agosto, infatti, è entrato in vigore il principio secondo cui anche gli animali hanno diritto di soccorso. Forse non lo sapeva il pensionato sessantenne che questa mattina ha investito un cane meticcio di nome Rocky a Legnaro, vicino a Padova. L'uomo, pur essendosi accorto di aver travolto l'animale con la sua Mini Cooper, non l'ha aiutato e il povero Rocky è morto dopo poche ore. Il padrone e alcuni passanti sono però riusciti a prendere il numero di targa del pensionato e han fatto denuncia ai carabinieri. Gli agenti hanno identificato e sanzionato l'uomo con una multa di 389 euro. Tanto, ma poteva andare peggio. In base all'articolo 189/bis del nuovo codice della strada, la pena pecuniaria può arrivare a 1.559 euro. Attenzione però perché anche se si è coinvolti in un incidente, non si è i diretti responsabili dell'investimento ma non si presta soccorso agli animali feriti, si rischiano comunque multe da 78 a 311 euro. La legge riconosce inoltre "lo stato di necessità" per il trasporto di animali in gravi condizioni. Chi, portandoli urgentementea un ambulatorio veterinario, dovesse violare le norme stradali, non verrà quindi sanzionato. L'attenzione verso gli amici a quattro zampe introdotta dal nuovo codice della strada è stata fortemente voluta dal Lav per combattere l'abbandono degli animali sulle strade. “La tutela degli animali - ha detto Gianluca Felicetti, Presidente della Lav  - acquisisce nei fatti un nuovo tassello per il suo riconoscimento, non solo a parole”.

Dai blog