Cerca

Questione di forme

Il chirurgo plastico: l'intimo più adatto a valorizzare il sedere

16 Aprile 2016

0
Il chirurgo plastico: l'intimo più adatto a valorizzare il sedere

Lui è il chirurgo plastico britannico Matthew Schulmann. Uno che, bontà sua, di sederi femminili ne ha visti tanti. Insomma, un'autorità del lato B. Che ha deciso di mettere questa sua conoscenza a disposizione non solo delle sue pazienti, ma di tutte le donne. Schulmann ha diviso i sederi femminili in cinque diverse forme in base alla posizione del bacino e delle anche, oltre che alle dimensioni dei muscoli e del grasso. La guida aiuta le donne a scegliere l'intimo più adatto a valorizzare il loro lato B.

1) Forma a "A": la maggior parte delle donne con un corpo "a pera" appartiene a questo gruppo. La biancheria intima che meglio calza è quella larga che arriva fino alla coscia. 2) Forma "a cerchio": è il fondoschiena di Kim Kardashian e di Beyoncè. La biancheria deve essere larga abbastanza da contenere tutta questa carne (o ben di dio, giudicate voi). 3) Forma a cuore: Con la forma a "cuore rovesciato", i fianchi sono più stretti del sedere. Si possono indossare tutti i tipi di intimo, puntando sopratutto sugli slip a vita bassa. 4) Forma a quadrato: la si ha quando la linea tra l'anca e la coscia è dritta. In questo caso, le mutande perfette sono le culotte. 5) Forma a "V": il bacino è più largo dell'anca, la mutandina più adatta è quella che aiuta a definire il fondoschiena, magari con del pizzo, ma senza coprire tutta l'area.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media