Cerca

Appunto

Un'espressione giuridica

27 Novembre 2014

2
Un'espressione giuridica

Susanna Camusso vuole rivolgersi all'Europa - la notizia è di ieri - per fermare la legge sul lavoro che l'Europa ha voluto. Vuole rivolgersi alla Corte di Giustizia, cioè, perché secondo lei il Jobs Act viola la Carta di Nizza, ossia la carta fondamentale dell'Unione. È un po' da capogiro e sa di mossa della disperazione, ma rende l'idea. Quale idea? Almeno un paio. La prima è che la Cgil è alla frutta: si affida alla stessa Europa che voleva sanzionarci per la mancata riforma del lavoro, e che proprio l'altro giorno, attraverso il presidente dell'Unione, si è complimentata per il Jobs Act. Pare discretamente ridicolo. La seconda idea è che i sindacati, però, siano meno scemi di quanto sembri: non è la prima volta che ricorrono all'Unione (che ha appena bocciato la normativa sui precari della scuola, per esempio) e forse hanno capito una cosa meglio di altri: che l'Europa, cioè, ci ha dato la riforma e solo l'Europa ce la può togliere. In secondo luogo, dunque, hanno intuito l'essenza dell'Europa stessa: una ex democrazia in cui le varie corti (tribunali, l'Aja, Strasburgo ecc) dialogano tra di loro all'interno di un ordine giuridico globale; una "jurecrazia" dove il controllo dei poteri democratici viene esercitato da chi è privo di mandato popolare. Proprio come i sindacati. Ecco perché rischiano di trovarsi bene. Qualcuno disse che l'Italia era solo un'espressione geografica: ma era una battuta. Che cosa sia diventata l'Europa, invece, non fa più ridere da un pezzo.

di Filippo Facci
@FilippoFacci1

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick2

    28 Novembre 2014 - 10:10

    Similmente alla Camusso, un personaggio a lei caro, dopo essere stato rimosso dal suo incarico dall’Europa, perché ritenuto indegno di rappresentare l’Italia sia dal punto di vista morale che a causa dei procedimenti penali che aveva a suo carico, ha fatto ricorso alla Corte Europea dei diritti dell’uomo per chiedere l’illegittimità della sentenza emessa contro di lui.

    Report

    Rispondi

  • fisis

    27 Novembre 2014 - 21:09

    Quello che è paradossale e grottesco è che questi comunisti o ex(?) comunisti siano così velocemente diventati europeisti convintii, essendo stati, in un passato non così lontano, ferocementei anti Nato, anti Usa, anti U.E. , ai tempi del bel sole dell'avvenire dell'Unione Sovietica. Questo la dice lunga sull'attuale stato dell'unione euuropea sovietica.

    Report

    Rispondi

media