Cerca

Non c'è più religione

Vittorio Feltri: Igor il russo prega, Eleonora Giorgi in convento. Andate al diavolo

5 Gennaio 2018

11
Vittorio Feltri

Vittorio Feltri

Non c' è più religione. Igor lo sterminatore, quello che ha ammazzato l' oste ed è sparito per mesi, salvo ricomparire in Spagna e stecchire altre tre persone a schioppettate, ora riposa in carcere in attesa di giudizio.
E fin qui siamo nell' ordine naturale delle cose. I pluriomicidi stanno bene dietro le sbarre dove si spera non possano più nuocere all' umanità. Ciò che sorprende è apprendere che il signor assassino abituale non parli con nessuno (ignora la lingua iberica) e stia tutto il giorno, e forse anche la notte, assorto nella lettura della Bibbia, che tratta una materia spirituale in contrasto con il carattere, la cultura e i trascorsi del famigerato criminale.
Ci domandiamo incuriositi che sia passato per la testa di Igor, in poche settimane di reclusione, capace di indurlo a dedicarsi alle Sacre scritture con tanto fervore. Il cervello dei nostri simili, notoriamente, è una fucina di misteri, ma nel capo di questo spietato individuo non riusciamo neanche a immaginare quale rivoluzione si sia compiuta. Saltare da Satana a Giobbe è un esercizio assai spericolato e impegnativo.
Come e perché è potuto avvenire?
Non siamo capaci di rispondere. La notizia comunque è clamorosa e merita di essere segnalata ai lettori, che suppongo basiti dinanzi alla vicenda narrata.
Ma c' è un altro fatto stupefacente.
Ieri si è appreso da fonti giornalistiche che Eleonora Giorgi, attrice cinematografica dal curriculum tribolato, ha manifestato per l' ennesima volta l' intenzione di volersi ritirare in convento allo scopo di dedicarsi alle esigenze dell' anima, posto che ce l' abbia. Inoltre, afferma di essere presa dal desiderio di regalare le sue residuali energie alla assistenza dei bambini, i quali a suo dire sono angeli caduti dal cielo per ricordarci che Dio esiste. Non abbiamo nulla da obiettare sulla conversione della ex diva, moglie per la breve durata di un sospiro dell' ormai defunto Angelo Rizzoli, che abbandonò nell' attimo in cui fu ingiustamente arrestato. Ciascuno agisce secondo coscienza e indole. Tuttavia ci preoccupa che la signora ogni due per tre confessi di essere attratta dalla vita monastica, poi però continui a campare coi soldi a lei lasciati dal consorte all' atto del ricco divorzio, evitando con cura di ripararsi in una abbazia dove la sua voce non avrebbe più una eco pubblica.
Sia a Igor sia a Eleonora diamo un consiglio non richiesto, ma saggio: invece di andare in cerca dell' abbraccio del padreterno, vadano all' inferno entrambi, si troveranno maggiormente a loro agio.

di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Salvscardi

    06 Gennaio 2018 - 19:07

    Caro Feltri il pericolo maggiore sei tu (e non Igor e la Giorgi che tentano almeno di cambiare vita) perché sei sempre lo stesso e dal tuo giornale non fai altro che sparare cavolate e giudizi sommari a 360 pur di fare contento qualcuno (il diavolo) e lecare qualche altro......(padrone). Non ti accorgi che la vera notizia dell'articolo sei tu che ti sei arrogato il potere di mandare all'inferno..

    Report

    Rispondi

  • ChiaraSinopoli

    06 Gennaio 2018 - 19:07

    Bravissimo,dottor Feltri!Non se ne può più:siamo "aperti"a tutte le paranoi,altrui.Già corre sul web la santificazione di chi,nel rispetto della morte,in vita ne ha fatte molte più di Gioppino e di altro gusto.Ahi,noi!Speriamo che la bellezza ci salvi,uscendo dal guado in cui ci butta la vita di tanti acefali che popolano il mondo pubblico.Saluti e grazie a Lei!

    Report

    Rispondi

  • Cicala49

    Cicala49

    06 Gennaio 2018 - 15:03

    Ad Aldo amico e altri : difficile cogliere la raffinatissima ironia di Feltri?!?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media