Cerca

Caos sul decreto sicurezza

Vittorio Feltri e la rivolta dei sindaci: "E' un golpe che avrà effetti devastanti"

4 Gennaio 2019

4
Vittorio Feltri e la rivolta dei sindaci: "E' un golpe che avrà effetti devastanti"

C'è ancora qualche ingenuo che si chiede perché la sinistra sia allo sbando e non riesca a rimettersi in carreggiata. La spiegazione è di una semplicità elementare: i progressisti non capiscono in quale mondo vivono. Sono convinti di poter persuadere gli elettori a seguirli puntando sulla accoglienza indiscriminata degli immigrati, quasi fossero una manna piovuta dal cielo. Non si rendono conto che gli italiani sono stufi marci di avere che fare con una moltitudine di disperati che invadono le nostre città, vivono all'addiaccio, campano male e non sono in grado di trovare un lavoro, dato che non ne conoscono uno e che, quand'anche imparassero un mestiere, cosa improbabile, nessuno li assumerebbe poiché irregolari.

Tra gli amministratori dello Stato, dei Comuni e delle Regioni, vi sono personaggi improbabili che non accettano il decreto di Sicurezza voluto da Salvini e approvato dal Parlamento che disciplina la delicata materia degli sbarchi. Sono intenzionati a disobbedire alla legge e a spalancare le porte a qualsiasi sfigato che bussa all'uscio del nostro Paese. In pratica vanno in controtendenza rispetto al più diffuso sentimento nazionale ostile all'invasione scoordinata della penisola da parte di stranieri.

Il ministro dell'Interno si è adoperato con successo per arginare gli arrivi dall'Africa e vari sindaci, per esempio De Magistris, Orlando e altri, invece di applaudire all'iniziativa si sono ribellati, negando si possa applicare il provvedimento leghista, benché sia stato votato dalle Camere. Siamo così di fronte a una sorta di Golpe che produrrà effetti devastanti sul nostro ordinamento costituzionale.

Le norme finché sono in vigore non vanno contestate bensì applicate, almeno sinché la Consulta non le abbia bocciate. Il che per adesso non è avvenuto. Occorre poi rilevare che la sinistra, se insiste nella predicazione dell'ospitalità senza requie degli extracomunitari, non avrà modo di resuscitare e sarà destinata alla sepoltura. È ridicolo quasi che taluni politici di scarto si ostinino a contrastare le tendenze del popolo a costo di scollegarsi dalla realtà accertata.

Il Pd e i suoi affini se insistono a non comprendere quale sia il vento che tira dalle nostre parti saranno destinati all'estinzione, che avverrà dopo un lungo e doloroso travaglio.

di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Whiteman

    05 Gennaio 2019 - 10:10

    Eccellente feltri come sempre!!

    Report

    Rispondi

  • Fulvio BC

    05 Gennaio 2019 - 09:09

    Sul doloroso mi va bene..scoccia che sia lungo

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    05 Gennaio 2019 - 08:08

    Caro Feltri, siamo d'accordo. Questa voglia di autolesionismo della sinistra sarà la causa della sua definitiva distruzione. È questa una fortuna per noi che vogliamo un'Italia seria, civile, ordinata. Sediamoci e aspettiamo con pazienza il prossimo fattaccio commesso da un migranti: uno stupro, un barbaro omicidio, magari tutti e due. Vedranno come schizzerà nei sondaggi il buon Matteo Salvini.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Matteo Salvini durissimo con la signora che ha rifiutato l'affitto alla ragazza foggiana: "Una cretina"

Matteo Salvini sicuro su Pontida: "Sarà la più partecipata di sempre. Vogliamo unire il Paese"
"I Conte tornano". Camera con Vista, i retroscena dalla settimana del bis
Nicola Zingaretti, appello al M5s: "Non dobbiamo aver paura di allargare la coalizione alle regionali"

media