Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio, gli eventi Vip della settimana

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

Festa del cinema, chalet e spose Una settimana tra la Festa del Cinema di Roma, inaugurazioni di chalet e fiere della sposa. Ma anche rappresentazioni benefiche a Teatro , il DJ SET di Paris Hilton e la scoperta di ristoranti unici.Frutto della consolidata professionalità di Silvia e Titta, il RistoFante nasce il 30 maggio del '92 in quel di Ponteranica per trasferirsi a Settembre del '99 nell'attuale ubicazione di Alzano Lombardo.Perché RistoFante? Logo a parte, perché ha voluto essere di facile memorizzazione. Ma Silvia e Titta, oltre la loro professionalità? I due, quasi sicuramente, rappresentano un caso unico nella ristorazione: infatti non sono sposati  né fidanzati, sono ‘solo' due professionisti che hanno ‘fatto società' e, accomunati dalla passione per la buona cucina e l'ospitalità, hanno destinato le loro energie unitamente alle rispettive competenze per potersi proporre al meglio in un settore che richiede questo ed altro.Un RistoFante oggi e un RistoFante ieri, si perché Titta Manzini e la socia Silvia Valoti (cucina lui, la cura di sala e cantina spettano invece a lei) avevano iniziato il loro viaggio nell'alta cucina tricolore nel paese di Ponteranica, in una costruzione un po' anonima sulle prime colline bergamasche della Val Brembana. Ristofante: un luogo di culto per i buongustai Frutto della consolidata professionalità di Silvia e Titta, il RistoFante nasce il 30 maggio del '92 in quel di Ponteranica per trasferirsi a Settembre del '99 nell'attuale ubicazione di Alzano Lombardo.Perché RistoFante? Logo a parte, perché ha voluto essere di facile memorizzazione. Ma Silvia e Titta, oltre la loro professionalità? I due, quasi sicuramente, rappresentano un caso unico nella ristorazione: infatti non sono sposati  né fidanzati, sono ‘solo' due professionisti che hanno ‘fatto società' e, accomunati dalla passione per la buona cucina e l'ospitalità, hanno destinato le loro energie unitamente alle rispettive competenze per potersi proporre al meglio in un settore che richiede questo ed altro.Un RistoFante oggi e un RistoFante ieri, si perché Titta Manzini e la socia Silvia Valoti (cucina lui, la cura di sala e cantina spettano invece a lei) avevano iniziato il loro viaggio nell'alta cucina tricolore nel paese di Ponteranica, in una costruzione un po' anonima sulle prime colline bergamasche della Val Brembana. Era il 1992 e, dopo diverse esperienze in ottimi indirizzi della gola, quello era un modo, comunque, per rompere gli indugi e partire. Dopo sette anni, la novità: Titta e Silvia si sentono completi, pronti per il grande salto. Lasciano Ponteranica e puntano sulla Val Seriana, sul paese di Alzano Lombardo nel cui centro storico acquistano e ristrutturano un'antica casa del '600. Il RistoFante è ancora lì, con le sue belle stanze per il servizio invernale e il suo giardino per quello estivo. Qui sono passati nobili e teste coronate, vedi l'Infanta di Spagna, e attori di caratura internazionale come Lea Seydoux e Gaspard Ulliel. Ogni sera é una festa grazie alla simpatia dei due patron. Nella fotoLeonardo Carrara, Silvia Valoti, Titta Manzini e Stefano Testa. Questo dice di loro la Guida Michelin:"Nel centro storico, in un antico palazzo ristrutturato, ambiente elegante e sobriamente arredato all'interno, addirittura raffinato nel bel dehors, gestito da una solida coppia di ristoratori; nonostante ne sia distante geograficamente, la cucina parla soprattutto la lingua del mare."Ricordiamo infine che Titta Manzini é presente nell'élite dei JRS Jeunes Restaurateurs d'Europe Celebrities in COS L'attrice statunitense Kate Mara ha indossato un completo in velluto blu navy con giacca doppiopetto in occasione della cena COS x Dia Art Foundation.   FESTIVAL DEL CINEMA DI ROMA: Eliana Miglio in Vivienne Westwood Couture  In occasione della serata inaugurale del Festival del Cinema di Roma 2018, l'attrice italiana Eliana Miglio ha indossato un abito con bustier a sirena dal profondo spacco impreziosito da paillettes color oro della collezione Vivienne Westwood Couture.   Teatro: Gli Insoliti Ignoti Le domeniche al Planetario Si comincia domenica 21 ottobre con JULIAN HARGREAVES che eseguirà in diretta, davanti al pubblico, un servizio fotografico per la realizzazione della copertina di un giornale di moda con IRENE VETERE, protagonista del nuovo film di Paolo Virzì.Il lavoro di Julian Hargreaves, fotografo italo-inglese, spazia tra ritratti di celebrities, scatti di moda e progetti artistici. Nell'aula ottagona delle Terme di Diocleziano verrà ricostruito il set di uno studio fotografico. Per la prima volta verrà così superato il velo di segretezza che normalmente ruota intorno allo shooting per la cover di un giornale. Il pubblico scoprirà i segreti del backstage, in silenzio, ma tutto occhi e in diretta: sarà lui il vero protagonista autorizzato a immortalare i momenti di lavoro del fotografo star e a realizzare dei live streaming. Si infrangerà la regola di riservatezza di una delle professioni più glamour al mondo e si coglierà l'emozione di una giovane attrice, Irene Vetere, che per la prima volta posa – vestita Fendi – per la copertina di un settimanale di moda.E si prosegue fino al 16 dicembre. Per sei domeniche si declina in appuntamenti-installazioni-performance dalle 11 alle 13 del mattino, con i grandi maestri della creazione contemporanea. Dopo Julian Hargreaves, sarà la volta di Berndnaut Smilde, Zanellato & Bortotto, Francis Kurkdjian, Warren Du Preez & Nick Thornton Jones, Quintus Miller. Protagonisti insieme al pubblico, naturalmente.Il Museo Nazionale Romano, diretto da Daniela Porro, promuove l'innovativo progetto  presso la sede monumentale delle Terme di Diocleziano. Il ricco palinsesto è prodotto da Electa con la direzione artistica di Cristiano Leone.         LuisaViaRoma |:Home For The Holidays LuisaViaRoma trasforma lo store di Firenze in una casa per celebrare le festività con un progetto che omaggia le eccellenze italiane del design e dell'abbigliamento.  Il progetto è stato affidato a Cristina Celestino, designer e architetto fra i più promettenti nel panorama del design. Il suo lavoro, perfetta sintesi fra passato e presente, si basa sull'osservazione e sulla ricerca, esplorando nuovi concetti e soluzioni creative.Cristina si ispira ai temi del sogno e del surrealismo e al rinomato architetto, designer e fotografo italiano Carlo Mollino. Cristina reinterpreta gli spazi più intimi della casa, in un percorso di stanze tra cui il boudoir, la camera da letto e lo studio di un eclettico collezionista, per dar vita a un ambiente dal sapore domestico, ricco di riferimenti simbolici e culturali, dall'atmosfera natalizia.L'allestimento includerà una selezione di pezzi d'arredamento iconici, alcuni firmati da Cristina, altri di brand da lei selezionati come Antique Mirror, Assouline, Atrezzo Barcelona, Azucena, Besana Carpet Lab, Bottega Veneta, Centro Studi Poltronova, Ceramiche Pugi, Emilio Pucci, Etro, Fontana Arte, Fornace Brioni, Fornasetti, Gebrueder Thonet Vienna, Londonart, Pianca, Pineider, Rubelli, Salvatori, Seletti, Sergio Rossi, Stucchichiostri, Tonelli, Torremato, Versace e Vitra.In occasione dell'inaugurazione del progetto, verranno presentate le capsule collection in limited edition ispirate al Natale e al Capodanno realizzate in collaborazione con alcuni dei più noti designer italiani, tra cui: Alberta Ferretti, Emilio Pucci, Marni, Missoni,Versace e altri che verranno svelati con il lancio ufficiale.LUISAVIAROMA Home for the Holidays partirà ufficialmente il 5 Novembre alle 10.30 con la presentazione dell'allestimento in negozio. Il 15 Novembre ci sarà il lancio delle capsule collection, disponibili in esclusiva in negozio, su LUISAVIAROMA.COM e anche nel pop-up LVR @ Spring a New York, dove verrà svelata l'ultima stanza segreta del progetto, a completamento dell'allestimento di Firenze. Gli scatti di Beppe Convertini per Terre des Hommes Terre des Hommes Italia, in collaborazione con la Regione Lombardia, organizza la mostra dal titolo“LA LORO VITA NON È UN GIOCO. Acqua, salute e istruzione per i bambini del Myanmar”. L'esposizione, allestita presso la Sala Espositiva N3 della regione Lombardia dal 25 ottobre al 14 novembre 2018, si lega a doppio filo con gli interventi predisposti dalla Fondazione sul territorio birmano. Attraverso gli scatti fotografici realizzati in Myanmar dal testimonial BEPPE CONVERTINI del progetto  che dichiara ' È un dovere morale per chi fa il mio lavoro mettere a disposizione la propria popolarità per chi ha più bisogno.  Io ho perso mio papà a 17 anni per un cancro ai polmoni e ogni sera alcuni medici volontari venivano a casa prendendosi cura moralmente e medicalmente di mio padre.Lui aveva tra le varie metastasi  una  esterna sul viso e tutte le sere loro tamponavano la fuoriuscita di sangue  e lo sostenevano moralmente e tutto ciò lo facevano gratuitamente e questo mi ha spinto ad essere davvero disponibile per il prossimo e quindi impegnarmi in tante campagne sociali e soprattutto a spendermi personalmente sul campo come in questo caso in Myanmar' ,verrà spiegato agli studenti ed ai visitatori della mostra le principali emergenze umanitarie in Myanmar, le conseguenti necessità economiche e sociali della popolazione civile, in particolar modo dei bambini e di come sta intervenendo la Fondazione Terre des Hommes Italia per fornire supporto alle comunità locali e alle famiglie in condizioni di forte vulnerabilità.Pannelli didattici e video esplicativi fungeranno da guida lungo il percorso diviso in quattro L' esperienza di BEPPE CONVERTINI in questa ultima missione, dopo  essere stato nei campi profughi Siriani,si sintetizza in un suo pensiero: 'Mi sono occupato dell'educazione,dell'istruzione,dell'alimentazione,dello sfruttamento del lavoro minorile..Dall'alba a sera tardi nelle baraccopoli di Yangon e Mandalay approvvigionavamo le famiglie meno abbienti di viveri e medicinali e quindi visite nelle scuole per rifornire di libri,quaderni, penne matite e tutto il necessario per poter studiare dedicando il tempo ai cuccioli Birmani studiando e giocando con loro! Questa esperienza mi ha fatto capire quanto io sia un uomo fortunato e che nella vita quotidiana bisogna cercare di mantenere i piedi per terra e non lamentarsi delle piccole cose che non vanno ma soprattutto mi ha fatto sentire vivo perché finalmente mi sono reso utile realmente donando il mio tempo ai bambini più in difficoltà.' Nel 2017 Terre des Hommes Italia è stata presente in 22 paesi, tra cui il Myanmar, con 131 progetti di aiuto umanitario d'emergenza e cooperazione internazionale allo sviluppo: ne hanno beneficiato direttamente oltre 2,2 milioni di persone, in maggioranza bambini.  Inaugurazione nello chalet Levissima, l'acqua minerale presenta Levissima 3000: un progetto che nasce con la volontà di promuovere il territorio a cui da sempre il marchio è legato, le vette delle Alpi Centrali, ai limiti del Parco Nazionale dello Stelvio, dalle cui sorgenti ha origine l'acqua minerale Levissima.Levissima3000 si colloca a oltre 3000 metri: uno chalet totalmente immerso nella natura, che si affaccia sul Parco Nazionale dello Stelvio, con una vista unica sulla vetta della Cima Piazzi da cui nasce l'acqua minerale Levissima.Lo spazio, progettato per offrire un'esperienza senza eguali ad alta quota, sarà prenotabile per il pubblico attraverso il portale Airbnb. Pensato per ospitare due persone, lo Chalet dichiara la volontà di integrarsi alla natura circostante, grazie alla sua configurazione e all'impiego di materiali naturali e rigorosamente locali. Gli interni, avvolti e protetti da un “guscio” continuo in pietra che ne definisce la copertura e il lato nord, grazie alle superfici vetrate continue e ad una terrazza ad uso esclusivo, si aprono sul paesaggio mozzafiato.Nella foto l'AD Federico Sarzi Braga. Levissima, l'acqua minerale presenta Levissima 3000: un progetto che nasce con la volontà di promuovere il territorio a cui da sempre il marchio è legato, le vette delle Alpi Centrali, ai limiti del Parco Nazionale dello Stelvio, dalle cui sorgenti ha origine l'acqua minerale Levissima.Levissima3000 si colloca a oltre 3000 metri: uno chalet totalmente immerso nella natura, che si affaccia sul Parco Nazionale dello Stelvio, con una vista unica sulla vetta della Cima Piazzi da cui nasce l'acqua minerale Levissima.Lo spazio, progettato per offrire un'esperienza senza eguali ad alta quota, sarà prenotabile per il pubblico attraverso il portale Airbnb. Pensato per ospitare due persone, lo Chalet dichiara la volontà di integrarsi alla natura circostante, grazie alla sua configurazione e all'impiego di materiali naturali e rigorosamente locali. Gli interni, avvolti e protetti da un “guscio” continuo in pietra che ne definisce la copertura e il lato nord, grazie alle superfici vetrate continue e ad una terrazza ad uso esclusivo, si aprono sul paesaggio mozzafiato.Nella foto l'AD Federico Sarzi Braga. Da ottobre, mamme e bebè possono vivere l'esperienza unica della Talassoterapia nella nuova Baby Spa del Royal Monceau, Raffles di Parigi. Dall'inizio dell'autunno, per i neonati dai due mesi in su, un momento speciale con l'immersione talassoterapica per scoprire un nuovo approccio al momento del bagnetto. Questo trattamento, che si sviluppa in due fasi, calma il sistema nervoso sia del bambino sia della mamma. Come primo step, il piccolo viene adagiato delicatamente nell'acqua riscaldata a 37° e cullato sotto il getto di acqua tiepida dalle mani di un terapista esperto. Quando il bagno è terminato, la mamma e il bimbo, insieme, si godono un delicato e rilassante massaggio. Questo trattamento replica l'esperienza dentro il grembo della mamma, inoltre, il trattamento offre un'avventura sensoriale per i piccoli, permettendo alle mamme di rilassarsi con un massaggio postparto.   Camicissima al premio Afrodite Camicissima punta a inaugurare il 2019 con una novità assoluta, annunciando il lancio di una capsule collection dedicata alla donna, a gennaio del prossimo anno.Il palcoscenico scelto per presentarla, è quello del prestigioso premio Afrodite, di cui Camicissima figura tra gli sponsor. In questo contesto di valorizzazione del talento e del mondo delle donne, il presidente del brand Fabio Candido ha annunciato la novità del brand: la capsule, che avrà un proprio nome e logo, sarà presente nei punti vendita Camicissima in corner dedicati. I capi richiameranno il mondo dei tessuti della camiceria rivisitati in chiave femminile, con camicie, bluse, vestiti e pantaloni dall'appeal moderno, in tessuti di qualità come lino, cotone e viscosa.Chiamata sul palco del premio a commentare questa nuova avventura, il responsabile dell'ufficio marketing del brand Elena Gandolfo ha dichiarato: «come mai un brand maschile ha deciso di essere partner di questo evento celebrativo tutto al femminile? Dopo 15 anni abbiamo pensato che fosse il momento giusto per avvicinarci anche all'universo femminile, con una capsule collection interamente dedicata alla donna. Quale occasione migliore dunque per annunciarla se non durante il premio Afrodite? Non solo camicie: la capsule permetterà di creare un guardaroba a 360°, adatto a una donna moderna, ma con un dna al 100% Camicissima. Sarà disponibile a fine gennaio in corner nei negozi del nostro brand»Il premio Afrodite, istituito dall'associazione Donne nell'Audiovisivo Promotion nel 1996 per promuovere la crescita professionale della donna nel mondo del cinema, della cultura, dell'impresa, dello sport, premia figure femminili di spicco, che si sono distinte in questi ambiti. Un premio delle donne, per le donne. Tra le premiate di quest'anno Serena Dandini, Martina Colombari, Micaela Ramazzotti, Matilda De Angelis, Barbara Palombelli, Giorgia Rossi, Barbara Bouchet. Opening Maison Maria Laurenza Elisabetta Gregoraci Autentico bagno di folla per l'opening party della Maison Maria Laurenza, l'evento fashion dell'anno che ha letteralmente bloccato Via Cola di Rienzo, gremita di fotografi e giornalisti come ai tempi della dolce vita romana.Maria Laurenza, avvocato, giovane stilista e brillante imprenditrice campana, ha inaugurato ieri, 9 ottobre 2018, il suo secondo Atelier di alta moda e sposa, il primo nella Capitale. E lo ha fatto alla grande, con un evento che ha richiamato nella via dello shopping romano oltre 500 persone tra stampa, ospiti e personaggi del mondo dello spettacolo che hanno voluto celebrare questo importante momento di rinascita per la moda a Roma. Su un elegante tappeto rosa, che si sviluppava dalla strada fino all'interno dei prestigiosi spazi dell'Atelier, hanno sfilato i meravigliosi abiti da sposa e da cerimonia realizzati dalla stilista con il proprio ufficio stile, capolavori del made in Italy nei quali Maria Laurenza ha saputo magistralmente fondere la modernità del design e la tradizione sartoriale tramandata da generazioni di donne ed imprenditrici nel mondo del wedding. Le deliziose modelle li hanno indossati, affascinando i numerosissimi ospiti, in una atmosfera incantata realizzata dalla famosa event planner Cira Lombardo, tra spettacolari cornici floreali e suggestivi allestimenti scenografici, esaltati da sapienti giochi di luci che hanno accolto ed emozionato gli ospiti fin dall'ingresso della Maison.Tra le prelibatezze di un delizioso cocktail, concluso con un squisito dolce alle fragole, nell'atmosfera musicale creata dalla fashion deejay Isa Iaquinta, un tripudio di scatti fotografici e condivisioni social ha accolto l'arrivo dei numerosi personaggi che hanno posato al photo-call con la stilista che sfoggiava un elegantissimo abito bianco in cui il candore esaltava la dolce attesa del suo secondo bimbo. Tra questi la madrina Elisabetta Gregoraci, Milena Miconi, Janet de Nardis, Vincenzo Bocciarelli, Craig Warwick, Pino Ammendola, Guglielmo Giovanelli Marconi, Irene Bozzi, Yosmany Larrea, Yaneska Lanbert, Gisela Lopez, Ilian Rachov e Stefania de Pincher, rapiti dalle stupende creazioni realizzate con pregiati tessuti italiani, attraverso sapienti costruzioni artigianali, in una filiera produttiva completamente Made in Italy, dal design alla finitura, nel rispetto della tradizione sartoriale del nostro Paese, leader mondiale per la produzione di abiti da sposa di alta qualità.I preziosi cadeaux realizzati per l'occasione da Emò Italia sono stati il gradito omaggio con il quale Maria Laurenza ha salutato gli oltre 500 ospiti di questa indimenticabile serata che ha avuto la consacrazione istituzionale dalla dr.ssa Daniela Spinaci, intervenuta a nome del Primo Municipio di Roma Capitale. DE RULO : DJ da urlo il Just Cavalli  ospita l'after party ufficiale di Jason De Rulo,cantautore e ballerino statunitense, nato in Florida, figlio di genitori di origine haitiana. Ha studiato opera, teatro, danza e sin dall'età di 16 anni ha scritto canzoni per Pitbull, Cassie, Lil Wayne e Keyshia Cole, solo per citarne alcuni. Ha vinto il primo premio nello show TV Showtime nel 2006 e ottenuto un contratto con la Warner Bros Records. Ha iniziato la carriera di cantante collaborando nel 2007 con Birdman nel brano Bossy, contenuto nell'album 5 Stunna e con Pitbull nel brano My Life.   Paris Hilton a Milano Il 20 ottobre, il Just Cavalli ospiterà PARIS HILTON.PARIS HILTON sarà in Italia per il primo lancio Europeo della sua linea Skin CarePro D.N.A, il segreto della sua bellezza.La Hilton, durante il pomeriggio, presenterà, a La Rinascente di Milano, la sua linea di creme in esclusiva mondiale, rivoluzionarie, contro l'invecchiamento,per una riparazione del DNA naturale. Dopo la presentazione ci sarà, nell'elegante cornice del Just Cavalli, la cena della Hilton, riservata ai suoi ospiti, prevista, con lei, per pochissimi, tra celebrities,influencer mondiali della moda. L'imprenditrice ha scelto il nostro Paese per rivelare il segreto della sua bellezza. I prodotti sono già noti oltre Oceano.Al Just Cavalli non mancheranno i signature cocktail Ginarte e Vodka Cavalli, per l'aperitivo, o anche l'after dinner.«Ho sempre voluto trovare i migliori prodotti sul mercato per sentirmi più giovane,quindi dopo anni di ricerche ho deciso di creare una linea in grado di offrire i migliori risultati in assoluto» ha sottolineato Paris Hilton. eduexpos   Gli EDUEXPOS, i saloni dell'orientamento più all'avanguardia del mondo, arrivano tra pochi giorni a Milano e a Roma, portando con sé tutte le informazioni necessarie ai ragazzi che vogliono intraprendere percorsi di studi all'estero.Il 22 e il 23 ottobre, Milano e Romaospiteranno il salone dell'orientamento più grande d'Italia, EDUEXPOS. La fiera è rivolta a tutti coloro che hanno intenzione di intraprendere un percorso di studi all'estero: qui gli studenti potranno trovare alcune tra le 100 Università più prestigiose al mondo! Numerose le opzioni: sarà possibile scegliere tra corsi di lingua di breve e lunga durata, Università internazionali, corsi di laurea triennale e specialistica, MBA, Master, scuole superiori, esperienze au-pair, programmi di studio e lavoro, dottorati e tanto altro.  Gli EDUEXPOS– in un solo giorno! – danno la possibilità unica di valutare e ottenere un colloquio con più di 40 istituzioni scolastiche provenienti da tutto il mondo: USA, Canada, Regno Unito, Australia, Danimarca, Finlandia...un evento tutto da scoprire!Durante la fiera si potrà ottenere un incontro con l'Aarhus University, la migliore della Danimarcae la Leiden,che vanta una delle migliori facoltà di Arti e Scienze Umanistiche del mondo oltre che 16 premi Nobel tra i suoi studenti! Ci sarà l'University of California, di San Diego e la Groningen, dei Paesi Bassi: una delle migliori 80 al mondo. Presente all'appello anche l'University of Essex, Inghilterra, la quale offre interessanti programmi di intercambio, coprendo anche le tasse universitarie. Non mancheranno Università tedesche e francesi con i loro programmi dedicati agli scambi internazionali.  Non ti basta? Scopri gli altri Atenei che giungono da ogni angolo del mondo solo per TE!All'evento partecipano anche diverse strutture governative: l'Ambasciata del Canada in Italia, il DAAD del Governo Tedesco, il British Council del Governo Inglese, CampusFrance del Governo Francese e l'Education New Zealand, dalla Nova Zelanda.   GINARTE: Spirit of Art In occasione della terza edizione di Brera Design Days,, Modulnova, in collaborazione con Ginarte, ha dedicato un percorso artistico dedicato alle bellissime immagini realizzate  dal pittore olandese Lou Thissen per le etichette della prima edizione della bottiglia di Ginarte e in omaggio al pittore manierista italiano Pontormo.Design, spirit e arte si incontreranno nel flagship store milanese di Modulnova per celebrare la creatività e lo stile che caratterizzano indiscutibilmente il made in Italy. Martedì 16 ottobre alle ore 18,30 lo showroom di corso Garibaldi 99 è stato animato da un party a invito con DJ set e uno speciale menu firmato dallo chef Matteo Torretta ispirato eabbinato ai signature cocktail creati con Ginarte, premium Gin.Modulnova conferma così la propria attenzione al mondo dell'arte in tutte le sue manifestazioni, non solo visive, ma anche quando coinvolgono tutti gli altri sensi. Ginarte è, infatti, sinonimo di Spirit Of Art dedicato all'arte in ogni sua forma e a chi riesce a coglierne l'essenza in tutti gli aspetti della vita.L'etichetta laterale della bottiglia Ginarte, un vero e proprio inno  al design, anche nella sua forma, viene di volta in volta personalizzata da vari artisti che interpretano con la loro creatività un tema di particolare interesse. Saranno così coinvolti pittori, fotografi, street artist, tatuatori e designer in modo che ogni bottiglia di Ginarte diventi espressione di linguaggi universali in grado di manifestare sensazioni, emozioni e suggestioni. L'anima artistica di GINARTE risiede nel cuore stesso del distillato di questo gin. Insieme alle bacche di ginepro raccolte nell'appennino Toscano, Ginarte è prodotto con botanicals che con l‘arte hanno un legame particolare. Elementi come nepitella, zafferanone, reseda odorata, cardamo, guado di Montefeltro o scotano, erano infatti usati per la creazione di pigmenti colorati dai più importanti pittori del Rinascimento. 

Dai blog