Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gli eventi vip della settimana

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

Grande evento a casa Sanremo "Bellessere" a Casa Sanremo.Grande evento a Casa Sanremo (L'Hospitality del Festival della Canzone Italiana) per Il giornalista economico , ideatore del Premio Eccellenze Italiane e del Salone dell'eleganza Maurizio Lucidi, che ha saputo moderare ed ha saputo gestire in modo eccelso le conversazione tenutasi. Gli argomenti principali sono stati la Bellezza ed il Benessere Fisico e Psicologico (da qui il nome BELLESSERE) che necessariamente e spesso derivano da un'attività fisica ben strutturata, in tal senso ottimo l'intervento ed i consigli dettati dal PERSONAL Trainer Daniele Esposito. Da segnalare e molto apprezzati dal pubblico presente gli interventi della conduttrice televisiva Veronica Maya, dei Professori Luca Piretta e Francesco Inchingolo e dei padroni di Casa (Sanremo, ndr) Vincenzo Russolillo e Daniela Serra. Per finire foto e bollicine per i molti presenti in sala.Ecco il mistero del trasferimento di Mirko Scarcella a Miami.La notizia arriva dagli Stati Uniti, dove si è di recente trasferito e, se confermata, sarebbe il colpo dell'anno. Mirko Scarcella, il golden boy del web italiano che a soli trent'anni da commesso di Zara è diventato il più famoso esperto di Instagram in Europa, sarebbe entrato nello staff della comunicazione del Presidente Trump. Il ragazzo il suo primo successo lo aveva incassato creando il mito di Gianluca Vacchi, l'imprenditore bolognese che all'epoca aveva duemila follower. Scarcella lo portò a dodici milioni in tre anni, facendolo conoscere a livello planetario. Ma da lì di strada ne ha fatta, ormai Vacchi non è che un ricordo lontano. Sembra che Scarcella, definito un vero guru del web, tramite amici comuni, abbia incontrato uno strettissimo collaboratore del Presidente. Un giovane che avrebbe iniziato a lavorare per la campagna elettorale di “The Donald” e che poi si sarebbe fatto valere tanto da prendere in mano i suoi social, materia delicatissima e quanto mai importante per fare campagna elettorale oggi. Passiamo a un giovane in rampa di lacio.In molti dicono che i ragazzi di oggi sono tutti uguali, che pensano solo al divertimento e alle cose futili, ma per fortuna non é sempre così. Prendiamo il caso di Francesco Butteri, giovane imprenditore con tante passioni. Ha frequentato una scuola di recitazione dove ha rafforzato la sua passione per il cinema: tra i suoi idoli Alain Delon, Paul Newman e Helmut Berger, ma anche Veronica Lake, Judy Garland e Lauren Hutton. . Difficile trovare un gusto e una sensibilità tali in un ragazo di soli ventitré anni. Questo non toglie il fatto che possa essere anche un tifoso milanista e dedicarsi al fisico con un personal trainer in quanto una cosa non esclude l'altra: é assolutamente trasversale, non inquadrato in un solo settore, libero da ogni schema e assolutamente battagliero. Il suo motto é "volere é potere". Ha partecipato alla fiction "Non dirlo al tuo capo 2" ,in onda su Rai Uno, con Vanessa Incontrada e Lino Guanciale dove interpreta il ruolo del postino, ma le sue mire sono altre. Non gli interssa tanto apparire quanto stare dietro le quinte: ha già lavorato nel management, questo é il suo sogno, ma ora agisce nel campo immobiliare. In pratica, un imprenditore che ha una marcia in più, quella dello spettacolo e della cultura. Una voglia di sapere che viene da dentro, una voglia di imparare che lo rende un ragazzo unico, con umiltà e determinazione. Una poesia di Auden inserita in " Gruppo di famiglia in un interno" di Luchino Visconti, recitava: "quando incontri una persona graziosa inseguila e se puoi abracciala". Francesco Butteri é tutto questo, le persone si interessano subito a lui grazie anche alla sua avvenenza, come la grande attrice Cate Blanchett, vincitrice di due premi Oscar, che ha incontrato a una festa recentemente a Milano.    Una festa per il vino d'autore Incontro tra eccellenze blasonate presso le cantine Statti, a Lamezia Terme, che ha visto protagonisti gli eleganti vini della tenuta San Leonardo del Trentino e le pregiate etichette dell'azienda calabrese.  All' evento, in collaborazione con la Federazione Italiana Sommelier, ha preso parte il Marchese Alfonso Guerrieri Gonzaga titolare dell'azienda trentina.         Filo area tendenze a Milano Unica Filo torna per la terza volta a Milano Unica, il Salone italiano del tessile che si tiene dal 5 al 7 febbraio 2019 a Rho Fiera Milano.Lo spazio di Filo e' parte integrante dell'Area Tendenze di Milano Unica, ispirate in questa edizione di febbraio 2019 a "Musica e Food" e articolate su tre linee: '80 Cous Cous Rap, '50 Bon Bon Jazz e '70 Funky Tabbouleh. In questo contesto, Filo apporta il contributo della filatura con le tendenze e i filati che sono stati di ispirazione per le collezioni di tessuti ora presentati. Qualit à dei materiali e dei prodotti, sostenibilità del processo produttivo sono i contenuti che emergono con forza dalle tendenze proposte sia da Filo sia da Milano Unica, temi che non si esauriscono in questa stagione,ma costituiscono trend di lungo periodo.La presenza di Filo a Milano Unica rende dunque esplicita la continuità tra i diversi anelli della filiera tessile e punta a rafforzare e valorizzare l'unicità del sistema tessile-abbigliamento italiano.Afferma infatti Paolo Monfermoso, responsabile di Filo:“La presenza di Filo a Milano Unica e' un'iniziativa che ha dato ottimi risultati in termini di visibilità del nostro Salone. Ci permette infatti di comunicare i contenuti di Filo a una platea più ampia di professionisti del settore tessile, con ricadute positive sulle visite a Filo. In più, portare i filati degli espositori di Filo a Milano Unica è il modo più diretto e concreto per sottolineare l'unicità della filiera tessile italiana. Quella tra Filo e Milano Unica è infatti una sinergia che si fonda su principi fondamentali condivisi, a partire dai contenuti di altissima qualità che entrambe le fiere propongono, dall 'importanza che ambedue attribuiscono alla filiera e, soprattutto, alla sostenibilit à dei prodotti e dei processi. La presenza di Filo a Milano Unica permette di comunicare ai buyer di tutto il mondo l'eccellenza della filiera italiana, con proposte tessili made in Italy che sono il frutto di una continua ricerca e innovazione,nei materiali e nello stile”, conclude Monfermoso.La 51a edizione di Filo si svolge il 27 e 28 febbraio 2019 al Palazzo delle Stelline di Milano (corsoMagenta 61).   FESTA PER LE OFFICINE FARNETO Grande evento di celebrazione per i “ 10 anni di OFFICINE FARNETO, il famoso spazio polifunzionale di Roma all'interno del Parco di Monte Mario, progettato 85 anni fa dall'arch. Enrico Del Debbio, dal sapore volutamente post industriale. La qualità architettonica e la vicinanza al centro (tra Ponte Milvio e Prati) rendono, gli ex Magazzini di Casermaggio al Foro Italico, un edificio unico nel suo genere. L'evento si è svolto nella famosa location di oltre 1200 mq., con oltre 500 selezionatissimi invitati e numerosi personaggi del mondo dello spettacolo invitati da Giorgia Giacobetti: Marco Bonini, Valeria Fabrizi, Fabio Fulco, nella foto con Giorgia Giacobetti, Francesca Valtorta, Francesco Arca, Randi Ingerman, Flavio Parenti con Eleonora Albrecht, Pino Strabioli, Giuliana Lojodice, Saverio Vallone, Giorgio Lupano, Barbara Bonanni, Veronica Papa. Dress code: rigorosamente touch of gold!La serata è cominciata  con una cena placée: 150 invitati, top client della struttura e degli sponsor partner, hanno cenato in lunghissimo ed unico tavolo imperiale specchiato nero, allestito con sottopiatti posateria e bicchieri di design dai colori neri, bianchi e oro,  illuminato da innumerevoli candele.Durante la cena, la performer Julie Bijou, ha accompagnato gli invitati, attraverso le atmosfere delle epoche più belle, in un viaggio musicale dal vintage al moderno.Un menù elaborato e ricercato, dai sapori mediterranei e particolari, con vini e spumanti introdotti da somelier di una delle cantine italiane più rinomate, tra i fiori all'occhiello del made in Italy all'estero.Un originale showcooking di dolci e coloratissimi drink sono seguiti alla cena, dando inizio al grande party.I 400 invitati sono stati accolti dall'esibizione di Rita Lynch, performer italiana Burlesque di fama internazionale ma non è finita qui ….la cantante Federica Buda, accompagnata al sax da Alessio Martignani, ha reintrepretato i più grandi successi delle dive del pop e della dance internazionale. A concludere la serata Dj set fino a tarda notte. Gianluca Saitto veste Loredana Bertè “Non aspettatevi look strani: la priorità non deve essere l'abito che indosso, ma la canzone” – dichiara Loredana Bertè.Comincia in maniera inaspettata il Festival di Sanremo per Loredana Berté, che si presenta sul palco dell'Ariston per l'undicesima volta nella sua carriera e che, per farlo, ha scelto di rimanere fedele al suo stile di ogni giorno, quello curato dallo stilista Gianluca Saitto.I look del couturier, infatti, sono da tempo i compagni preferiti della cantante perché capaci di tradurre, a livello di immagine, quella grinta, quella femminilità indomita e quella personalità irruente che caratterizzano Loredana e le sue canzoni. E, proprio per rendere protagonista “Cosa ti aspetti da me”, il brano rock che sarà presentato durante la kermesse e non avere sorprese in fatto di look, la cantante ha scelto di indossare lo stile Berté firmato Saitto fatto di linee decise, di tagli corti, di tessuti morbidi e fascianti, che accompagnano le performance sul palco, enfatizzando i movimenti e mettendo in primo piano le gambe. Abiti in taffetas di seta e trattati con effetti stone washed capaci di creare sul tessuto effetti dinamici; abiti caratterizzati dalla gonna, più corta davanti, più lunga dietro; e ancora un abito con chiusura a zip e il dettaglio della manica con sbuffo sulle spalle. Modelli che sono una seconda pelle, perché hanno il pregio di aderire al corpo e all'essenza di una cantante iconica e fuori dagli schemi, che da oltre 40 anni scrive capitoli importanti nella storia della musica italiana.Una scelta ancora una volta originale per un personaggio che, da sempre, ha caratterizzato le sue partecipazioni alla kermesse musicale presentandosi con look eccentrici e indimenticabili mentre, questa volta, ha deciso di affidare solo alla sua canzone il compito di mostrare il suo carattere forte e ribelle, da vera signora della musica. IL MARGUTTA :EVENTO ALLA SCOPERTA DEL SUD, TRA CINEMA, POESIA E MUSICA Cinque appuntamenti per scoprire tutte le ricchezze del nostro Sud, raccontando storie di imprenditoria e di cultura, di gastronomia e di creatività. Parte stasera, giovedì 7 febbraio, presso il gotha della ristorazione vegetariana Il Margutta Veggy Food & Art, a Roma, in via Margutta 118, il primo ciclo di Territorio e Identità: cinque serate per raccontare il Sud, tra suoni e profumi, colori e tradizioni. Riflettori puntati, per la prima serata, su Matera, capitale europea della cultura 2019, e su tutta la Basilicata.  L'EVENTO - L'iniziativa, con l'ideazione e l'organizzazione di Tina Vannini, ha come focus, ovviamente, il food, ma non solo. Sarà infatti proposto un menu di quattro portate profondamente intrecciato con la regione protagonista dell'appuntamento. In questo caso, il resident chef Mirko Moglioni proporrà La Cialledda, Cavatelli di grano arso con pomodorini e cacioricotta, Patate Raganate e Torta di Ricotta, strazzate e cartellate. I piatti saranno accompagnati dai vini delle cantine Re Manfredi, e includono il Bianco 2018, l'Aglianico del Vulture 2015, il Vigneto Serpara 2012. Prezzo della cena: 35 euro, vini inclusi. Start, ore 20:30. Fuori dal piatto, ma ingredienti preziosissimi di questa imperdibile serata, anche musica e danza, poesia e cinema. Sarà presente, per gentile concessione di Altre Storie srl, il regista Domenico Fortunato, che proporrà due sequenze del suo Wine to love, girato in Basilicata con Ornella Muti e Jane Alexander, che omaggia la cultura del vino e, nella fattispecie, dell'Aglianico del Volture. Delicatezza e magia saranno le parole chiave dell'attrice Anna Ferruzzo, che interpreterà alcune righe dello scrittore, poeta e politico italiano Rocco Scotellaro. Spazio anche alla danza e alla musica, con la presenza de Le Magarije, Nadia Del Magno e Cristina Cosentino, accompagnate da Fabrizio Damiani e Domenico Alagia, che allieteranno la serata con pizzica e tarantelle lucane. IL PROGRAMMA - Con una cadenza mensile, inoltre, saranno raccontate, e gustate, anche le eccellenze della Sicilia (metà marzo), della Puglia (metà aprile), della Calabria (metà maggio) e dellaSardegna (metà giugno), con date da definire nelle prossime settimane. Questi cinque appuntamenti rappresentano il primo ciclo di un progetto ben più ampio, che nel 2020 punterà ad approfondire il Nord, tra Liguria e Piemonte, Lombardia e Veneto, e successivamente il Centro, Toscana e Lazio in primis. "E' un progetto ambizioso - spiega la titolare Tina Vannini - che cerca, in occasione della convivialità di una cena appositamente studiata e dedicata, di raccontare Storia e storie delle nostre regioni. Tentiamo, in questo modo, di promuovere la nostra spesso bistrattata Italia in tutti i suoi sorprendenti aspetti, quelli legati alla tavola e alla cultura, per incentivare un turismo nazionale consapevole e attento. Il nostro Paese ha così tanto da raccontare che non farlo sarebbe un gran peccato. Viaggiare per il mondo è bello, ma conoscere le nostre radici è fondamentale. E, per questo,". Inge Morath la vita e la fotografia a Treviso Casa dei Carraresi di Treviso accoglie, dopo il successo della mostra su Elliott Erwitt ed i suoi cani, la prima grande retrospettiva italiana di Inge Morath, la prima donna ad essere inserita nel cenacolo, all'epoca tutto maschile, della celebre agenzia fotografica Magnum Photos.  Impropriamente nota alle cronache più per aver sostituito la mitica Marilyn Monroe nel cuore dello scrittore Arthur Miller, divenendone moglie e compagna di vita, è stata in realtà soprattutto una straordinaria fotografa ed una fine intellettuale. Il suo rapporto con la fotografia è stato un crescendo graduale: dopo aver lavorato come traduttrice e scrittrice in Austria, inizia a scattare nel 1952, e dall'anno successivo, grazie ad Ernst Haas inizia a lavorare per Magnum Photos a Parigi. Limitarsi a considerarla una fotografa di questa celebre agenzia è riduttivo. Le celebri fotografie realizzate durante i suoi viaggi, o gli intensi ritratti in grado di catturare le intimità più profonde dei suoi soggetti, si accompagnano ad una brillante attività intellettuale che si alimentava di amicizie con celebri scrittori, artisti, grafici e musicisti. Che si trattasse di raccontare paesaggi e Paesi, persone o situazioni, le sue foto erano sempre caratterizzate da una visione personale e da specifica sensibilità, in grado di arricchire la percezione del mondo che la circondava. Come Inge Morath era solita dire: “Ti fidi dei tuoi occhi e non puoi fare a meno di mettere a nudo la tua anima. Ogni reportage di viaggio ed ogni incontro veniva da lei preparato con cura maniacale. La sua conoscenza di diverse lingue straniere le permetteva di analizzare in profondità ogni situazione e di entrare in contatto diretto e profondo con la gente.  SAN VALENTINO CON AMORE Una bella idea è quella di festeggiare San Valentino al Just Cavalli Milano, nella splendida cornice del Parco Sempione e più precisamente in Viale Luigi Camoens, nella location più esclusiva della città. In uno dei locali must della città, punto di riferimento del Jet Set Milanese, location elegante, lussuosa e di successo, nata dall'idea dell'omonimo stilista, per la speciale giornata di San Valentino, verrà proposta una serata indimenticabile. L'atmosfera sarà unica, il menù studiato per l'occasione.Per sorprendere la propria amata, poi, potreste anche farle anche trovare un mazzo di fiori sul tavolo prenotato. Nel menu  ostriche prestige con shot di Ginarte ,Tentacolo di polpo croccante del mediterraneo, in crema di burrata e olio al basilico,toast di orata, patate, capperi di Pantelleria e olive taggiasche,zuccotto panna e fragole   Francesco Butteri : esistenzialismo e determinazione In molti dicono che i ragazzi di oggi sono tutti uguali, che pensano solo al divertimento e alle cose futili, ma per fortuna non é sempre così. Prendiamo il caso di Francesco Butteri, giovane imprenditore con tante passioni. Ha frequentato una scuola di recitazione dove ha rafforzato la sua passione per il cinema: tra i suoi idoli Alain Delon, Paul Newman e Helmut Berger, ma anche Veronica Lake, Judy Garland e Lauren Hutton. Ama moltissimo il cinema di Luchino Visconti, da "Rocco e i suoi fratelli" a "Gruppo di famiglia in un interno, da "Senso" a "La caduta degli dei".Tra i suoi film preferiti "La Piscina" con tre icone quali Alain Delon, Romy Schneider e Jane Birkin. Difficile trovare un gusto e una sensibilità tali in un ragazo di soli ventitré anni. Questo non toglie il fatto che possa essere anche un tifoso milanista e dedicarsi al fisico con un personal trainer in quanto una cosa non esclude l'altra: é assolutamente trasversale, non inquadrato in un solo settore, libero da ogni schema e assolutamente battagliero. Il suo motto é "volere é potere". Ha partecipato alla fiction "Non dirlo al tuo capo 2" ,in onda su Rai Uno, con Vanessa Incontrada e Lino Guanciale dove interpreta il ruolo del postino, ma le sue mire sono altre. Non gli interssa tanto apparire quanto stare dietro le quinte: ha già lavorato nel management, questo é il suo sogno, ma ora agisce nel campo immobiliare. In pratica, un imprenditore che ha una marcia in più, quella dello spettacolo e della cultura. Una voglia di sapere che viene da dentro, una voglia di imparare che lo rende un ragazzo unico, con umiltà e determinazione. Una poesia di Auden inserita in " Gruppo di famiglia in un interno" di Luchino Visconti, recitava: "quando incontri una persona graziosa inseguila e se puoi abracciala". Francesco Butteri é tutto questo, le persone si interessano subito a lui grazie anche alla sua avvenenza, come la grande attrice Cate Blanchett, vincitrice di due premi Oscar, che ha incontrato a una festa recentemente a Milano. Lavora incessantemente, non si fa problemi per questo in vista di un futuro che ripaghi cotanto impegno. Per lui, inoltre, non esistono due giorni, ovvero ieri e domani. Esiste l'oggi per costruire con caparbietà quello che sarà il suo futuro. E noi gli auguriamo ogni bene.   Edoardo Santonocito: un influencer da urlo Lui si chiama Edoardo Santonocito e non fa il Babbo Natale. Solo che la sua foto sexy postata a Natale lo ha fatto diventare un idolo degli internauti. Sul suo Instagram sono tante le foto che ritraggono la sua straordinaria bellezza. I suoi occhi azzurri e il suo corpo mozzafiato lo rendono uno dei modelli  italiani più gettonati. Edoardo è unaffermato modello e influencer di Instagram. Ama lo sport ed è istruttore di Tennis. Per chi volesse è anche personal trainer.Edoardo è un ragazzo genovese di 25 anni che ha passato la vita cercando di diventare un giocatore professionista di tennis e che poi, purtroppo, per motivi famigliari ha dovuto abbandonare questo sogno all' età di 19 anni, rimanendo però sempre nel mondo che amava, il tennis, non più come giocatore ma come allenatore e coltivando contemporaneamente la sua passione per la moda provando a diventare un affermato modello ed influencer. Ha fonato anche un brnd di cui ci dice: "BeHeroes è un brand sportivo nato da un' idea comune, mia e del mio socio, Matteo, ovvero cercare di inserire nel mercato dell' abbigliamento tennistico un prodotto di altissima qualità ad un prezzo decisamente contenuto provando a tenere sempre una linea giovane ed accattivante leggermente fuori dai classici canoni eleganti ed impostati, che rappresentano questo sport all' interno dei club." Del suo rapprto con i social netwotk aggiunge: " Cerco di mantenere un rapporto molto intimo e vicino ai miei followers, mi piace condividere quello che faccio nella mia vita, dispensare consigli di ogni genere e condividere esperienze sia per quanto riguarda il mondo “healthy” , sia per quanto riguarda le vacanze, o il fashion. Provo a trasferire a coloro che mi seguono quello che vivo, che provo e che è di mio gusto. Posso fornire consigli sull' alimentazione, come dare qualche dritta su quali accessori indossare o quali posti visitare quando si è in vacanza. L'idea di poter essere una figura di riferimento positiva per gli altri mi fa sentire una persona migliore."   Trump si affida a un italiano per la sua comunicazione, Mirko Scarcella Ecco il mistero del trasferimento di Mirko Scarcella a Miami.La notizia arriva dagli Stati Uniti, dove si è di recente trasferito e, se confermata, sarebbe il colpo dell'anno. Mirko Scarcella, il golden boy del web italiano che a soli trent'anni da commesso di Zara è diventato il più famoso esperto di Instagram in Europa, sarebbe entrato nello staff della comunicazione del Presidente Trump. Il ragazzo il suo primo successo lo aveva incassato creando il mito di Gianluca Vacchi, l'imprenditore bolognese che all'epoca aveva duemila follower. Scarcella lo portò a dodici milioni in tre anni, facendolo conoscere a livello planetario. Ma da lì di strada ne ha fatta, ormai Vacchi non è che un ricordo lontano. Sembra che Scarcella, definito un vero guru del web, tramite amici comuni, abbia incontrato uno strettissimo collaboratore del Presidente. Un giovane che avrebbe iniziato a lavorare per la campagna elettorale di “The Donald” e che poi si sarebbe fatto valere tanto da prendere in mano i suoi social, materia delicatissima e quanto mai importante per fare campagna elettorale oggi.L'immagine social di Trump sarebbe da perfezionare, il suo Instagram in particolare, che oggi conta undicimilioni e ottocentomila followers. Troppi gli errori di comunicazione commessi dal Presidente nei mesi scorsi: a detta dei suoi Trump insisterebbe nel postare video della sua funzione pubblica, penalizzando invece la sua immagine più privata e vera, che potrebbe invece portargli ulteriori consensi.È così che sarebbero arrivati proprio a lui, a Scarcella, che vanta a Miami un amico avvocato potentissimo, ben inserito nei network che contano.Sarà vero? Scarcella interpellato sull'argomento si trincera dietro a un “no comment”, forse per cavalcare l'onda di quella che sembrerebbe a tutti gli effetti una fake news, o forse invece perché nella sua nuova casa di Miami in cui si è trasferito, con vista sulla baia di Harbour Island, qualcosa sta succedendo. Di sicuro il ragazzo sa come veicolare le notizie, e come crearle, e forse c'e davvero il suo zampino dietro a questo rumor, anche se chi lo conosce bene spiega come in questi anni abbia sempre mantenuto il massimo riserbo sui nomi dei suoi clienti: impossibile scucirgliene uno. Ma si sa che segue l'Instagram di grossi manager, calciatori, politici e cantanti e che negli Stati Uniti sta curando l'immagine dell'università americana più famosa al mondo, Harvard. Pare che ci sia lui dietro ad ogni post di Rihanna, valore 120 mila euro. Un Deus ex Machina che non teme la concorrenza, dotato di quella giusta dose di strafottenza per affrontare e ricevere chiunque. E forse anche per imbrogliare tutti Maurizio Lucidi, un uomo di successo a Casa Sanremo "Bellessere" a Casa Sanremo.Grande evento a Casa Sanremo (L'Hospitality del Festival della Canzone Italiana) per Il giornalista economico , ideatore del Premio Eccellenze Italiane e del Salone dell'eleganza Maurizio Lucidi, che ha saputo moderare ed ha saputo gestire in modo eccelso le conversazione tenutasi. Gli argomenti principali sono stati la Bellezza ed il Benessere Fisico e Psicologico (da qui il nome BELLESSERE) che necessariamente e spesso derivano da un'attività fisica ben strutturata, in tal senso ottimo l'intervento ed i consigli dettati dal PERSONAL Trainer Daniele Esposito. Da segnalare e molto apprezzati dal pubblico presente gli interventi della conduttrice televisiva Veronica Maya, dei Professori Luca Piretta e Francesco Inchingolo e dei padroni di Casa (Sanremo, ndr) Vincenzo Russolillo e Daniela Serra. Per finire foto e bollicine per i molti presenti in sala.    

Dai blog