Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio, gli eventi vip della settimana

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

Fabio Palazzi, party sulla Terrazza Hotel Monforte Fabio Palazzi, noto imprenditore, Patron Jet Set Capri e grande amico dei vip, ha organizzato, sulla Terrazza Hotel Monforte,  a Milano, “Aperitif On The Roof”, che ha visto, come protagonista Skytapp, start up di supporto alle PMI nell'affrontare il difficile contesto del commercio digitale. SytApp, nata dall'idea di business di Roberto Galloro, dottore commercialista di Napoli, che dopo aver maturato significative esperienze nel mondo professionale, ha deciso di spostare il focus sul settore dell'ICT, per la realizzazione di una piattaforma digitale innvovativa, è un marketplace B2C ideato per fare da supporto ai commercianti e dare la possibilità agli utenti di confrontare e valutare prodotti e servizi disponibili, più vicini e pre-ordinarli prima di recarsi fisicamente negli store e acquistarli. Attraverso l'app, infatti, gli store avranno un valido strumento per raggiungere i consumatori, sempre più connessi, geolocalizzati e con poco tempo a disposizione.  La start-up, nasce per essere da supporto al retailer tradizionale che nel contesto attuale, rischia di non essere capace e strutturato per rispondere al mercato e alle nuove modalità di consumo. Usando SytApp, il piccolo o medio negoziante potrà, inoltre, ampliare notevolmente il suo bacino di utenza. Grazie all'uso dell'app si avrà la possibilità di combinare esigenze di prossimità, individuando il prodotto e servizio più vicino o facendoseli consegnare comodamente a casa, alle tempistiche desiderate. “E' un mix tra valorizzazione della tecnologia e del virtuale con il reale”-ha sottolineato Fabio Palazzi, che aveva al party, tra i suoi ospiti, diversi vip-“incentiva i prodotti, evita lo stoccaggio delle merci, la crisi del negozio, per un ritorno alla comunicazione che non abbatta i rapporti umani. Sii te stesso e sii felice è il nostro motto” È una vita rock quella di Carla Milesi di Gresy, così come appare nel suo libroCome facevano a vivere nell'Ottocento senza tranquillanti?. Immaginiamo un'esistenza tra Milano, Parigi, New York con puntate a Gstaad e Ibiza negli anni in cui tutto sembrava succedere in quei luoghi.A New York ­erano gli anni '80: naturalmente Carla frequentava l'Area, la discoteca cult con Madonna di casa, i pitoni in vetrina attorcigliati a ballerine nude, le coppie in fila per fare pipì insieme per testare le complicità. La ragazza Carla, qui trasfigurata letterariamente nel personaggio di Liz, entra in quel mondo dalla porta principale, scortata dalla sua amica Maripol. Un mondo dove erano tutti amici tra loro: Madonna, Rod Stewart, Britt Ekland, Michael Jackson, Basquiat, Keith Haring.Ora ha scritto un bellissimo libro "Come facevano a vivere nell'Ottocento senza tranquillanti" che narra di Liz, una donna che naviga senza rotta tra le sue molteplici personalità, alla costante ricerca di un'identità. Divisa tra tre uomini che incarnano prospettive di amori agli antipodi, ripercorre la sua eccitante e seducente vita,  tra eventi esclusivi e paradisi naturali. Tra una convivenza con John Malkovich e un party in compagnia di Madonna, si dipana la matassa di un'esistenza di eccessi e costrizioni. Carla Milesi sperimenta e dà vita a un romanzo naif e tragicomico con protagonista una donna fragile ma assetata di esperienze. E poi feste, mostre e convegni. . La magia di Elisabetta Delogu Ogni abito, unico, irripetibile e dal taglio sapiente, può rivelare una donna romantica ed eterea, innocente e sensuale in un gioco di contrasti tra antico e contemporaneo, dove donne diverse possono coesistere.La cura sartoriale di ogni dettaglio si accompagna a un'attenta selezione dei tessuti: come le organze, i tulle, e i pizzi più leggeri che si affiancano alle bourette e agli shantung ricamati a mano con cromatismi sofisticati. Il nostro obiettivo è dare vita ad abiti senza tempo.Anche Elisabetta Delogu ha partecipato alla sfilata benefica a Bologna a favore dell'Oncologico Addarii grazie all'associazione Araba Fenice: un'idea di Annamaria Nigro e della compianta giornalista Loredana Ranni       Peter Langner: un talento unico Grande serata charity a Bologna con numerosi stilisti a sostegno dell'Oncologico Addarii grazie all'associazione Araba Fenice.Nel giorno delle vostre nozze, scegliete di indossare il prestigio del made in Italy.  Tra i creatori di moda, il grande Peter Langner.Noto stilista tedesco dal grande bagaglio di esperienze, Peter Langner vi vestirà con i suoi preziosi modelli, pensati per mettere in risalto la bellezza di ogni donna che, per il proprio giorno, desidera il meglio.Dalla Germania alla Francia, questo è il primo passo che compie Peter Langner che, da sempre affamato di arte, intraprende gli studi presso la Chambre Syndicale di Parigi.Ancor prima del diploma, viene offerta allo stilista la possibilità di lavorare con Angelo Talazzi presso Guy Laroche, esperienza che lo introduce nel mondo della moda e che lo porta in giro per il mondo, dove accumulerà esperienze lavorando per Christian Lacroix, Ungaro e al fianco di Mark Bohan per la casa di moda Christian Dior.Insieme a Bohan, Peter Langner si trasferisce a Londra per proseguire la sua esperienza in Dior. Nel 1991, grazie ai successi ottenuti, decide di intraprendere un business tutto suo, aprendo il primo laboratorio e atelier a Roma e trasferendosi, nel 2015, a Milano.I vestiti da sposa di Peter Langner vengono curati con cura estrema e minuziosa dal primo bozzetto fino alla realizzazione finale. Ogni modello, concepito per offrire eleganza, comfort e qualità, viene realizzato con i tessuti più raffinati e impreziosito da dettagli esclusivi, perché nel vostro giorno possiate indossare un capo unico e che rappresenti al meglio il prestigio del made in Italy.       Tutti da Kraler a Cortina Volare restando seduti in una boutique: anche questo è successo a Cortina durante la 14ª edizione di Cortinametraggio, il Festival organizzato da Maddalena Mayneri che riunisce, una settimana all'anno, registi, attori, produttori ed esperti di cinema nella Perla delle Dolomiti. Con dei visori futuribili infatti, gli ospiti del department store Franz Kraler in pieno centro città, grazie alla realtà virtuale 3D e al video mapping 3D, sono riuscivi a sorvolare virtualmente dall'altro i paesaggi di Cortina D'Ampezzo vivendo un'esperienza sensoriale coinvolgente e unica. Ospite d'onore quest'anno Barbara Bouchet. Ma i veri protagonisti sono stati i lavori presentati: ben oltre 670 progetti tra cortometraggi e videoclip musicali arrivati in selezione, da registi emergenti e non. E proprio in un momento di grande dibattito sociale e politico del nostro Paese sul tema dell'immigrazione, a vincere è stato il corto dal titolo “La Gita” per la regia di Salvatore Allocca.       Moët & Chandon celebra il 150° anniversario di Moët Impérial Moët & Chandon ha celebrato il 150° anniversario dell'iconico Moët Impérial svelando la nuova limited edition con un party esclusivo nella fantastica Katara Royal Suite dell'Excelsior Hotel Gallia a Milano.Champagne a fiumi, foto iconiche e tanti ospiti tra cui Natasha Stefanenko e Ludmila Radcenki nella foto.         Marina Di Guardo e "La memoria dei corpi" Un evento tutto al femminile quello che venerdì 12 aprile 2019 vedrà protagonista Marina Di Guardo ed il suo ultimo lavoro “La Memoria dei Corpi”, destinato a scalare le classifiche dei best seller in libreria. Un pomeriggio dedicato alla cultura, costellato di figure femminili eccellenti in tutti i ruoli cardine dell'evento.Donne di grande spessore culturale e dalla grande personalità, a partire dalla giornalista Barbara Donarini che condurrà la presentazione del libro, proseguendo con la padrona di casa, titolare dell'Hotel Villa Cipressi, la meravigliosa location sul Lago di Como che sarà teatro dell'evento, Ludovica Rocchi, affiancata dalla Manager Raffaella Nenna e dalla poliedrica Monica Gabetta Tosetti, medico di chiara fama, titolare del prestigioso Atelier Tosetti - autentico punto di riferimento per l'alta moda e le creazioni sposa a Como - nonché seguitissima fashion influencer che dichiara: “Opero nel mondo sposa da tantissimo tempo e da alcuni anni curo importanti collaborazioni con brand di moda di altissimo profilo, per i quali realizzo una comunicazione fotografica che viene veicolata sul mio profilo Instagram, seguito, al momento, da circa 115 mila affezionati followers in continua crescita”. L'autrice del libro indosserà, per l'occasione, proprio un abito di alta moda della collezione Tosetti, a riaffermare la grande ispirazione fashion di Monica Gabetta Tosetti, che, ereditando una lunga tradizione familiare, disegna e crea gli abiti della propria Maison. Alla presentazione, che avrà inizio alle 18,30, farà seguito un incontro con l'autrice, che risponderà alle domande della stampa e del selezionatissimo pubblico atteso. Al termine dell'interessante pomeriggio letterario, un cocktail proposto dagli chef dell'incantevole Struttura che incanta in ogni stagione con la maestosità delle sue architetture incastonate tra i riflessi cristallini del Lario e il rigoglioso verde dei suoi sontuosi giardini. Dopo Com'è giusto che sia, Marina Di Guardo ci regala un nuovo, sorprendente thriller, un meccanismo a orologeria dalle tinte rosso scuro di Basic Instinct, un tuffo nei luoghi oscuri che si annidano in ognuno di noi e sarà davvero interessante scoprire direttamente dalla sua voce le ispirazioni di questa nuova opera che ne afferma e conferma il talento cristallino.   Carine Roitfeld festeggia con Andrea Panconei   LuisaViaRoma celebra il 90esimo anniversario e Carine Roitfeld inaugura CR Runway a Firenze, il 13 giugno 2019.Carine Roitfeld, visionaria della moda e founder di CR Fashion Book e CR Studio, annuncia il suo primo CR Runway fashion show il prossimo 13 giugno a Firenze, organizzato con Andrea Panconesi, CEO di LuisaViaRoma, per festeggiare il 90esimo anniversario di LuisaViaRoma.Co-fondato insieme a Vladimir Restoin-Roitfeld, figlio di Carine e President & Managing Director di CR Fashion Book Ltd. e di CR Studio, CR Runway celebra il 90esimo anniversario di LuisaViaRoma con una sfilata di look iconici degli anni '90, curati da Carine, per ricordare una delle decadi più importanti per l'arte e per la moda.Al tramonto, 5000 persone saranno invitate a Piazzale Michelangelo, dove Carine Roitfeld, founder e Creative Curator di CR Runway, e Andrea Panconesi, CEO di LuisaViaRoma, presenteranno una loro selezione di pezzi chiave delle collezioni uomo e donna dell'Autunno-Inverno 2019.Omaggio agli anni del glamour e della sensualità, lo show sarà diretto dal Casting Director Piergiorgio del Moro che, per l'occasione, riunirà le modelle simbolo di quel periodo per reinterpretare i look anni '90 attraverso le collezioni attuali. La musica sarà curata dal Sound Director Michel Gaubert. Fra i vari performer, l'artista di fama mondiale Lenny Kravitz e molti altri da annunciare. La produzione dell'evento, a cui parteciperanno ospiti internazionali del mondo dell'intrattenimento, dell'arte e della moda, è a cura di Andy Boose e Stefan Santoni di ISG e prevede una VIP cocktail hour, il CR Runway fashion show, performance esclusive e una cena privata.In occasione dell'evento, la sfilata sarà trasmessa in diretta su alcuni maxischermi installati nel centro storico di Firenze e verrà presentato un libro che racconta la storia di LuisaViaRoma, dalle prime iconiche vetrine del negozio, ai giorni d'oggi. Alcuni dei look proposti da Carine saranno disponibili sulla pagina editoriale di CR Runway in un mini-sito creato per LUISAVIAROMA.COM prodotto da CR Studio, segnando la prima produzione digitale dell'agenzia.CR Runway sarà il primo dei fashion show organizzati da Roitfeld e Restoin-Roitfeld nelle principali città di tutto il mondo.     Aperitif on the roof Fabio Palazzi, noto imprenditore, Patron Jet Set Capri e grande amico dei vip, ha organizzato, sulla Terrazza Hotel Monforte,  a Milano, “Aperitif On The Roof”, che ha visto, come protagonista Skytapp, start up di supporto alle PMI nell'affrontare il difficile contesto del commercio digitale. SytApp, nata dall'idea di business di Roberto Galloro, dottore commercialista di Napoli, che dopo aver maturato significative esperienze nel mondo professionale, ha deciso di spostare il focus sul settore dell'ICT, per la realizzazione di una piattaforma digitale innvovativa, è un marketplace B2C ideato per fare da supporto ai commercianti e dare la possibilità agli utenti di confrontare e valutare prodotti e servizi disponibili, più vicini e pre-ordinarli prima di recarsi fisicamente negli store e acquistarli. Attraverso l'app, infatti, gli store avranno un valido strumento per raggiungere i consumatori, sempre più connessi, geolocalizzati e con poco tempo a disposizione.  La start-up, nasce per essere da supporto al retailer tradizionale che nel contesto attuale, rischia di non essere capace e strutturato per rispondere al mercato e alle nuove modalità di consumo. Usando SytApp, il piccolo o medio negoziante potrà, inoltre, ampliare notevolmente il suo bacino di utenza. Grazie all'uso dell'app si avrà la possibilità di combinare esigenze di prossimità, individuando il prodotto e servizio più vicino o facendoseli consegnare comodamente a casa, alle tempistiche desiderate. “E' un mix tra valorizzazione della tecnologia e del virtuale con il reale”-ha sottolineato Fabio Palazzi, che aveva al party, tra i suoi ospiti, diversi vip-“incentiva i prodotti, evita lo stoccaggio delle merci, la crisi del negozio, per un ritorno alla comunicazione che non abbatta i rapporti umani. Sii te stesso e sii felice è il nostro motto”  NELLA FOTO LO STAFF SYTAPP CON IL PRESIDENTE ROBERTO GALLORO E FABIO PALAZZI, PATRON JET SET CAPRI       AL JUST CAVALLI ISAAC TABRICHI In occasione della Milan Design Week, il 10 Aprile, al Just Cavalli di viale Camoens/Torre Branca, Ginarte presenta special art, performance live di Isaac Tabrichi, con i suoi Tableaux Paillettes. Tabrichi è un artista sin dalla nascita, che ha sempre usato il disegno come modo di esprimere se stesso. I suoi insegnanti d'arte hanno subito capito il suo genio e lui non poteva che fare l'artista. Dopo un anno di studio alle Belle Arti ha subito deciso di fare l'autodidatta, scoprendo la pittura live, le performance dal vivo, innamorandosi di questo format, che appassiona il pubblico. Durante la serata Super Jungle del locale più glamour della città, non mancherà come special guest DJ MAGNUM. Da Pechino a Las Vegas, da Parigi a Rabbat passando per Lisbona, il trend è di gran moda: Isaac Tabrichi, vi lascia senza parole, sin da quando arriva sul palco, davanti a una grande tela di lino nero. Armato di un pennello e una colla trasparente, traccia, tra la musica, grandi tratti invisibili. Sino alla fine dello spettacolo, mantiene il mistero e 5 minuti più tardi, mette migliaia di glitter argentati ed emerge dal nulla, tra oscurità e luce, luccicante, il ritratto del protagonista dell'evento! Per diversi giorni, l'artista lavorato instancabilmente nel suo studio per memorizzare le caratteristiche del protagonista dell'evento ed essere in grado di disegnare in pochi minuti, il ritratto. Il giovane pittore, richiestissimo, è diventato, in 5 anni, una vera celebrità. E non è solo la festa ad essere indimenticabile. Solo Just Cavalli Milano poteva averlo come ospite di un'altra serata esclusiva, come è nello stile del locale più glamour della città. La scuola di domani A Concorezzo, grazie all'iniziativa dell'onorevole Massimiliano Capitanio, primo firmatario del Progetto di Legge sull'educazione civica, è stato organizzato in convegno 'La scuola di domani', un'occasione unica per studenti, insegnanti e genitori per discutere insieme sulla scuola. Sono intervenuti, ospiti del Sindaco di Concorezzo Riccardo Borgonovo, il Ministro dell'istruzione Marco Bussetti, l'onorevole Massimiliano Capitanio, Vincenzo De Feo, ingegnere e autore, esperto di problematiche legate al web soprattutto dal punto di vista dei giovani. L'onorevole Capitanio ha messo in risalto il fatto che questa legge riguarda un concetto di rispetto a 360 gradi, verso gli altri, verso se stessi anche a livello di educazione alimentare, verso il Pianeta e non significa solo conoscenza della Costituzione Italiana. Il Ministro Bussetti ha sottolineato che i ragazzi sono tutti potenzialmente da 10 e lode e non vanno valutati solo su profitto e apprendimento, o classificati e ghettizzati. L'ingegner De Feo ha tenuto a precisare che in un recente passato un ragazzo che sbagliava normalmente veniva etichettato e marchiato spesso definendolo borderline. Questo è un ulteriore passo verso il baratro che non porta certo al recupero dello studente. I ragazzi sono 'i figli di tutti' e vanno soprattutto invitati a essere consapevoli. Grazie a questo Governo in meno di un anno sono stati messi in lavorazione tanti provvedimenti efficaci per il bene del nostro paese, riguardanti tutte le fasce sociali. dai ragazzi di tutte le età, agli anziani.NELLA FOTO DA SINISTRA INGEGNER VINCENZO DE FEO, IL MINISTRO MARCO BUSSETTI, L'ONOREVOLE MASSIMILIANO CAPITANIO     Carla Milesi di Grésy: una vita rock È una vita rock quella di Carla Milesi di Gresy, così come appare nel suo libroCome facevano a vivere nell'Ottocento senza tranquillanti?. Immaginiamo un'esistenza tra Milano, Parigi, New York con puntate a Gstaad e Ibiza negli anni in cui tutto sembrava succedere in quei luoghi.A New York ­erano gli anni '80: naturalmente Carla frequentava l'Area, la discoteca cult con Madonna di casa, i pitoni in vetrina attorcigliati a ballerine nude, le coppie in fila per fare pipì insieme per testare le complicità. La ragazza Carla, qui trasfigurata letterariamente nel personaggio di Liz, entra in quel mondo dalla porta principale, scortata dalla sua amica Maripol. Un mondo dove erano tutti amici tra loro: Madonna, Rod Stewart, Britt Ekland, Michael Jackson, Basquiat, Keith Haring.Ora ha scritto un bellissimo libro "Come facevano a vivere nell'Ottocento senza tranquillanti" che narra di Liz, una donna che naviga senza rotta tra le sue molteplici personalità, alla costante ricerca di un'identità. Divisa tra tre uomini che incarnano prospettive di amori agli antipodi, ripercorre la sua eccitante e seducente vita,  tra eventi esclusivi e paradisi naturali. Tra una convivenza con John Malkovich e un party in compagnia di Madonna, si dipana la matassa di un'esistenza di eccessi e costrizioni. Carla Milesi sperimenta e dà vita a un romanzo naif e tragicomico con protagonista una donna fragile ma assetata di esperienze. DESIGN WEEK HYPER ROOM Grazie alla collaborazione con Sense Immaterial tutti gli ospiti scaricando l'apposita App potranno provare alcuni dei prodotti esposti direttamente nelle proprie case attraverso un'innovativa tecnologia di realtà aumentata e sarà solo l'inizio della creazione dello showroom tutto in 3D di Hyper Room ; dal Fuori Salone in poi infatti tutte le settimane verranno inseriti nuovi prodotti di design e moda delle aziende partner di Hyper Room che si potranno poi acquistare dal sito www.hyper-room.com.            DESIGN WEEK :LA PESA  In occasione della Milano Design Week 2019, dal 9 al 14 Aprile, con aperitivo dalle 18,30, La Pesa Pubblica di via Melzo 19Milano presenta “ADDUMA”,  un viaggio esperienziale durante il quale ci si rimette in ascolto della terra di cui si è figli, la Sicilia, ritrovando immagini, profumi, colori, che rimarranno nello spirito e che la memoria non sbiadirà più.Ed è la luce il filo conduttore di questo percorso,nato dall'idea e dal desiderio dei due soci de La Pesa, Davide Vitale e Alessandro Nicolaci,che dedicheranno la Settimana del Design del loro locale alla luce intesa come consapevolezza, riscoperta del passato e delle proprie radici, perché è solo recuperando il proprio passato che si può andare nel futuro, ritrovando il proprio percorso esplorativo di vita. Adduma, che in siciliano significa “accendi”, è proprio un inno alla luce, quella che ognuno deve ritrovare. Il pubblico potrà vivere un'esperienza multisensoriale attraverso varie espressioni artistiche-di designer tutti originari della Sicilia-accomunata proprio da questa luce, per una consapevolezza spesso non ascoltata da molti, perché non ritrovata. Quadri, gioielli, lampade, ceramiche saranno le declinazioni attraverso le quali sarà possibile ritrovare questa luce, fatta di colori, pietre dure e metallo assemblate con tecnica crochet e fibre naturali, come nei gioielli di Patrizia Amoddio, o come nei quadri di Roberta Moscheo,opere nelle quali centrale è il ruolo della figura femminile, fatta di pennellate dense di colore e di sguardi pieni di comunicazioni o nelle lampade del light designer Salvo Evangelista.All'ingresso accoglierà gli ospiti “LA CORAZZA”, creata per PATRIZIA AMODDIO dal fashion photographer TONI CAMPO e il set designer FRANCESCO PALAZZOLO.I gioielli diventano così l'armatura fantastica di un “pupo” o di una guerriera.Armatura che tutti dovremmo indossare, non per nascondere la nostra vera natura e le opere che dovremmo svelare, ma come protezione contro il banale, lo scontato e tutto ciò che illude la nostra mente.Musiche e allestimento saranno a tema, in un mix tra tradizione e modernità.Anche il foodsarà ispirato alla meravigliosa e luminosa terra di Sicilia e non mancheranno le etichette di Donna Fugata,abbinate ai piatti dello staff de La Pesa.In occasione della Design Week, poi, l'esperto bartender de La Pesa Pubblica, Maurizio Marsigliese realizzerà un cocktail dedicato alla Luce. Fazzini al Fuorisalone Da Le Corbusier a oggi, il colore è un elemento irrinunciabile del progetto perché genera emozioni irrazionali e straordinarie. In questa dimensione sensoriale è nato Timeless, il concept presentato in occasione del Fuorisalone 2019 da Fazzini, brand leader per la biancheria della casa made in Italy, con la collaborazione di Andrea Castrignano, l'interior designer più noto della televisione italiana.Gli spazi dello store Fazzini di via Arco a Milano vengono completamente ripensati per diventare il palcoscenico di un'installazione ad alto contenuto emozionale che rivela una nuova esperienza della tavola in cui è protagonista una raffinata ricerca sulle tendenze del colore.   La palette gioca su nuance profonde della cartella colori di Andrea Castignano, Ametista, Ardesia, Army, Balena, Petrol, Wengè che, nell'abbinamento con il tessile di qualità, rivelano tutta la loro affascinante componente materica in un effetto degradè. Ogni colore non è mai dichiarato completamente, ma si svela nella texture della trama diventando parte integrante della bellezza del prodotto.  Tovaglie, tovaglioli, runner e placement in cotone tinta unita giocano sulla tridimensionalità dei dettagli tono su tono, fino a rivelare un'irresistibile ricchezza compositiva nelle geometrie del pattern camouflage in edizione limitata.Le proposte si svelano in un'ambientazione scenografica e si mescolano in un ricercato lifestyle con alcune creazioni o riedizioni firmate Andrea Castrignano. Diverse isole concettuali mettono in scena una narrazione sull'art de la table e suggeriscono un'interpretazione seducente dei trend contemporanei. Completano l'allestimento, le collezioni tessili per la camera da letto Fazzini, le spugne per il benessere e le raffinate proposte di La Perla Home Collection.  Cornice dell'evento, le performance live della nota cantante Jazz Vhelade (produttrice, interprete e direttrice dei coloratissimi show di Piero Chiambretti) alternate con le selezioni musicali del sound designer Carlo L. Per soddisfare i palati più raffinati, gli ospiti potranno assaporare una serie di prelibatezze gastronomiche e degustare una selezione di vini pregiati dell'azienda vitivinicola ILLICA. L'appuntamento Fazzini, Flagshipstore Milano - Via Arco, 1 Lunedì 8 aprile: 13.30 - 19.30Da martedì 9 a giovedì 11 aprile: 10.30 - 20.00Venerdì 12 aprile: 10.30 - 22.30Cocktail partyVenerdì 12 aprile: 17.30 - 22.30      

Dai blog