Cerca

Di Ivan Rota

Periscopio, gli eventi vip della settimana

5 Aprile 2019

0
Periscopio, gli eventi vip della settimana

Fabio Palazzi, party sulla Terrazza Hotel Monforte

Fabio Palazzi, noto imprenditore, Patron Jet Set Capri e grande amico dei vip, ha organizzato, sulla Terrazza Hotel Monforte,  a Milano, “Aperitif On The Roof”, che ha visto, come protagonista Skytapp, start up di supporto alle PMI nell’affrontare il difficile contesto del commercio digitale. SytApp, nata dall’idea di business di Roberto Galloro, dottore commercialista di Napoli, che dopo aver maturato significative esperienze nel mondo professionale, ha deciso di spostare il focus sul settore dell’ICT, per la realizzazione di una piattaforma digitale innvovativa, è un marketplace B2C ideato per fare da supporto ai commercianti e dare la possibilità agli utenti di confrontare e valutare prodotti e servizi disponibili, più vicini e pre-ordinarli prima di recarsi fisicamente negli store e acquistarli. Attraverso l’app, infatti, gli store avranno un valido strumento per raggiungere i consumatori, sempre più connessi, geolocalizzati e con poco tempo a disposizione.  La start-up, nasce per essere da supporto al retailer tradizionale che nel contesto attuale, rischia di non essere capace e strutturato per rispondere al mercato e alle nuove modalità di consumo. Usando SytApp, il piccolo o medio negoziante potrà, inoltre, ampliare notevolmente il suo bacino di utenza. Grazie all’uso dell’app si avrà la possibilità di combinare esigenze di prossimità, individuando il prodotto e servizio più vicino o facendoseli consegnare comodamente a casa, alle tempistiche desiderate. “E’ un mix tra valorizzazione della tecnologia e del virtuale con il reale”-ha sottolineato Fabio Palazzi, che aveva al party, tra i suoi ospiti, diversi vip-“incentiva i prodotti, evita lo stoccaggio delle merci, la crisi del negozio, per un ritorno alla comunicazione che non abbatta i rapporti umani. Sii te stesso e sii felice è il nostro motto”

È una vita rock quella di Carla Milesi di Gresy, così come appare nel suo libroCome facevano a vivere nell’Ottocento senza tranquillanti?. Immaginiamo un’esistenza tra Milano, Parigi, New York con puntate a Gstaad e Ibiza negli anni in cui tutto sembrava succedere in quei luoghi.A New York ­erano gli anni ’80: naturalmente Carla frequentava l’Area, la discoteca cult con Madonna di casa, i pitoni in vetrina attorcigliati a ballerine nude, le coppie in fila per fare pipì insieme per testare le complicità. La ragazza Carla, qui trasfigurata letterariamente nel personaggio di Liz, entra in quel mondo dalla porta principale, scortata dalla sua amica Maripol. Un mondo dove erano tutti amici tra loro: Madonna, Rod Stewart, Britt Ekland, Michael Jackson, Basquiat, Keith Haring.Ora ha scritto un bellissimo libro "Come facevano a vivere nell'Ottocento senza tranquillanti" che narra di Liz, una donna che naviga senza rotta tra le sue molteplici personalità, alla costante ricerca di un'identità. Divisa tra tre uomini che incarnano prospettive di amori agli antipodi, ripercorre la sua eccitante e seducente vita,  tra eventi esclusivi e paradisi naturali. Tra una convivenza con John Malkovich e un party in compagnia di Madonna, si dipana la matassa di un'esistenza di eccessi e costrizioni. Carla Milesi sperimenta e dà vita a un romanzo naif e tragicomico con protagonista una donna fragile ma assetata di esperienze. E poi feste, mostre e convegni.

.

    Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

    Caratteri rimanenti: 400

    media