Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio, gli eventi vip della settimana

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

Una settimana tra moda e cultura. A Palazzo Durini prima presentazione a Milano della collezione Full Moon e della nuova linea Re-program fatta dal collettivo From The Roots. I giovanissimi membri del gruppo rappresentano al meglio le tendenze del momento.Nella foto il designer Brando Coleman con l'it boy Santiago Invernizzi. È visitabile fino a sabato 11 maggio, presso Il Margutta Vegetarian Food & Art, la mostra "Frammenti - Omaggio a Pina Bausch" con le fotografie di Ninni Romeo: un viaggio temporale, a dieci anni dalla scomparsa della grande artista tedesca, alla scoperta del suo cammino, personale e professionale. L'esposizione, voluta dalla Daniele Cipriani, Arte sostenuta da Tina Vannini e ospitata presso il ristorante vegetariano, a Roma, in via Margutta 118, è curata dalla giornalista e photo editor Frédérique Deschamps, con testo di presentazione firmato dalla giornalista e scrittrice Leonetta Bentivoglio. Sono esposte 44 fotografie bianco e nero e colore, in diversi formati di stampa, di cui due ritratti di Pina Bausch e immagini di diversi spettacoli. Ingresso libero. Per il finissage, invece, l'appuntamento con l'artista e con gli organizzatori è per mercoledì 8 maggio ore 19.LE OPERE IN MOSTRA - Un viaggio temporale, a dieci anni dalla sua morte, avvenuta il 30 giugno 2009, lungo trentacinque anni alla scoperta del suo cammino, personale e professionale. Dal Sacre du Printemps del 1975 al Cafè Müller del 1978, da Palermo Palermo del 1989 al Vollmond del 2006. Senza tralasciare il Bamboo Blues del 2007, ispirato all'India, e la sua ultima creazione, …como el musguito en la piedra, ay sì, sì, sì… del 2009, ispirata al Cile. Protagonista della mostra non solo lei, ma tutta la sua arte, fatta di espressione e drammaticità, provocazione ed eleganza. Nonché di "disordine", il "suo" caos, che trae spunto dalla tradizione, rispettandola e onorandola, per scardinarne la prevedibilità. Uno sguardo al futuro L'evento “Uno sguardo al futuro” si terrà Giovedì 16 Maggio dalle ore 18.30 alle ore 21.00 presso la sede storica di Ottica Romani in Via Flavia. Con un elegante cocktail nella sua sede di Via Flavia 122 a Roma, Ottica Romani presenterà, alla presenza di Jimmy Ghione, volto noto di Striscia la Notizia, in veste di testimonial, il nuovissimo modello di occhiali “TRENDY Hand Free”, che segna un deciso passo in avanti sul fronte della sicurezza nella vita di tutti i giorni. grazie ai suoi importanti contenuti tecnologici che permettono di usare lo smartphone, compagno ormai inseparabile delle nostre giornate, senza correre rischi in tutte le situazioni quotidiane. Ottica Romani è stata scelta per il lancio e la successiva assistenza di questo innovativo occhiale che racchiude, nell'eleganza della montatura, un concentrato di tecnologia in cui l'unico limite d'utilizzo è la fantasia. La versione base ingloba un sistema che lo connette, via bluethoot, allo smartphone, consentendo di parlare al telefono rimanendo concentrati sulle proprie attività, senza togliere, ad esempio, le mani dal volante dell'auto o dal manubrio della moto o della bici che si sta guidando, continuando tranquillamente a sciare, a fare jogging, a passeggiare o a leggere un libro in giardino. Le evoluzioni di questo modello sono dotate di telecamere in alta definizione che consentono di riprendere e trasmettere live, attraverso le applicazioni del telefono, le immagini che vedono in nostri occhi, rendendo ancora più semplice e coinvolgente la ripresa di attività sportive o consentendo, da remoto, l'ispezione di luoghi non presidiati o la verifica dello stato di salute di persone care ma purtroppo lontane. Altre applicazioni prevedono, tramite appositi sensori, il monitoraggio di funzioni vitali di chi indossa questo gioiello tecnologico e la trasmissione dei dati rilevati a medici di fiducia o a centri preposti all'analisi degli stessi. Sono davvero innumerevoli le funzioni di questi occhiali che Ottica Romani distribuirà in esclusiva per il lancio e per i quali è stata incaricata, forte della sua grande esperienza, di svolgere il servizio di assistenza. Nella storica sede capitolina di Via Flavia 122, verrà realizzato un Fix Corner che provvederà alla diagnosi di eventuali guasti o rotture ed alla riparazione, al ripristino o alla sostituzione con attese ridotte al minimo. Confermando l'elevato standard di qualità, l'Ottica Romani è in grado di realizzare sul prodotto qualsiasi tipo di lente: da sole, monofocali, bifocali, multifocali, abbinando qualsiasi tipo di trattamento e lavorazione - afferma Alessio Romani – con uno sguardo nel futuro ma nel solco della tradizione della sapienza artigianale che ha segnato l'affermazione della nostra Azienda come punto di riferimento per l'ottica nella Capitale. Le più moderne attrezzature tecnologiche supportano il lavoro dei nostri maestri ottici, affiancandoli nella realizzazione di lenti perfette e destinate a durare nel tempo, restituendo ai nostri occhi una visione nitida del mondo intorno a noi. Marni apre a Tokyo Marni rinnova la sua presenza in Giappone con l'apertura del suo primo flagship store a Tokyo situato all'interno dello shopping mall Omotesando Hills. Lo store si affaccia sull'omonima prestigiosa strada del lusso, occupando una superficie di 300 metri quadrati in cui le collezioni donna, uomo e bambino sono presentate in uno spazio dal design innovativo che riflette l'estetica audace di Marni.Ispirato ad un giardino giapponese, reinterpretato in chiave contemporanea, lo store rende omaggio alla città che lo ospita attraverso forme, colori e materiali che convivono armoniosamente insieme a elementi tipici dei progetti di interior design del brand. Lo spazio si articola in diverse quattro aree sinuose, in cui linee fluide e complementi d'arredo dalle forme irregolari esaltano con dinamicità le collezioni, delineando un percorso visivo singolare e sperimentale.Una superficie materica, in cemento e dettagli in marmo, accoglie il visitatore nella sala di ingresso, aperta su un'ampia area la cui pavimentazione in legno a spina di pesce si fonde a un inserto in marmo rosso.In questa stanza, dove domina un sofisticato color lilla, le borse e la piccola pelletteria donna sono accolte in spazi espositivi all'interno di pareti ondulate che anticipano il carattere sinuoso degli altri ambienti. Julianne Hough in Genny al Billboard Music Awards La bellissima Julianne Hough ha rivelato la sua anima romantica e sensuale sul palco del Billboard Music Awarsd, dove ha indossato un look firmato Genny dall'allure minimal: ai cortissimi shorts & top bralette ricamati con paillettes a motivo art decò ha abbinato un blazer in lurex con applicazione di brillanti cristalli Swarovski.  La Food Week 2019 Milano Food Week 2019 conquisterà, anche quest'anno, la città con eventi esclusivi di ogni tipo e sapore. La settimana più gustosa che ci sia, il cosiddetto Fuori Salone del Food & Wine torna con la sua decima edizione nella Capitale del food contemporaneo e Just Cavalli, il locale più elegante della città, all'ombra della Torre Branca, in viale Camoens, nello splendido giardino estivo, propone una settimana dedicata alle eccellenze. All'ora dell'aperitivo i brand del food & wine daranno appuntamento a tutti gli appassionati per sette imperdibili appuntamenti in un vero e proprio percorso enogastronomico tra le regioni italiane, con le loro eccellenze e specialità, come è nello stile di Just Cavalli che, nel suo ristorante esclusivo, propone piatti simbolo del Made in Italy con tocchi internazionali, tutto diretto e guidato dallo chef Fabio Francone. Il calendario prevede, come protagonista, il 5 Maggio e il 6 Maggio, Emilia Romagna con protagonisti alcuni brand dell'eccellenza della Regione, come Polenghi, con i suoi prodotti a base di limone, Illica Vini, F&P Wine Group, Il Poggiarello, con le sue etichette, Società Agricola Graffignana, con le caciotte e le marmellate alle cipolle. Il 5 Maggio sarà presente anche Salsanatura, laboratorio artigiano piacentino sbarcato anche in USA, una salsa che aggiunge fantasia alle vostre creazioni in cucina. Il laboratorio artigiano piacentino "Salsa Natura" sbarca in America. I giovani titolari, nel giro di pochi anni, sono riusciti a conquistare la fiducia dei clienti, grazie soprattutto alla massima attenzione sulla qualità delle materie prime nella produzione delle salse: maionese, salsa ai funghi, boscaiola piccante, rucola e grana, salsa rosa con gamberi, salsa al radicchio, salsa tonnata. Non a caso sono stati scelti da Eataly Piacenza e collocati tra migliaia di prodotti di eccellenza della gastronomia italiana. Da qui alle sedi Eataly di tutta Italia, a Monaco e dal 2019 a Parigi. Un laboratorio dove si lavora con costanza, umiltà e serietà e che ora arriva negli States grazie anche ai contatti tramite la Camera di Commercio di Houston il cui presidente è il piacentino Brando Ballerini che da tanti anni vive nella città americana.Il 6, poi, TOMITALY,100% Italian quality, olio e aceto balsamico. il 7 Maggio la serata sarà dedicata al Piemonte, con Pastificio Bolognese,di Alda e Giuseppe Muzzarelli, che hanno portato a Torino la pasta fresca emiliana nell'immediato dopoguerra. Achille, a quel tempo, era un bambino, ma, affiancando i suoi genitori, ha trasformato quel laboratorio in un punto di riferimento per chef e gourmet, all'interno del quale Cristina e Laura continuano la tradizione di famiglia. Durante la serata non mancherà lo showcooking di Andrea Larossa, 1 Stella Michelin, 2 Forchette sulla guida del Gambero Rosso, 1 Cappello sulla guida l'Espresso e 1 “Faccino Radioso” su Il Golosario. Tradizione, innovazione tecnica, accostamenti sperimentali e presentazioni fantasiose sono le sue caratteristiche, che condivide con la compagna Patrizia, esperta sommellier e responsabile di sala instancabile e attenta. L'8 Maggio in occasione della serata dedicata al Triveneto, Enrico Cecotto,giovane artista del Veneto Orientale, sua terra natia, sarà lieto di stuzzicarvi con un'esposizione delle sue opere, omaggiando il pubblico realizzando un'opera dal vivo dove verrà sollecitato il palato con il “POP RELAZIONALE”, una tecnica all'avanguardia che prevede un utilizzo innovativo e fuori dagli schemi di materiali e strumenti. Energica e d'impatto, l'arte multisensoriale di Cecotto vi accompagnerà durante l'aperitivo con colori freschi e frizzanti che ottimamente si abbineranno al vostro drink preferito. Il 9 protagonista sarà la Lombardia, con i prosciutti firmati da Marco Colombo, del Salumificio Colombo di Crosio della Valle (Varese),che proporrà i suoi salumi e altri prodotti tipici nostrani. “Ho gusti semplicissimi, mi accontento solo del meglio”, è la filosofia di questa azienda, fondata nel 1922 da Salvo Colombo. Da un secolo produce salumi di qualità che hanno portato l'azienda ad essere un punto di riferimento, mantenendo un solido carattere familiare e un forte legame con le tradizioni lombarde della lavorazione delle carni. La collaborazione con noti produttori dei territori locali li ha portati a creare diversi prodotti innovativi come il salame alla birra, la coppa con la birra, il salame con Gorgonzola e la Mortadella di fegato con Grappa d'Angera. Dalle idee innovative è nata anche una nuova linea di prodotti denominati Rustici di Nonno Salvo, salami aromatizzati in 15 gusti diversi, che coniugano innovazione e tradizione. Marco Colombo è Presidente agroalimentare di Aime (Associazione Imprenditori Europei) e grande imprenditore, con un'azienda storica, che produce salumi sin dal 1922. Oltre ai salumi saranno presenti igrissini Valbuzzi,nella linea de i Rustici ai cereali, ma anche al Grano Saraceno e Farro e alla Segale e Carbone e il gelato creato appositamente per Just Cavalli da Olivia Gelato,che porterà un carretto gelati?? con tendalino contenente 5 carapine e farà coppette gelato al momento da offrire ai clienti. Olivia Gelato è Gelato naturale come il sorriso! Nicoletta e Davide hanno mantenuto negli ultimi 10 anni come unica filosofia quella di offrire ai propri clienti prodotti genuini e naturali, accuratamente selezionati. Nessun utilizzo di conservanti, aromi artificiali, additivi chimici ed olio di palma! Solo ingredienti naturali, latte fresco di alta qualità e materie prime nel rispetto della salute dell'uomo e del pianeta, per offrire i sapori di una volta… quelli veri. Il risultato è un gelato sano e naturale che possa far riscoprire la naturalezza di un colore, il piacere di un profumo, di consistenze e gusti che pensavamo di aver dimenticato. Valtrebbia proporrà i suoi meravigliosi asparagi che saranno i protagonisti di un risotto preparato al momento durante lo show cooking. Il 10 Maggio serata dedicata alla Toscana, con i vini Tenuta degli Dei, di Roberto e Tommaso Cavalli, con le etichette “Le Redini”. Tenuta Degli Dei è, in un unico nome, il segno dell'eccellenza: la famiglia Cavalli interpreta l'amore per la propria terrain un progetto che celebra una grande passione. Il legame che unisce Tommaso Cavalli alla sua terra, affonda le radici in una passione autentica, consolidata da più di trent'anni di lavoro dedicati, insieme al padre Roberto, a un progetto che si chiama Tenuta degli Dei, proprietà di famiglia fin dai primi anni Settanta. Una realtà che trova precise coordinate geografiche a San Leolino presso Panzano in Chianti. La natura del territorio fa sì che l'allevamento dei cavalli da trotto trovi qui il contesto ideale per la crescita armoniosa dei puledri. Qui sono impiantate anche le vigne, nella valle della Conca d'Oro, zona ad alta vocazione vinicola grazie all'ottima esposizione solare e alla composizione del suolo. L'Azienda rappresenta ciò che da sempre spinge la famiglia toscana a dedicarsi alla terra, al vino e ai cavalli, simboli universali della tipicità toscana. Tommaso Cavalli ha da sempre come primo obiettivo la coltivazione di qualità, l'unica strada che porta alla produzione di eccellenza. Da molti anni, porta avanti insieme al padre Roberto il progetto Società Agricola degli Dei, lavorando ogni giorno con lo spirito di chi sa osare.Idee innovative e metodi sostenibili, condotti con passione e impegno continuo: così Cavalli produce il suo vino, che raccoglie aromi e fragranze del suo territorio, la sua luce, il suo umore. Lo stesso impegno che dedica all'allevamento dei cavalli, attività originaria dell'Azienda.Tommaso Cavalli è mosso da uno spirito moderno nel pieno rispetto dei valori della tradizione toscana e della loro essenza più autentica.La spiccata sensibilità per tutto ciò che è buono e genuino, unito a una costante ricerca del bello ereditata anche dal padre Roberto, lo portano a seguire le proprie passioni per progettare e condurre numerosi progetti nel campo del food & beverage. La Tenuta degli Dei è vicina alla antica Pieve di San Leolino presso Panzano in Chianti, uno dei borghi più belli della campagna toscana, facilmente raggiungibile sia da Firenze che da Siena. Non mancheranno il Gelato Geloso al gusto di cantucci Mattei e Vin Santo Marchese Antinori,tre eccellenze del territorio italiano, Gelato Geloso,gelato su stecco di qualità superiore, ricco, cremoso, diverso da qualsiasi altro, 15 gusti diversi tra creme e frutti. Gelato Geloso ha conquistato il mercato italiano e presenterà, in occasione della Food Week al Just Cavalli, una sua creazione al gusto di Cantucci Mattei, una tradizione del “biscotto tradizionale di Prato” iniziata nel 1858, quando Antonio Mattei aprì il suo Biscottificio con rivendita e inizio' a sfornare un biscotto secco alle mandorle. Da più di un secolo e mezzo non è domenica davvero nelle case di Prato senza i cantucci nel Sacchetto Blu e tutti i prodotti sono inseriti profondamente nella tradizione gastronomica italiana, perché la fama dei prodotti Mattei è diffusa anche oltre i confini cittadini e regionali. Tra i fan i Presidenti Carlo Azeglio Ciampi e Bill Clinton. Vin Santo Marchese Antinoriè pieno, mieloso e ben sostenuto da una gradevole acidità. Le uve, provenienti esclusivamente dai vigneti delle tenute Antinori situate nel Chianti Classico, sono state attentamente selezionate e raccolte in cassette, poi disposte manualmente su apposite stuoie dell'appassitoio di Tenuta Tignanello e qui lasciate ad appassire fino alla fine del mese di dicembre; al termine del processo di disidratazione naturale, i grappoli sono sofficemente pressati per mantenere inalterate tutte le proprietà organolettiche e aromatiche. Il mosto ottenuto viene introdotto nei tipici caratelli, prodotti con diverse essenze di legno e con una capacità variabile fra i 50 ed i 200 litri, dove ha avuto luogo la fermentazione alcolica lunga e lenta, poi interrotta. Il vino resta nei caratelli per circa 3 anni e poi viene assemblato per essere infine imbottigliato. 11 Maggio 101 notte, all'insegna del food libanese In occasione della Food Week al Just Cavalli verranno proposti prodotti tipici, grazie alla collaborazione di un famoso chef Libanese, tra cocktail a base di succo di datteri e altre specialità del 'Paese dei cedri', ma non mancherà la danza del ventre e allestimento a tema e una speciale sorpresa per il pubblico presente, al quale verrà presentata una degustazione di Hookah Shisa con vari aromi del deserto, in una atmosfera da 1000 e una notte indimenticabile e tutta da vivere nel locale più elegante di Milano.Tra le prelibatezze, TABBOULE, insalata con prezzemolo e pomodori, menta e lime, HUMMUS, KEBEH, polpette fritte di carne con spezie, carni HALAL alla griglia, MTABBAL, crema di melanzane con salsa di sesamo, yogurt e lime, tutte da autentiche ricette libanesi, con piatti della tradizione che rispettano le ricette originali. 12 Maggio, poi, la protagonista della serata sarà la regione Sicilia, con lo chef Berengario Stagno D'Alcontres, con i prodotti della sua terra, che proporrà una rivisitazione di alcune antiche ricette della sua famiglia. Asylum Fantastic Fest Si è svolta presso la Casa del Cinema di Roma, la conferenza stampa della 1a edizione dell'Asylum Fantastic Fest, alla presenza del direttore artistico Claudio Miani, l'Assessore alla Cultura della città di Valmontone Matteo Leone, il regista ed effettista Sergio Stivaletti, il regista Marco Pollini, il compositore Marco Werba, gli attori Alessandro Haber, Rita Rusciano e Annalisa Moretti. “L'obiettivo di questo festival è quello di concedere uno sguardo a tutto tondo sul mondo dell'horror e del fantasy” – ha esordito il direttore artistico. “Per questo, oltre alla selezione cinematografica dove sono stati selezionati anche 16 cortometraggi internazionali, verrà dato largo spazio alla letteratura, ai fumetti, alle arte visive e performative, e ancora la musica e il gaming”, ha spiegato Milani. Il video-gioco, infatti, occuperà un ruolo centrale all'interno della manifestazione, grazie alla presentazione di Zombie Escape – il primo ad essere realizzato con uno zombie metropolitano – che il pubblico potrà provare in diretta. Il regista Marco Pollini, poi, ha parlato della sua ultima fatica PoP Black Posta, che verrà proiettato in anteprima europea all'AFF, insieme ad una delle attrici del cast Annalisa Moretti. “Si tratta di un film molto particolare, ambientato interamente in interni e che abbiamo girato in soli 13 giorni”, hanno spiegato i due. La kermesse, poi, coinvolgerà tutta la città di Valmontone. Una scelta che è stata accolta con grande entusiasmo dal Comune – “Siamo molto felici di aver contribuito alla realizzazione di questo festival e speriamo possa crescere sempre di più”, ha dichiarato l'Assessore alla Cultura Leone. “Far conoscere una zona poco frequentata mi sembra una cosa molto interessante – ha commentato Alessandro Haber sulla decisione di organizzare il festival nel comune laziale – c'è sempre bisogno di cultura e di crescita, danno un senso alla propria vita”. L'attore parteciperà alla manifestazione con una performance live: “Farò uno spettacolo dove canterò dei pezzi che hanno accompagnato la mia vita, con dei momenti di poesia. L'idea di mettersi sempre in gioco come se fosse la prima volta è la forza che mi ha spinto nei miei 52 anni di lavoro. Cercherò di divertirmi e di emozionare il pubblico, è un gioco di scambio per me”. Haber ha infine aggiunto: “Senza queste iniziative e senza il pubblico, noi non siamo niente. Mi auguro che questo festival abbia una lunga crescita”. Sergio Stivaletti, invece, presenterà all'AFF il suo ultimo film Rabbia furiosa, la sua versione della drammatica vicenda del Canaro della Magliana: “un film del genere ti dà l'occasione di sperimentare storie e strade nuove, anche se spesso, le storie inventate diventano reali purtroppo”, ha dichiarato il regista. “Ho passato la mia vita nel fantastico, tra effetti speciali e cinema horror. Credo che l'elemento fantastico renda i film migliori”. L' Asylum Fantastic Fest si svolgerà dal 9 al 12 maggio 2019 a Valmontone. Omaggio a Pina Bausch È visitabile fino a sabato 11 maggio, presso Il Margutta Vegetarian Food & Art, la mostra "Frammenti - Omaggio a Pina Bausch" con le fotografie di Ninni Romeo: un viaggio temporale, a dieci anni dalla scomparsa della grande artista tedesca, alla scoperta del suo cammino, personale e professionale. L'esposizione, voluta dalla Daniele Cipriani, Arte sostenuta da Tina Vannini e ospitata presso il ristorante vegetariano, a Roma, in via Margutta 118, è curata dalla giornalista e photo editor Frédérique Deschamps, con testo di presentazione firmato dalla giornalista e scrittrice Leonetta Bentivoglio. Sono esposte 44 fotografie bianco e nero e colore, in diversi formati di stampa, di cui due ritratti di Pina Bausch e immagini di diversi spettacoli. Ingresso libero. Per il finissage, invece, l'appuntamento con l'artista e con gli organizzatori è per mercoledì 8 maggio ore 19.LE OPERE IN MOSTRA - Un viaggio temporale, a dieci anni dalla sua morte, avvenuta il 30 giugno 2009, lungo trentacinque anni alla scoperta del suo cammino, personale e professionale. Dal Sacre du Printemps del 1975 al Cafè Müller del 1978, da Palermo Palermo del 1989 al Vollmond del 2006. Senza tralasciare il Bamboo Blues del 2007, ispirato all'India, e la sua ultima creazione, …como el musguito en la piedra, ay sì, sì, sì… del 2009, ispirata al Cile. Protagonista della mostra non solo lei, ma tutta la sua arte, fatta di espressione e drammaticità, provocazione ed eleganza. Nonché di "disordine", il "suo" caos, che trae spunto dalla tradizione, rispettandola e onorandola, per scardinarne la prevedibilità. Puntando non solo alla bellezza dei movimenti, quanto alla loro forza ed essenza.“LA PECULIARE BELLEZZA BAUSCHIANA” – "Ninni non punta mai all'effetto - dichiara la giornalista Leonetta Bentivoglio - evita la visione levigata o patinata. Piuttosto insegue il battito d'ala, il respiro irregolare della vita. I suoi “racconti” a volte sono sghembi, obliqui e trasversali, come quelli delle nostre giornate. Spesso sono drammatici. Sono sempre molto umani. Non ci sono mai “pose” nel suo lavoro. C'è un'aria lisa e autentica, nelle fotografie di Ninni Romeo, che si addice bene alla peculiare bellezza “bauschiana”. Non hanno mai compiacimenti estetici. Sanno dirci la rarefazione della memoria e la delicata poesia dell'attimo. Non sono “foto di spettacoli”, ma momenti d'essere".Ninni Romeo racconta della familiarità che, sin da bambina, Pina Bausch aveva con i ristoranti, dato che i genitori ne gestivano uno nella sua città natale. Quindi aggiunge: "Credo che le piacerebbe sapere che frammenti del suo lavoro sono esposti nello spazio dello storico ristorante vegetariano di via Margutta - racconta la fotografa - e penso che amerebbe anche sapere che le immagini dei suoi spettacoli rivivono nella stessa strada in cui, pochi metri più in alto, abitava il suo amico e appassionato estimatore Federico Fellini, frequentatore assiduo del Margutta. Ora, è come se piccole parti di storie e personaggi del Tanztheater Wuppertal fossero affettuosamente sorvegliate dallo sguardo del regista di E la nave va, film in cui Fellini fece debuttare come attrice cinematografica la sua adorata Pina". Charlize Theron in Messika Charlize Theron ha scelto di indossare Messika in occasione della prima del suo film "Long Shot" a Parigi. Per l'evento, l'attrice americana ha indossato gli orecchini Snake Dance della collezione di alta gioielleria "Born to be wild" e l'anello Shards of Mirror della collezione di alta gioielleria "Once Upon a time", tutto Messika. Il nuovo Brando A Palazzo Durini prima presentazione a Milano della collezione Full Moon e della nuova linea Re-program fatta dal collettivo From The Roots. I giovanissimi membri del gruppo rappresentano al meglio le tendenze del momento.Nella foto il designer Brando Coleman con l'it boy Santiago Invernizzi L'Associazione Accademia Tiberina già Pontificia ha posto le fondamenta per una nuova rinascita culturale, umanistica e spirituale promuovendo la FONDAZIONE ACCADEMIA TIBERINA e celebrando l'apertura del suo 206° Anno Accademico. "E' stata una giornata di fondamentale importanza per tutti gli Accademici chiamati ad acclarare questo evento che pone un deciso svolta al nostro sodalizio accademico" - ha dichiarato il Presidente Franco Antonio Pinardi. Il Presidente con il Consiglio Accademico hanno deciso di intraprendere la strada della Fondazione per tutelare e dare maggior continuità all'importante patrimonio storico e artistico dell'Accademia. Un ricco programma ha atteso i partecipanti per tutta la giornata, che si e' aperta nello scenario dell'Accademia della Storia dell'Arte Sanitaria a Via Lungotevere in Sassia, vicino San Pietro nell'Urbe. Una prima parte della mattinata ha trattato "La creazione nel mondo fisico - Gerusalemme" , mentre la restante parte della mattinata si e' occupata di trattare "L'evoluzione del libero pensiero tra etica- bioetica e genetica – Atene". A parlare eminenti Professori di importanza internazionale. Non e' mancato tra gli intervenuti nemmeno un volto televisivo come lo psichiatra e criminologo Prof. Alessandro Melluzzi, nella lista dei prestigiosi Accademici nominati in giornata. Intenso l' ordine del giorno, che ha avuto come momento culturale significativo l'incontro con il noto sceneggiatore, regista e scrittore romano Marco Tullio Barboni: un momento (coordinato da Lisa Bernardini Presidente dell'Occhio dell'Arte) che ha visto anche la proiezione del cortometraggio” Il grande forse” diretto dallo stesso Barboni ed interpretato da Philippe Leroy e Roberto Andreucci, con la Fotografia di Maurizio Calvesi e le Musiche di Franco Micalizzi. La presenza del Barboni nella giornata ha costituito un ampliamento dello spettro di interesse dell'Accademia con un nuovo segmento artistico e culturale, dove cinema e letteratura si sono incontrate e hanno dato vita ad un dialogo meraviglioso e magico, come descritto nel libro oggetto dell'incontro dal titolo "A spasso con il mago. Merlino e io", edito dalla Viola Editrice e che ha ricevuto svariati riconoscimenti tra cui il Premio Speciale della Giuria al Pegasus Literary Awards Città di Cattolica. A questo libro Marco Tullio Barboni tiene moltissimo perché prosegue idealmente dal punto di vista letterario - in qualche modo - la storia cinematografica del corto "Il Grande Forse", dove il protagonista animale della pellicola è il medesimo del libro "A spasso con il mago": l'amato cane Merlino oggi scomparso. Si e' poi entrati nel vivo dell'apertura del 206°Anno dell'Accademia Tiberina con conferimento, ai numerosi e prestigiosi neo Accademici, degli attestati, delle pergamene e dei segni distintivi secondo le classi assegnate dal Consiglio Accademico. Premiate svariate eccellenze italiane ed internazionali. La giornata si e' conclusa all'Hotel Quirinale in via Nazionale: prima un aperitivo di benvenuto e poi una vera e propria cena di gala presso il salone delle cerimonie. Nella FOTO da sx, il Prof. Lino Mungari, il Cav. Franco Antonio Pinardi, il Prof. Fausto Capalbo ed Alessandro Meluzzi Comicon 2019 Un appuntamento efferato durante la XXI edizione del Comicon in svolgimento alla Mostra d'Oltremare di Napoli fino a domenica 28 aprile. A presentare sul palco la graphic horror novel Bloody Park (Edizioni Inkiostro, 2019) non ci sarà un noto disegnatore, ma un'autore che è anche un personaggio d'eccezione: Franco Trentalance, l'ex-pornoattore e volto noto in TV, che dopo oltre 445 film e 20 anni di carriera nell'intrattenimento per adulti, ha trasformato le proprie passioni in lavoro: oggi è un prolifico scrittore, che ha pubblicato 5 libri in 4 anni, tra cui 3 romanzi Thriller. Franco Trentalance, classe 1967, è infatti un autore avezzo al genere e una penna apprezzata dai fan dei brividi: Bloody Park è la trasposizione a fumetti della sconcertante trama composta a 4 mani con il regista Marco Limberti, presente anch'egli oggi a Napoli. La storia è contenuta ne: “Il Guardiano del Parco” ( Ed. Pendragon, 2017) che è il secondo romanzo dell'ex pornodivo bolognese. Una sceneggiatura spietata e politicamente scorretta, con protagonista un sanguinario assassino che ha letteralmente il volto di Franco Trentalance e le cui caratteristiche morali sono state definite insieme a Marco Limberti e Rossano Piccioni, appositamente per le 80 pagine che compongono le ricercate tavole della nuova graphic novel di Edizioni Inkiostro. Oggi a Napoli durante la tavola rotonda Franco Trentalance illustra anche le proprie scelte creative: «Mi piace questo prepotente ritorno del fumetto: è attuale oggi. Una precisa sintesi tra testo e immagine. Rapido e immediato: come un post su Instagram.» - sottolinea lo scrittore e autore bolognese - «Una coesione, tra messaggio visivo e messaggio verbale, che pochi altri linguaggi possono esprimere con la rapidità che serve oggi

Dai blog