Cerca

Da sinistra a destra con 2 articoli

"Contro la Kyenge e no allo ius soli"
A Sartori la tessera di Forza Nuova

Roberto Fiore in persona ha comunicato che il politologo sarà insignito della "tessera ad honorem di FN". E pensare che il Prof era l'idolo della sinistra

16 Agosto 2013

13
"Contro la Kyenge e no allo ius soli"
A Sartori la tessera di Forza Nuova

Con due editoriali di fuoco contro il ministro Cecile Kyenge sul Corriere, il politologo Giovanni Sartori si è meritato la tessera ad honorem di Forza Nuova. Le sue bordate contro il ministro ( "è una nullità politica", "vada ad imparare l'italiano", "sa solo portare africani in Italia"), hanno colpito il segretario nazionale del partito di estrema destra, Roberto Fiore che ha "omaggiato" il Prof Sartori dell'iscrizione di diritto tra i sostenitori del movimento.

Tesseramento ad honorem - Con una nota ufficiale, Forza Nuova ha comunicato il tesseramento di Sartori: "Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova, comunica che questa mattina ha inviato al professor Giovanni Sartori, noto politologo ed editorialista di importanti quotidiani nazionali, la cui fama ed autorevolezza va ben al di là dei confini nazionali, la tessera ad honorem del Movimento. La sua eroica difesa della specificità italiana, il suo essere uomo realmente libero e coraggioso, le sue parole scritte e pronunciate contro il ministro dell'integrazione Kyenge, e il suo denunciare la pericolosità e malvagità dello ius soli, sono solo alcuni dei motivi che ci hanno indotto a compiere questo gesto, pur sapendo che il Professore non condivide appieno il progetto politico del Movimento. Le persone che hanno il coraggio di esporsi e di inimicarsi i poteri forti nostrani che rappresentano il vero cancro di questo martoriato paese, avranno sempre il massimo sostegno da parte del Movimento. In Italia, infatti, in questo momento, gli unici che si oppongono con intelligenza e determinazione al progetto oligarchico della Kyenge e della Boldrini siamo noi di Forza Nuova e il Prof Sartori e noi siamo onorati di essere in questa ottima compagnia".

Scaricato dalla sinistra -
E pensare che Sartori era uno dei politologi più apprezzati dalla sinistra. Ospite a Ballarò, applaudito da D'Alema, Fassino, Bersani e Vendola. Aveva un merito: era anti-Cav. Ora da anti-Kyenge deve accontentarsi del più modesto applauso di Roberto Fiore. Ma un dubbio resta: arriverà a casa Sartori anche la tessera della Lega? (I.S.)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    03 Ottobre 2013 - 07:07

    Il fatto che nel Nord (la cui futura etnia sara' araba) si pronunci la "ü" alla francese o tedesca,non fa di voi la brutta copia di svedesi o norvegesi...anche perché allora come spieghi il fatto che gli imprenditori padani che pronunciano bene la ü,sono gli stessi che poi hanno fatto affari con la Camorra per avvelenare la Campania coi rifiuti tossici padani ? La Magna Grecia è la culla della Civilta' Occidentale. I guai del Sud sono iniziati nel 1860 !

    Report

    Rispondi

  • gianko

    19 Agosto 2013 - 12:12

    "MA ORAMAI E' TALMENTE RINCOGLIONITO CHE NON CAPISCE PIU' NEANCHE DOVE ABITA DI CASA. *sartori* PER CAPIRCI." ---- tu invece sei lucidissimo, povero PIRLA! ti da fastidio che un uomo di sx (che non ha però portato il cervello all'ammasso, come fanno I TRINARICIUTI) possa esprimere un parere che va contro il PATTUME BUONISTA CLERICAL/COMUNISTA (oddio di comunista c'è rimasto pochissimo, ma la spocchia quella sì c'è ancora tutta) concludo con un bel VAFFACULO! cuntent stü*pidot de l'uratori?! *(nota l'umlaut 'gnurant ü ü ü lombarda, francese, tedesca ecc. che i terroni non sanno pronunciare dicono barbechiu gli intellettuali della magna grecia)

    Report

    Rispondi

  • Devogu

    17 Agosto 2013 - 15:03

    E' sempre meglio tardi che mai.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media