Cerca

Sfregio

Roberto Saviano fa propaganda sulla morte del carabiniere a Roma: "Attenzione ai delinquenti politici"

26 Luglio 2019

1
Roberto Saviano

"La morte di un Carabiniere in servizio non può essere usata come orrido strumento politico contro i migranti". Su Facebook, Roberto Saviano commenta (con il solito buon gusto, si fa per dire) le reazioni all’assassinio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, ucciso con 8 coltellate a Roma. "La sua morte - sentenzia mister Gomorra - è già territorio saccheggiato dalla peggiore propaganda". E ancora: "Delinquenti politici che, per allontanare da sé i sospetti sui crimini commessi, non esitano a usare i più deboli tra voi, e i più esasperati (ognuno ha una ragione per esserlo), per alimentare sentimenti razzisti che non hanno ragione di esistere. Quando la camorra uccide, non è pensabile incolpare tutti i campani". Finita? Nemmeno per idea. "Mi rendo conto", continua la firma di Repubblica, "che non è semplice, ma sta a noi comprendere la reale situazione criminale del nostro Paese e difendere il sacrificio di un uomo, di un Carabiniere caduto mentre agiva rispettando il giuramento prestato alle leggi democratiche del suo Paese”. Il solito Saviano: irrecuperabile. Questa volta usa la morte di un Carabiniere per fare una propaganda politica (tra l'altro accusando proprio la propaganda politica) i cui riferimenti sono fin troppo evidenti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mascrib58

    29 Luglio 2019 - 08:08

    Il primo deliquente sei tu , manciapane a tradimento... via la sua scorta!!

    Report

    Rispondi

Matteo Salvini durissimo con la signora che ha rifiutato l'affitto alla ragazza foggiana: "Una cretina"

Matteo Salvini sicuro su Pontida: "Sarà la più partecipata di sempre. Vogliamo unire il Paese"
"I Conte tornano". Camera con Vista, i retroscena dalla settimana del bis
Nicola Zingaretti, appello al M5s: "Non dobbiamo aver paura di allargare la coalizione alle regionali"

media