Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maria Giovanna Maglie smonta i porti aperti: "Arrestati 11 nigeriani che reclutavano minorenni"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

I porti aperti sbandierati dal Pd stanno creando solo danni. Dopo i trafficanti di esseri umani beccati su niente di meno che la nave di Carola Rackete, è il turno dei reclutatori di prostitute. A denunciare la tragica notizia è Maria Giovanna Maglie che sul suo profilo cinguetta: "Arrestati 11 nigeriani che reclutavano con l'inganno giovani donne spesso minorenni per la prostituzione in Italia". Leggi anche: Maria Giovanna Maglie smaschera Repubblica: "I dati sulla Segre e l'antisemitismo? Una bufala" Ma il post al vetriolo non finisce qui, perché tali uomini trasportavano le ragazze in Libia su camion e poi di lì sui barconi. "Dai centri di accoglienza prese e consegnate alle ghost mommy" esulta. E chissà cosa ne pensa Luciana Lamorgese, il neo ministro dell'Interno che dal suo insediamento ha visto raddoppiare i numeri di sbarchi.  Arrestati 11 nigeriani che reclutavano con l'inganno giovani donne spesso minorenni per la prostituzione in Italia.Le trasportavano in Libia su camion,di lì sui barconi.Dai centri di accoglienza prese e consegnate alle ghost mommy #portiaperti #accoglienza— Mariagiovanna Maglie (@mgmaglie) November 14, 2019

Dai blog