Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Papa Francesco, frecciatina a Salvini sul caso Gregoretti: "Non si risolve il problema bloccando le navi"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Proprio a ridosso delle indagini contro Matteo Salvini sul caso Gregoretti, Papa Francesco lancia un messaggio, guarda caso, sui migranti. "Non è bloccando le loro navi che si risolve il problema". Una chiara frecciatina, all'indomani della denuncia ricevuta dall'Italia all'Onu per il respingimento dei clandestini, al leader leghista. In questi giorni Salvini è tornato nel mirino della magistratura, o meglio degli ex alleati grillini, per aver negato lo scorso luglio lo sbarco di diversi migranti a bordo della nostra Guardia Costiera.  Leggi anche: Gregoretti, Giulia Bongiorno smentisce Buffagni: "Ho i documenti, hanno cambiato idea" "Bisogna impegnarsi seriamente a svuotare i campi di detenzione in Libia, valutando e attuando tutte le soluzioni possibili - ha poi aggiunto il Pontefice -. Bisogna denunciare e perseguire i trafficanti che sfruttano e maltrattano i migranti, senza timore di rivelare connivenze e complicità con le istituzioni". Poi ancora: "Come possiamo non ascoltare il grido disperato di tanti fratelli e sorelle che preferiscono affrontare un mare in tempesta piuttosto che morire lentamente nei campi di detenzione libici, luoghi di tortura e schiavitù ignobile? Come possiamo rimanere indifferenti di fronte agli abusi e alle violenze di cui sono vittime innocenti, lasciandoli alle mercé di trafficanti senza scrupoli?" si chiede il pontefice mentre il pluriquerelato ex ministro chiosa con un "Mi processano? Chi se ne frega". 

Dai blog