Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maria Giovanna Maglie contro Luigi Di Maio: "Non ha capito che lo stanno ammazzando. O forse gli piace"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Maria Giovanna Maglie infierisce su Luigi Di Maio. Le parole del titolare della Farnesina, a ridosso del voto in Giunta per l'Immunità del Senato sul caso Gregoretti, non sono piaciute alla giornalista: "Giggino reduce dall'inchino a Putin e dalla quarta fila nei meeting sulla Libia, che tutte e due fanno ridere il mondo, fa lo spiritoso. Non ha ancora capito che lo stanno ammazzando o gli piace?". Leggi anche: Luigi Di Maio, la strana difesa sulla Gregoretti: "Io e Salvini a luglio non ci parlavamo" Il leader dei Cinque Stelle ha infatti commentato la dichiarazione di Matteo Salvini, pronto a farsi processare e a scrivere "Le mie prigioni come Silvio Pellico": "Il leader della Lega è passato dal sovranismo al vittimismo. Ora Salvini dice 'andrò a processo, scriverò Le mie prigioni...'. Credo che queste cose facciano un po' sorridere il resto del mondo". Eppure sembra che il resto del mondo, Maglie compresa, non abbia dimenticato la retromarcia del pentastellato sulle sanzioni alla Russia. Di Maio pur di evitarle e allungare la lista nemici ha invocato la Commissione europea.

Dai blog