Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roberto Burioni: "Non finirà il 3 aprile, ma abbiamo una speranza". Emergenza coronavirus, giorni decisivi

  • a
  • a
  • a

“Andrà tutto bene” è lo slogan che sta accompagnando questi giorni difficili, a tratti drammatici che caratterizzano l’Italia durante l’emergenza coronavirus. La quale non finirà il 3 aprile, ormai è ovvio, ma probabilmente neanche per Pasqua: gli irresponsabili - 43mila denunciati in una settimana a fronte di 35mila infetti - non aiutano a porre un freno alla diffusione del contagio. “Non finirà”, scrive Roberto Burioni sull’epidemia, evidenziando quale potrebbe essere la strada da percorrere: “Se la riportiamo sotto controllo, poi potremo combatterla con altre armi e non solo con lo stare tappati in casa. Sono giorni decisivi e dobbiamo tenere duro, sapendo però che se vinciamo il futuro sarà nostro”. Il noto virologo annuncia che la guerra contro il Covid-19 “non sarà facile, ma possiamo farla andare bene”: rimane quindi l’ottimismo di poter vincere, nonostante le difficoltà legate al contenimento del virus. 

Dai blog