Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vittorio Sgarbi a Quarta Repubblica: "Riapriamo i musei, i morti di coronavirus sono meno di quelli deceduti lo scorso anno"

  • a
  • a
  • a

Dopo la polemica con i virologi "allarmisti", Vittorio Sgarbi torna a ribadire la necessità di tornare alla normalità. Anche a Quarta Repubblica, il programma Mediaset condotto da Nicola Porro, il critico d'arte spiega: "I morti sono meno dell'anno scorso". Un riferimento alla letalità del coronavirus comparata a quella di una semplice influenza o polmonite. "Se avessero fatto tamponi a tutti gli italiani - prosegue - avremmo scoperto che probabilmente 15 milioni di italiani l'hanno preso senza magari avere sintomi".

 

 

Non solo perché Sgarbi porta in studio anche l'esempio di Sutri, il comune del Lazio di cui è sindaco, dove "non c'è nessun contagiato, come altri 150 comuni della Regione". Per questo motivo secondo Sgarbi "non puoi tenere in casa i sani!". D'altronde, continua nel suo ragionamento, "stare all'aperto a distanza è sicuramente più sano che in un appartamento di 50 mq. Ho fatto un appello di riaprire musei , mostre e chiese. Tenere chiusi i musei è un crimine per l'umanità". 

 

Dai blog