Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maurizio Costanzo. un plauso al ritorno di Nicola Porro in tv: "Bravo a non lagnarsi del coronavirus"

Nicola Porro

Maurizio Costanzo
  • a
  • a
  • a

Abbiamo appreso che il coronavirus a qualcuno ha dato soddisfazione. Ad esempio ai produttori di televisione, in quanto, per colpa del contagio, risultano esserci cinque milioni di telespettatori in più ogni giorno. Devono, gli stessi produttori di televisione, mettere in conto che quando sarà finita la pandemia, le presenze davanti al video precipiteranno. Complimenti a Nicola Porro, che ha brillantemente superato il coronavirus ed è tornato in poco tempo alla guida di Quarta Repubblica, il programma politico che conduce su Retequattro il lunedì alle 20.30. È stato bravo, Porro, perché, anche intervistato durante i giorni della malattia, non ha fatto la vittima e non si è pianto addosso.

Mi complimento con un attore italiano, Luca Argentero che, interprete della fiction Doc-Nelle tue mani, ha fatto un ascolto pazzesco, testimoniando non già che la gente è costretta a stare in casa, ma che lui è un bravo attore. E i bravi attori, come in questo caso, funzionano ancor di più se serviti da una storia ben scritta e interessante. Malgrado lo stare di più in casa, ci sono state fiction che hanno avuto meno fortuna di quella che ha per protagonista Argentero.

Ha fatto bene Rai Storia a mandare in onda, in questi giorni, mi sembra il 14 aprile, un ricordo che Paolo Mieli ha voluto fare di un grande scrittore per l'infanzia e non solo: Gianni Rodari. Attraverso immagini di spettacoli di Rodari e le parole di Mieli, abbiamo sentito che non ci eravamo accorti quanto ci piacesse da sempre Rodari e, quindi, quanto ci mancasse.

 

 

 

Dai blog