Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maria Giovanna Maglie, la "manina amica" di Conte: così il padre di Olivia Paladino risolve i problemi penali

  • a
  • a
  • a

Il regalo di Giuseppe Conte al suocero non è passato inosservato agli occhi di Maria Giovanna Maglie. Ma andiamo con ordine e ricostruiamo la vicenda: Cesare Paladino, padre della compagna del premier nonché proprietario del Grand Hotel Plaza di Roma, non ha versato circa 2 milioni di tasse di soggiorno tra il 2014 e il 2018. Per questo ha patteggiato a un anno e due mesi, ma grazie a un articolo contenuto nel decreto Rilancio, che depenalizza la condotta in questione ad un illecito amministrativo (niente carcere, quindi), Paladino ha potuto presentare un’istanza di revoca della sentenza. E pensare che qualche settimana fa Nicola Porro era stato il primo a parlare di questo articolo, non riuscendo a spiegarsi la logica per la quale era stato inserito nel decreto Rilancio: poi è emerso il collegamento con il padre della bella Olivia che accompagna Conte e tutto è stato più chiaro. “Hai un albergo a 5 stelle a Roma - scrive la Maglie su Twitter - non versi i soldi della tassa di soggiorno, ti tieni 2 milioni, è peculato e quindi reato penale. Ma sei il padre della compagna di Giuseppi e quindi nell’ultimo decreto una manina amica trasforma il reato da penale a solo sanzione”. 

 

 

Dai blog