Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Adriano Celentano contro Carlo De Benedetti: "Attacco a Berlusconi? Nel bel mezzo dello sporco, spargi odio"

  • a
  • a
  • a

Se anche Adriano Celentano massacra Carlo De Benedetti, vuol dire che quest'ultimo, con gli insulti a Silvio Berlusconi ricoverato, ha davvero toccato il fondo. "Imbroglione", "nocivo per il Paese": sfregi gratuiti nel momento più difficile per il leader di Forza Italia, al San Raffaele per coronavirus. Parole che hanno fatto scattare pure il Molleggiato, uno che Berlusconi non lo ha mai apprezzato (eufemismo). In un post su Facebook, Celentano ha scritto: "Caro De Benedetti, stavolta con Berlusconi non mi sei piaciuto per niente. Eri stonato e fuori tempo. Forse non ti sei accorto, ma siamo nel bel mezzo di un incendio planetario". Post che in pochi minuti ha raccolto migliaia di like, commenti e condivisioni.

 

E ancora: "Tu cosa fai?... Anziché buttare acqua sul fuoco per spegnere un inquinamento di cui anche tu sei responsabile, come del resto lo 'siamo' chiunque non si abbassa a raccogliere il pezzetto di carta che sporca la strada e tu, e tu invece cosa fai?... Nel bel mezzo dello sporco, non solo non raccogli, ma approfitti per lanciare una bella dimostrazione di rancore. Miscela altamente infiammabile per qualunque tipo di odio", picchia durissimo il Molleggiato contro l'ex editore di Repubblica. Insomma, De Benedetti dipinto come un hater di Berlusconi. Quale ha dimostrato di essere. Un applauso per Celentano.

 

Dai blog