Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Marcello Sorgi a L'aria che tira: "Toscana, luogo di tutte le vendette della sinistra". Una bomba sulle regionali

  • a
  • a
  • a

"La Toscana è il luogo di tutte le vendette che si sono fatte nel centrosinistra. Quando Matteo Renzi era sottosegretario venne fondato lì Leu partito anti Renzi che fece la scissione. E il governatore della Regione attuale, Rossi, è uno dei fondatori".  Così il giornalista Marcello Sorgi intervenendo alla tramissione de La7 l'Aria che tira. Secondo l'ex direttore del Tg1 c'è una faida a Firenze basti pensare come nonostante sia stata "l'incubatrice del Giglio magico" poi "alla resa dei conti quando è nata Italia Viva tre esponenti:  il sindaco di Firenze Nardella, la segretaria regionale Bonafé e il capogruppo dei senatori non ci sono andati. 

Per Sorgi quella a danno del candidato sindaco Eugenio Giani è stata proprio "una vendetta che si è consumata". Giani, "bravissima persona" sarebbe stato penalizzato perché "a differenza di tutti i candidati delle regioni gli è stato imposto di non farsi una lista sua. Perché naturalmente in quella regione Renzi punta a buon risultato per Italia Viva. Le liste dei presidenti sono molto importanti strategicamente". Come se non bastasse a danneggiare Giani ci si è messa, sostiene Sorgi, "la sinistra radicale di Leu che porta via voti al centrosinistra", conclude.

 

 

Dai blog