Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Andrea Scanzi, la "minaccia" a Susanna Ceccardi: "Domani pubblico tutti i suoi messaggi"

  • a
  • a
  • a

“C’era un’aria di vittoria, domani pubblicherò messaggi di Susanna Ceccardi”. Andrea Scanzi tiene fede al suo personaggio di bassa lega e “festeggia” le elezioni regionali irridendo gli avversari del centrodestra. In particolare la candidata leghista che ha incassato per pochi punti una sconfitta più che onorevole in una regione storicamente rossa come la Toscana: segno che qualcosa è cambiato davvero, dato che il centrosinistra deve soffrire enormemente anche per non perdere i suoi feudi. Adesso il Pd e la sinistra in generale festeggiano per aver pareggiato 3 a 3 in questa tornata elettorale, ma intanto 15 regioni su 20 sono guidate dal centrodestra. E infatti anche Scanzi è costretto ad ammettere che, seppur il governo esce rafforzato da questo voto, “le frizioni non mancheranno, ma con le vittorie di Puglia e Toscana a uscire sconfitti sono i più talebani dei 5 Stelle”. Tornando invece alla Ceccardi, il giornalista del Fatto Quotidiano ha irriso lei e pure Borghi, accusato di fare “analisi troppo auto-assolutoria”. Scanzi dimentica che una vittoria della Lega in Toscana sarebbe stato un risultato straordinario e storico, mentre la conferma del centrosinistra (tra l’altro abbastanza risicata) non è al di fuori dell’ordinario. 

 

 

Dai blog