Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cristiano Ronaldo positivo al coronavirus, voci dalla Juventus: "Riti apotropaici se vedono Vincenzo De Luca"

  • a
  • a
  • a

Nel quartiere generale della Juventus si stanno chiedendo se per caso Vincenzo De Luca non porti un po' sfiga. Proprio lui che l'estate scorsa aveva dato a Matteo Salvini del menagramo  "C'è un esponente politico che lavora per 'portare seccia' ('sfortuna' in napoletano) affinché ci sia una nuova epidemia ma noi lavoriamo per evitarla", aveva detto.

E ora? Beh, c'è chi Cristiano Ronaldo, seppur asintomatico, è risultato positivo al Covid. Il governatore della Regione Campania commentando il caso Juve-Napoli aveva tuonato contro i bianconeri con toni durissimi: "Chi non ha lealtà e onore non può parlare di sport, deve parlare di altre cose. Non sono neanche arrivati i ringraziamenti che dovevano essere rivolti all'Asl e al Napoli perché abbiamo evitato di contagiare Ronaldo".

 

 

Come scrive il Giorno, alla Juve ormai c'è chi è passato  "a riti apotropaici qualora all'orizzonte veda stagliarsi l'ombra di 'Delu & Dela', ovvero De Luca e De Laurentiis, che con le loro parole sembrano avercela tirata a CR7. Alla Continassa c'è gente convinta che non esista sfida che si possa affrontare senza l'aiuto degli dei pagani della Fortuna. Perciò sono davvero in pochi, dopo le schioppettate del 'governatore stregone' e del 'presidentissimo', a negare che divinazione e magia siano più potenti del Pallone d'oro. D'altra parte, si chiedono sconsolati i gobbi (personaggi che, jellaticamente parlando, porterebbero fortuna), come è possibile contrastare i partenopei, maestri della scaramanzia e capaci di scagliare anatemi contro i rivali, imparabili come rigori calciati da Maradona?". 

Come se non bastasse a voler proprio stare attenti al "non è vero ma ci credo" la notizia della positività di Ronaldo è arrivata in un giorno poco felice: martedì 13. Il dilemma è come affrontare ora la sfiga che vedi i napoletani maestri nel saperla contrastare di cui in napoletani sono maestri. "Per il momento qualcuno, scrive Il Giorno, "è stato già visto davanti allo Stadium a gettare sale grosso alle spalle e a recitare formule propiziatorie. Sghignazzano i tifosi del ciuccio. Ora che Cristiano è stato colpito e affondato, festeggiano la vendetta contro gli odiati rivali, che pretendevano la vittoria a tavolino, e presentano il conto. 

Dai blog